Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Al via su Fox 'Romolo + Giuly 2': "Nord vs Sud, così dissacriamo le contraddizioni dell'Italia" (VIDEOINTERVISTA)

 

Un'Italia divisa in due da un governo federalista, con Roma che ha perso la 'Guerra Mondiale Italiana' a causa dei propri contrasti interni, e i milanesi e i napoletani che, capitanati da improbabili governanti (il leader sudista Don Alfonso, interpretato da Fortunato Cerlino, e il milanesissimo Giorgio Mastrota, nei panni di un malefico se stesso), hanno conquistato la città e il Paese intero. Comincia così la seconda stagione di 'Romolo + Giuly: la guerra mondiale italiana', al via su Fox (Sky, 112) dal 16 al 30 settembre 2019 alle 21.15, serie comedy incentrata sull'eterna rivalità tra i 'fighetti' di Roma Nord e i 'coatti' di Roma Sud, che sfrutta le faide ancestrali della Capitale come cassa di risonanza per dissacrare luoghi comuni e contraddizioni dell'Italia di oggi. "Se nella prima stagione l'unica speranza di pace era rappresentata proprio dall'amore di Romolo e Giuly, eredi delle famiglie capitoline dei Montacchi e Copulati, quest'anno ci confronteremo con quello che è il più grande difetto dell'italiano moderno, ovvero l'ostinazione dell'individualismo rispetto alla collettività", spiega Alessandro D'Ambrosi, attore protagonista nel ruolo di Romolo e creatore della serie. Nel cast anche Beatrice Arnera (Giuly), Niccolò Senni (Giangi), Ludovica Martini (Deborah), Michela Andreozzi (Olimpia Copulati), Lidia Vitale (Anna Montacchi), Nunzia Schiano (Donna Assunta), e la partecipazione straordinaria di Francesco Pannofino nel ruolo di Edoardo Pederzoli, il politico voltagabbana. E ancora guest star come Francesco Totti, protagonista dello spot web nei panni di San Pupone da Porta Metronia, Carlo Conti, Luciana Litizzetto, Giobbe Covatta​, Cristiano Malgioglio, Federica Cacciola (alias Martina Dell'Ombra), Roberto Da Crema. Un parterre d'eccezione per una serie tv - prodotta dalla Wildside di Mario Gianani e Lorenzo Mieli con Lorenzo Gangarossa e da Zerosix Productions per Fox Networks Group Ityali - che ha saputo sperimentare nuovi linguaggi di commedia di autori esordienti, perché "mentre la comicità italiana è principalmente una comicità di situazione legata ad un piano di realtà, noi abbiamo osato prenderci il diritto di spostare l'attenzione sull'assurdo e il grottesco", chiosa D'Ambrosi. E l'audacia è stata premiata col grande successo di pubblico. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento