In arrivo la polvere del deserto: cosa succede e quali sono gli effetti

Polvere del deserto del Sahara in arrivo sull'Europa. Tra le conseguenze del fenomeno, l'impatto sulla qualità dell'aria, sulla produzione di energia rinnovabile e sugli spostamenti aerei

Polvere e sabbia dal deserto del Sahara nei giorni scorsi alle Isole Canarie. Foto Ansa/EPA/RAMON DE LA ROCHA

Ogni anno, il deserto del Sahara immette in atmosfera circa settecento milioni di tonnellate di polveri che vengono trasportate in atmosfera e raggiungono anche le medie e alte latitudini. E in queste ore una grande striscia di polvere proveniente proprio dal deserto del Sahara è in arrivo sull'Europa. Dopo aver attraversato le Isole Canarie all'inizio della scorsa settimana, rendendo i cieli rossi e provocando il caos negli spostamenti aerei, causando anche l'aumento dei livelli di particolato, le ultime previsioni globali e regionali prevedono che viaggerà attraverso l'Europa meridionale e occidentale nei prossimi giorni con conseguenze sulla qualità dell'aria e su una serie di settori, come la produzione di energia solare in tutta la penisola iberica.

Ma non è solo il settore dei trasporti a subire conseguenze per la polvere dal deserto: i pennacchi infatti possono percorrere migliaia di chilometri e avere conseguenze sulla salute di chiunque. A monitorare lo spostamento della polvere è Copernicus Atmosphere Monitoring Service (Cams), il servizio implementato dal Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine per conto della Commissione Europea. Fornendo previsioni sulla quantità e sui movimenti della polvere del deserto nell'atmosfera, Cams può aiutare gli scienziati, le agenzie ambientali, le compagnie energetiche e dei trasporti, le aziende e i privati a pianificare e mitigare gli effetti del fenomeno.

Polvere dal deserto: le previsioni in tempo reale di Copernicus

Vincent-Henri Peuch, direttore di Copernicus Atmosphere Monitoring Service, commenta: "Come abbiamo visto dalle difficoltà che hanno interessato i voli da e per le Isole Canarie, le particelle di polvere non causano solo enormi disagi, ma possono anche influire sulla salute delle persone. Ecco perché è fondamentale disporre di previsioni accurate e Cams non solo può fornire questi dati, ma può anche collaborare con aziende e organizzazioni, le quali possono trasmettere queste informazioni al pubblico tramite app e siti Web per smartphone o tablet".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Polvere dal deserto: non stendere i vestiti all'aria aperta, parcheggiare l'auto al coperto

Calcolate due volte al giorno, le previsioni tengono conto dell'emissione, del trasporto e della deposizione della polvere combinando le osservazioni satellitari con un modello informatico all'avanguardia per prevedere con precisione la quantità di polvere generata dai venti superficiali e come la distribuzione dei pennacchi cambierà nei successivi cinque giorni. Una maggiore conoscenza della deposizione di polvere può aiutare le organizzazioni a monitorare la qualità dell'aria e le persone a modificare i propri comportamenti in base alla situazione, come non stendere i vestiti all'aria aperta o parcheggiare l'auto in un garage coperto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La testimonianza di Heather Parisi dalla Cina: "Oggi possiamo uscire, ma vietati tavoli al bar"

  • Belen contro Barbara d'Urso: l'affondo durante una diretta su Instagram

  • Coronavirus, come sono cambiati i trasporti pubblici durante l'epidemia

  • Fabio Cannavaro dalla Cina: "Oggi è finita la quarantena, ecco la mia testimonianza"

  • Coronavirus, a Rimini guarisce anziano di 101 anni: è nato durante l'epidemia di spagnola

  • Coronavirus, anziani restano senza acqua: la figlia chiama il 112 dalla Germania

Torna su
Today è in caricamento