Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Al via l'attacco militare della Turchia contro i curdi in Siria

Per Erdogan è "contro la creazione di un corridoio del terrore"

 

Roma, 9 ott. (askanews) - Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha lanciato l'Operazione "Primavera di Pace", con cui le forze di Ankara puntano a occupare territori nella Siria settentrionale controllati dai curdi, creando una "safe zone".

"Le Forze armate turche, assieme all'Esercito nazionale siriano, gruppo ribelle sostenuto dalla Turchia, hanno appena lanciato l'Operazione primavera di pace", ha scritto su Twitter il presidente turco. "La nostra missione è impedire la creazione di un corridoio del terrore lungo il nostro confine meridionale e portare la pace nell'area".

Erdogan ha precisato che l'operazione è contro il PKK (Partito dei lavoratori curdi) e i membri della milizia curda YPG, oltre che contro l'Isis, chiamato nel tweet coll'acronimo arabo Daesh.

Anche un portavoce delle Forze Democratiche siriane (SDF), l'alleanza di cui fanno parte anche le milizie curde, ha confermato l'avvio di un'operazione aerea contro località vicine alla frontiera. "L'aviazione turca ha iniziato a bombardare poco fa Ras al Ain e Tel al Beitha" ha spiegato, aggiungendo che per il momento non ci sono truppe di terra in azione.

Le località colpite sono tutte nei pressi della frontiera turco-siriana, aree controllate dai curdi.

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento