Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Maxi retata di mafia fra Palermo e Milano, 91 arresti

In manette anche ex concorrente del Grande Fratello

 

Palermo, 12 mag. (askanews) - Una operazione imponente che ha inferto un duro colpo a Cosa nostra, portando a 91 arresti sull'asse Palermo-Milano. Alle prime luci dell alba è partita l'operazione dei militari del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria della Guardia di Finanza su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia. Sequestrato un vasto patrimonio immobiliare e mobiliare del valore di circa 15 milioni di euro. Le operazioni sono in corso in Sicilia, Lombardia, Piemonte, Liguria, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Marche e Campania.

Il blitz, denominato 'Mani in pasta', ha colpito soprattutto il rione Arenella-Acquasanta di Palermo e gli affari del clan localem a Milano.

C'è anche Daniele Santoianni, ex del concorrente del 'Grande Fratello' fra i 91 arrestati per mafia. Santoianni, per i magistrati, sarebbe prestanome di una società di commercializzazione tra Palermo e Milano. Il giudice delle indagini preliminari, Pergiorgio Morosini, ha scritto che "i clan sono pronti ad approfittare della situazione attuale. Con la crisi di liquidità di cui soffrono imprenditori e commercianti, i componenti dell organizzazione mafiosa potrebbero intervenire dando fondo ai loro capitali illecitamente accumulati per praticare l usura e per poi rilevare beni e aziende con manovre estorsive".

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento