Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una canadese inventa l'"hug glove" per riabbracciare la madre

Contatto stretto in sicurezza grazie alla barriera in plastica

 

Roma, 18 mag. (askanews) - Gli abbracci, il contatto fisico con le persone a cui si vuole bene, una delle cose di cui si sente più la mancanza ai tempi di coronavirus.

Ma una figlia non ha resistito al desiderio di stringere sua madre nel giorno della festa della mamma e ha inventato quello che ha ribattezzato l'"hug glove", il guanto dell'abbraccio. In tutta sicurezza, in giardino, le due si sono abbracciate attraverso una barriera di plastica tra di loro con due buchi per infilare braccia e mani. Una plastica morbida e sottile, così come quella dei guanti, dispositivi ormai diventati di largo consumo in tutto il mondo per proteggersi dal contagio, che gli ha permesso di avere la sensazione di essere a contatto, pur mantenendo le precauzioni.

L'idea della canadese Carolyn Ellis, creata insieme al marito Andrew, ha riscosso grande successo dopo che il video è stato diffuso sui social, diventando in poco tempo virale.

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento