Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Assicurazioni, i cittadini informati compiono le scelte migliori

A Roma Giornata dell'educazione assicurativa con l'Ania

 

Roma, 9 ott. (askanews) - Più diffusione di conoscenze e competenze su assicurazioni e finanza. In modo da avere "una cittadinanza consapevole", in grado di compiere scelte ponderate su risparmio e previdenza, e al tempo stesso capace di tutelarsi. Sono i temi affrontati nella Giornata dell'educazione assicurativa, organizzata a Roma dall'Ania, l'associazione che rappresenta il settore.

A spiegare il perché di questa iniziativa, che si inserisce nel mese dell'educazione finanziaria, il direttore generale dell'Ania, Dario Focarelli. "Serve un messaggio forte, serve rafforzare il grado di conoscenze finanziarie e assicurative delle persone. Le persone che hanno più informazioni sono in grado di fare le scelte migliori, per loro e per le loro famiglie. Ma è un benessere che va a vantaggio anche dei mercati. Ma va a vantaggio soprattutto dell'economia e della sostenibilità della crescita".

Un tema tanto più rilevante visto che la ricchezza finanziaria delle famiglie italiane è pari a 4.200 miliardi. E che ben un risparmiatore su cinque afferma di non avere familiarità con i prodotti finanziari.

L'Italia resta infatti in ritardo sulla cultura assicurativa. E il presidente dell'Ivass, Fabio Panetta, l'ente che vigila sul settore, avverte che l'educazione è cruciale. "l'Ivass è consapevole delle possibilità che gli strumenti assicurativi offrono ai risparmiatori per avere una vita più tranquilla, più serena. Quindi noi stiamo cercando di guidare i risparmiatori e i consumatori in un meandro di scelte che possono essere complicate, perché in Italia uno dei fattori principali, che contribuisce alla scarso livello di partecipazione al mercato assicurativo è la scarsa conoscenza di prodotti che per loro natura non sono semplici".

Nel corso della giornata di lavori, una tavola rotonda ha permesso a esponenti di compagnie assicuratrici, associazioni di consumatori, istituzioni e accademici di confrontarsi su questi temi.

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento