rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Ambiente

L'educazione ambientale nelle scuole, sulle spalle degli insegnanti

I ministeri dell'Ambiente e dell'Istruzione annunciano l'inserimento della materia nel percorso curriculare. Ma il tutto è affidato ai prof: dovranno inserire le linee guida del progetto nei programmi scolastici

Dall'anno scolastico 2015 l'insegnamento dell'educazione ambientale diventerà una materia obbligatoria. Alimentazione, biodiversità, tutela del mare e del territorio, cultura del paesaggio e gestione dei rifiuti finiranno sui banchi degli istituti, dalle materne alle superiori. L'idea è nata al ministero dell'Ambiente, dove il sottosegretario Barbara Degani ha sviluppato nei mesi scorsi un impianto, scritto insieme al ministero dell'Istruzione. 

Verrà presentato al pubblico a breve e per ora si sa che sono dieci gli argomenti selezionati e sviluppati a seconda dell'età degli alunni. Le linee guida comprendono schede di approfondimento per i vari percorsi didattici in modo che l'ambiente, in tutte le sue declinazioni ma in particolare il concetto di rispetto dell'ambiente.

Non ci sarà però, dal punto di vista curriculare, un'ora specifica dedicata alla materia. Insomma le linee guida e i principi del rispetto dell'ambiente verranno inseriti nei programmi scolastici, in base alle tematiche affini, affrontate dalle varie materie: scienze, geografia e arte. Insomma tutto dipenderà dalla buona volontà degli insegnati. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'educazione ambientale nelle scuole, sulle spalle degli insegnanti

Today è in caricamento