Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, Putin intensifica test russi: possibile nuova ondata

Picco 150 nuovi decessi in 24 h

 

Mosca, 22 mag. (askanews) - Il presidente russo Vladimir Putin ha chiesto di intensificare i test per il coronavirus, anche se secondo lui l'epidemia in Russia si sta stabilizzando. Tuttavia il bilancio delle vittime ha avuto un'impennata record in un giorno e Putin avverte: potrebbe esserci una nuova ondata tra ottobre e novembre.

Il conteggio complessivo dei contagi in Russia, il secondo più alto al mondo dopo gli Stati Uniti, è aumentato di 8.894 a 326.448, mentre 150 nuovi decessi in 24 h hanno portato il bilancio dei morti a 3.249. Il tutto dopo che alcuni osservatori e i media russi hanno messo in dubbio la veridicità di alcune delle cifre, poichè il numero dei morti sarebbe troppo basso.

In realtà la discrasia deriva principalmente dal fatto che la Russia non è allineata alle indicazioni dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS). Se una persona ha una malattia cronica e muore dopo essere risultata positiva per il coronavirus, l'OMS afferma che questo dovrebbe essere registrato come morte COVID-19. Inoltre, l'OMS richiede agli Stati membri di pubblicare decessi settimanali di persone con confermato COVID-19: cosa che Mosca non fa.

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento