Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Un’Università immersa nel verde, tra formazione d'eccellenza, vita e svago

Ecco come scegliere l’ateneo dove studiare senza annoiarsi mai

 

Hai accantonato con successo la maturità ed è giunto il momento di scegliere l’ateneo che fa per te, ed ecco che inizi a sondare il terreno raccogliendo pareri: meglio un grande campus immerso nel verde di una piccola città o un polo universitario nel centro di una grande città?

Un grande centro urbano può risultare caotico, dispersivo e molto costoso; inoltre, in questo contesto, un giovane studente potrebbe avere difficoltà a socializzare, tessere un rapporto diretto con il corpo docenti e ottenere borse di studio e sovvenzioni. D’altro canto, un polo universitario in una grande città offre una maggiore sicurezza in termini di didattica e occupazione post laurea.

Ma siamo sicuri che una piccola città non possa dare le stesse garanzie e allo stesso tempo offrire qualcosa in più? L’Università “Gabriele d’Annunzio” di Chieti-Pescara, ad esempio, è un’eccellenza universitaria immersa nel verde: 13 dipartimenti, 2 campus, oltre 27.000 iscritti, ben 58 corsi che coprono tutte le aree di studio, numerosi programmi di cooperazione internazionale, collaborazioni con le aziende locali, progetti volti a salvaguardare l’ambiente, strutture sportive dove svolgere attività all’aria aperta.

Agli indecisi rammentiamo che, durante il weekend, è possibile tornare velocemente a casa grazie alla vicinanza all’aeroporto e alle stazioni ferroviarie, oppure correre al mare durante le giornate più calde, o sulle piste da scii durante la sessione invernale.

Potrebbe Interessarti

  • Senato, la diretta video da Palazzo Madama

  • Così Ilary Blasi si allena in palestra: il suo segreto per restare in forma

  • Crisi di governo, Salvini a Conte: "Questa è una balla"

  • Due italiani sono stati pestati a sangue a Valencia: "Aggrediti perché gay"

Torna su
Today è in caricamento