rotate-mobile
Martedì, 5 Marzo 2024
Il caso / Regno Unito

Ministro al Clima ma riceve donazioni da compagnie petrolifere e dell'aviazione

Il conservatore britannico Graham Stuart, scelto dal premier Sunak per portare avanti la strategia emissioni zero, ha dichiarato che i combustibili fossili non sono tutti "la progenie del diavolo"

Il suo compito è quello di portare il Regno Unito verso le emissioni zero, ma la sua campagna elettorale era stata finanziata da un'azienda che si occupa di carburanti e un'altra che si occupa di trasporto aereo. Stanno facendo discutere le rivelazioni del Guardian su Graham Stuart, il conservatore scelto per il ruolo di Clima dal premier Rishi Sunak con l'obiettivo di mettere in atto la strategia 'Net zero' (l'obiettivo di raggiungere emissioni nette zero di gas serra). Proprio lui aveva recentemente affermato che non tutti i combustibili fossili sono la "progenie del diavolo".

Secondo il quotidiano britannico nel 2019 Stuart, eletto nel collegio elettorale Beverley e Holderness, ha ricevuto una donazione di 10mila sterline per la sua campagna di rielezione da JR Rix & Sons, un'azienda con sede a Hull che si occupa principalmente della distribuzione e vendita di carburante, tra cui gasolio e benzina. Tra le società del gruppo JR Rix & Sons figurano Rix Petroleum, Rix Heating, specializzata nella fornitura e manutenzione di serbatoi e caldaie per petrolio, Rix Shipping, che gestisce una flotta di petroliere, e Maritime Bunkering, uno dei maggiori fornitori di combustibili marini sull'estuario dell'Humber.

Oltre alle filiali focalizzate sui combustibili fossili. Rix ha rivendicato però di essere coinvolta anche nella manutenzione di parchi eolici offshore e nella misurazione del carbonio e sta sviluppando tecnologie nell'illuminazione a basso consumo e nella ricarica di veicoli elettrici e solari.

La notizia arriva poco dopo che Stuart ha dichiarato al gruppo parlamentare per l'ambiente di aver sostenuto fermamente l'apertura di una nuova miniera di carbone in Cumbria e di aver appoggiato l'ultimo giro di licenze per petrolio e gas. A proposito di queste ultime, Stuart ha affermato che è necessaria una visione più sfumata dei combustibili fossili "piuttosto che vederli tutti come la progenie del diavolo".

Sempre per la sua campagna elettorale il conservatore ha ricevuto anche una donazione di 2mila sterline da Bostonair, un'azienda nel settore dell'aviazione con sede a Hull. In merito alla cosa un portavoce del governo ha sostenuto che "il ministro ha dichiarato pubblicamente le donazioni per le spese elettorali in linea con i processi abituali", aggiungendo che "non è insolito che i ministri ricevano donazioni in qualità di membri del Parlamento e ci sono processi ben consolidati in atto per gestire i conflitti di interesse".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ministro al Clima ma riceve donazioni da compagnie petrolifere e dell'aviazione

Today è in caricamento