rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Ambiente

Il cambiamento climatico accelera le correnti oceaniche (e non è una buona notizia)

Per la prima volta gli scienziati hanno osservato come la Corrente Circumpolare Antartica stia accelerando a causa del cambiamento climatico

Il cambiamento climatico sta accelerando la Corrente Circumpolare Antartica (ACC), l'unica corrente oceanica che circumnaviga il pianeta ed una delle correnti più forti del mondo. Gli scienziati dell'Università della California a San Diego hanno descritto quanto sta accadendo sfruttando una serie di registrazioni ed osservazioni decennali grazie a misurazioni satellitari dell'altezza della superficie del mare e da dati raccolti dalla rete globale di galleggianti oceanici.

Sia dalle osservazioni che dai modelli, è stato rilevato come l'aumento del calore oceanico sta causando la significativa accelerazione della corrente oceanica rilevata negli ultimi decenni. Questo potrebbe avere implicazioni molto importanti perché l'ACC spinge la circolazione di tutte le correnti oceaniche e riveste un ruolo di primo piano per la regolazione del clima su tutta la Terra.

Che cos'è la Corrente Circumpolare Antartica

La Corrente Circumpolare Antartica è una massa di acqua con una temperatura tra i -1 e i 5 gradi e per una profondità tra i 2 e 4mila metri circonda l'Antartide e separa l'acqua fredda a sud dall'acqua subtropicale più calda appena a nord. Questa parte più calda dell'Oceano Antartico assorbe molto del calore che le attività umane stanno aggiungendo all'atmosfera terrestre. Per questo motivo, gli scienziati considerano fondamentale comprenderne le dinamiche, poiché ciò che accade lì potrebbe influenzare il clima ovunque.

Ora si è scoperto che il gradiente di calore guida i cambiamenti del moto della Corrente Circumpolare Antartica e gli autori della ricerca sostengono che è anche probabile che la velocità della corrente aumenterà ancora di più, poiché l'Oceano Antartico continua ad assorbire calore dal riscaldamento globale indotto dall'uomo.

E non è una bella notizia: con una Acc più rapida potrebbe decrescere la capacità dell'Oceano di assorbire l'anidride carbonica, trasportando invece la Co2 accumulata in profondità verso la superficie.

Il team, che rappresenta il progetto Southern Ocean Carbon and Climate Observations and Modeling (SOCCOM), ha riportato i suoi risultati sulla rivista Nature Climate Change

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cambiamento climatico accelera le correnti oceaniche (e non è una buona notizia)

Today è in caricamento