Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allarme Coronavirus in Lombardia: sono 14 i casi per ora

Altri due in Veneto. Speranza: l'Italia è pronta per l'emergenza

 

Milano, 21 feb. (askanews) - Una giornata difficile per la Lombardia: 14 i casi registrati di Coronavirus Covid-19 in poche ore, mentre "ci sono delle verifiche in corso" per altri due casi in Veneto e si è in attesa di altri risultati, compreso il tampone rilevato sul medico che ha visitato a domicilio il 38enne di Codogno, ovvero il primo paziente ad aver manifestato i sintomi della malattia che spaventa il mondo.

Questa per ora è la situazione descritta dal ministro Roberto Speranza in conferenza stampa a Milano, insieme con Giulio Gallera, assessore al welfare della Regione Lombardia, che ha dichiarato:

"Rispetto ai tamponi compiuti in queste ore, da un lato ci sono evidenze negative, ma dall'altro abbiamo individuato altre 8 positività di cui 5 operatori sanitari, infermieri e medici dell'ospedale di Codogno, e tre pazienti".

Secondo Speranza l'Italia è pronta a far fronte all'emergenza. Intanto ecco le immagini girate da Askanews oggi a Codogno, il comune entrato nell'occhio del ciclone in questo moltiplicarsi di contagi.

Oltre alle condizioni gravi del 38enne, ovvero il paziente uno, c'è anche la situazione critica della moglie incinta. Nel frattempo i cittadini di dieci Comuni del Lodigiano interessati dai 14 casi di coronavirus emersi tra ieri e oggi sono invitati a rimanere in casa nei prossimi giorni, mentre ne sono obbligati tutti coloro che sono entrati in contatto diretto con i contagiati.

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento