Lunedì, 25 Ottobre 2021
Ambiente

Clima, il monito di Draghi: "Accordi di Parigi non rispettati, entro il secolo riscaldamento di 3 gradi"

L'intervento del premier Mario Draghi al Forum delle Maggiori Economie sull'Energia e il Clima

"Se continuiamo con le politiche attuali, raggiungeremo quasi 3 gradi di riscaldamento globale entro la fine del secolo. Le conseguenze di un tale aumento delle temperature sarebbero catastrofiche". Lo ha detto il premier Mario Draghi intervenendo al Forum delle Maggiori Economie sull'Energia e il Clima affrontando il tema della transizione ecologica e rimarcando come i paesi europei non stia mantenendo fede agli impegni presi con l'accordo di Parigi per contenere il riscaldamento globale. "Dobbiamo essere onesti nei confronti di noi stessi e dei nostri cittadini: stiamo venendo meno a questa promessa".

"Dobbiamo sederci insieme ragionare molto attentamente a livello europeo. Nessuno di noi è disposto ad aumentare il costo sociale di questa transizione, ma allo stesso tempo nessuno di noi è disposto a ignorare le conseguenze disastrose dei cambiamenti climatici" spiega Draghi che ricorda: "Gli effetti dei cambiamenti climatici sono già molto chiari. Negli ultimi 50 anni, il numero di disastri legati ad eventi meteorologici si è quintuplicato. Gli incendi stanno divorando le foreste, dalla California all'Australia. E dalla Germania alla Cina, stiamo assistendo a inondazioni sempre più devastanti".

Per l'Italia la prospettiva di un aumento di tre gradi della temperatura è tutt'altro che rosea. "L'Italia sta già fronteggiando l'innalzamento del livello del mare a Venezia e lo scioglimento dei ghiacciai sulle Alpi" chiosa Draghi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clima, il monito di Draghi: "Accordi di Parigi non rispettati, entro il secolo riscaldamento di 3 gradi"

Today è in caricamento