rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cambiamento climatico

In Antartide stanno accadendo cose "strane"

Le immagini satellitari mostrano il collasso di una piattaforma di ghiaccio estesa come Roma. La scorsa settimana le temperature hanno raggiunto livelli senza precedenti

Una piattaforma di ghiaccio grande 1.200 chilometri quadrati, un'estensione simile a quella di Roma, è collassata in Antartide dove nelle ultime settimane si sono registrate temperature record. Secondo gli scienziati il crollo della piattaforma Conger, situata nella parte orientale dell'Antartide, si sarebbe verificato intorno al 15 marzo. Le immagini satellitari pubblicate su Twitter da Catherine Walker, scienziata del Woods Hole Oceanographic Institute e della Nasa, mostrano la graduale, ma inesorabile, frantumazione della piattaforma da cui si è originato un iceberg che misura in estensione poco meno di 550 km², ribattezzato C-38 dall'US National Ice Center (USNIC).

Antartide 3-3-2

Le piattaforme di ghiaccio (foto in basso*) sono enormi masse di ghiaccio galleggiante che si formano quando le calotte glaciali o i ghiacciai si estendono oltre la massa continentale spingendosi sulla superficie dell'oceano. Le più estese si trovano proprio in Antartide e sono quella di Ross, che occupa una superficie di 472 960 km² (quanto la dimensione della Svezia), e quella di Ronne-Filchner (422 420 km²).

Piattaforme ghiaccio Antartide-2

Benché la piattaforma Conger abbia un'estensione relativamente modesta, secondo Walker il collasso avvenuto di recente è "uno degli eventi più significativi avvenuto in Antartide" dalla disgregazione della piattaforma Larsen che si verificò nel 2002. Quanto accaduto nei giorni scorsi, "non avrà probabilmente effetti enormi", ha affermato la ricercatrice, ma è un'avvisaglia "di ciò che potrebbe accadere" in futuro.

Il fatto che questi enormi blocchi di ghiaccio si frantumino (ad esempio per il distacco degli iceberg) o perdano parte della superficie non è un fenomeno in sé preoccupante, può essere anzi considerato fisiologico, ma come ha sottolineato Andrew Mackintosh, docente alla Monash University di Melbourne, "il crollo su larga scala di una piattaforma di ghiaccio" è invece "un evento molto insolito". L'esperto ha ipotizzato che il collasso sia stato determinato "dallo scioglimento della superficie" della piattaforma, a sua volta causato dalle "temperature estremamente calde registrate di recente in questa regione". Tuttavia, ha precisato, "sono necessarie ulteriori verifiche" per affermare con certezza che il crollo sia stato causato dalla recente ondata di calore. 

C'è inoltre un altro motivo per essere preoccupati: benché la piattaforma Conger sia relativamente piccola, appartiene alla calotta orientale del continente, un'area che finora veniva considerata "meno vulnerabile" dal punto di vista climatico rispetto a quella occidentale. Per questo, ha sottolineato lo stesso Mackintosh su Twitter, ciò che è accaduto rappresenta un "campanello d'allarme".

Il collasso della piattaforma di ghiaccio Conger in un video 

L'ondata di caldo in Antartide e nell'Artico

Se le cause che hanno portato al collasso della piattaforma sono ancora da accertare, è invece un fatto incontrovertibile che in Antartide le temperature abbiano raggiunto livelli senza precedenti con punte di 40° C sopra la media stagionale. Alla base russa di Vostok, che si trova a 3.488 metri sul livello del mare, il 18 marzo sono stati misurati -17,7 °C laddove la massima è in media di -53°C. Si tratta della temperatura più alta mai registrata da 65 anni a questa parte, quando sono partite le misurazioni. Il tempo era insolitamente mite anche alla stazione Concordia, situata nell'Antartide orientale a oltre 3.000 metri di altitudine, dove il termometro è salito fino a -11,5°C, contro una temperatura media che in questo periodo dell'anno varia dai -40°C ai -50°C.

Temperature Antartide-2

Anche nell'Artico, all'altra estremità del globo, il clima si è surriscaldato parecchio e in alcune zone sono state registrati dai 20°C ai 30°C in più rispetto alle medie stagionali. Un esempio è quello dell'isola di Hopen, nell'arcipelago delle isole Svalbard, dove il termometro ha raggiunto i 3,9°C, una temperatura che non era stata mai registrata in 78 anni di misurazioni.

Un'ondata di "calore" (usiamo le virgolette) nell'Artico è "meno insolita che in Antartide", ha spiegato a France 24 il climatologo Julienne Stroeve. Se è vero però che l'Artico è più vulnerabile ai cambiamenti climatici, "l'entità di questo picco è sorprendente" ha osservato Martin Siegert, docente all'Imperial College di Londra. Gli scienziati ritengono che nella regione Artica quest'anno la stagione dello scioglimento dei ghiacci possa arrivare prima del previsto. Le avvisaglie non sono buone: la massima estensione dei ghiacci è stata raggiunta lo scorso 25 febbraio, mentre di solito si verifica a marzo.

Cosa succede in Antartide

Quanto all'Antartide negli ultimi giorni le temperature sono tornate nella media. Al momento non ci sono elementi per attribuire le cause di questo picco di calore ai cambiamenti climatici in atto. La "grande domanda a cui dobbiamo rispondere", ha osservato Jonathan Wille, ricercatore all'Università di Grenoble Alpes, "è se sia stata solo una stranezza meteorologica o un evento senza precedenti". Ciò che è accaduto potrebbe essere un fenomeno dovuto alla variabilità naturale, così come l'inizio di qualcosa di più preoccupante. 

Finora la calotta antartica è stato meno soggetta allo scioglimento dei ghiacci rispetto all'Artico, ma negli ultimi tempi è stata osservata un'inversione di tendenza. Secondo i dati segnalati dal Copernicus Climate Change Service, a febbraio l'estensione del ghiaccio marino antartico è stata del 27% inferiore alla media 1991-2020, classificandosi al secondo posto tra i valori più bassi mai registrati in 44 anni, con vaste aree di concentrazione di ghiaccio marino inferiore alla media nei mari di Ross, Amundsen occidentale e Weddell settentrionale. 

*L'Antartide in un'immagine della Nasa. Le zone in bianco rappresentano la massima estensione delle piattaforme di ghiaccio rilevata nel 2012. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Antartide stanno accadendo cose "strane"

Today è in caricamento