Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Covid, Di Maio: rimpatriati 79mila italiani bloccati all'estero

Il rientro di 5 milioni di connazionali crea rischio contagio

 

Roma, 13 mag. (askanews) - "Abbiamo finora rimpatriato oltre 79mila connazionali grazie a circa 740 operazioni da 117 paesi. A fronte di 600mila cittadini europei rientrati, quasi 80mila sono italiani". Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio rispondendo al question time sullo scarso utilizzo da parte del Governo del meccanismo europeo per il rimpatrio dei connazionali bloccati all'estero dall'emergenza Covid-19.

"Dalla Spagna sono rientrati oltre 14mila connazionali, dalla Gran Bretagna oltre 34mila, con la priorità a turisti, studenti, lavoratori temporanei e persone vulnerabili. Se avessimo fatto ricorso in modo sistematico non potendo riservare i voli solo agli italiani avremmo dovuto triplicare il numero di voli, aumentando il periodo di rientro - ha aggiunto -. Abbiamo utilizzato il meccanismo europeo solo in Paesi con numeri più contenuti di connazionali per rientri dalla Bolivia, dal Nepal, dalla Thailandia, dal Sudafrica e altri".

"Abbiamo più di cinque milioni di italiani iscritti all'Aire, agevolare il rientro di questi connazionali in questa fase" di crisi per l'epidemia di coronavirus "aprirebbe il rischio di un contagio di ritorno che potrebbe vanificare gli sforzi della collettività e del nostro sistema sanitario nazionale".

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento