Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, medici militari russi: a Bergamo con i respiratori

Un sergente: nostro reggimento serve per aiutare le persone

 

Milano, 25 mar. (askanews) - Nonostante le polemiche interne italiane, la missione "Dalla Russia con amore", concordata dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte con il leader russo Vladimir Putin continua. La colonna di automezzi russi, scortati dai carabinieri, è partita alla volta di Bergamo. Come spiega il colonnello Bogomolov "la colonna composta di 22 automezzi, è divisa in due parti".

Ecco le testimonianze dei militari russi.

Il capitano del servizio medico militare Lev Krilov:

"Porteremo a Bergamo delle apparecchiature di difesa dell'organismo, di tipo isolante con ventilazione all'interno. Questo tipo di apparecchiature indossabili hanno una maschera, l'aria viene filtrata per garantire la respirazione necessaria agli organi vitali. Abbiamo inoltre delle tute per una speciale difesa biologica completa".

Il sergente Artur Belashov spiega di essere contento di partecipare a questa missione di medicina militare in Italia.

"Appena è arrivato il comando, io non ci ho pensato due volte. Immediatamente ho risposto: affermativo. Il nostro reggimento esiste proprio per aiutare le persone. Io ne faccio parte da 11 anni. Ecco tutto".

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento