Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sicilia, consegnato il nuovissimo treno Pop di Trenitalia

Previsti 43 nuovi convogli per rinnovo della flotta nell'Isola

 

Palermo, 4 dic. (askanews) - Il nuovo treno Pop è arrivato in Sicilia, prima regione nel Sud Italia in cui i pendolari possono viaggiare sui convogli di ultima generazione di Trenitalia (Gruppo FS Italiane). Saranno cinque entro fine anno i nuovi treni, parte dei 43 previsti per il rinnovo della flotta dell'isola. Il nuovo convoglio sarà in circolazione sulla linea Palermo - Termini Imerese dal 15 dicembre, con l'avvio del nuovo orario invernale di Trenitalia.

La consegna, alla stazione di Palermo, conferma l'attenzione verso il Sud nel Piano industriale 2019-2023 del Gruppo FS Italiane che prevede un investimento di oltre 1,3 miliardi di euro - in parte finanziati con fondi regionali - per il rinnovo della flotta nelle regioni del Meridione per l'acquisto di circa 200 treni regionali.

Alla cerimonia di consegna c'era anche il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci: "Oggi abbiamo conquistato una tappa importante, per la prima volta nel Sud Italia arriva il treno Pop che contiene 500 posti, un treno modernissimo, anche per i disabili e per chi vuole andare in bicicletta, che viaggia gratis con il proprio mezzo. È una conquista, sono cinque nuovi treni che metteremo subito nelle tratte principali entro qualche giorno, poi speriamo entro il nuovo anno di poterli dirottare anche nelle tratte secondarie".

E Orazio Iacono, amministratore delegato Trenitalia, ha aggiunto: "Io credo che la Sicilia abbia reagito benissimo, un milione di passeggeri in più nel 2019 rispetto al 2018 è segno di civiltà, modernità e competizione rispetto al fatto che mettendoci i servizi la gente poi li utilizza".

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento