rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Il caso / Sassari

Il mistero del cane scuoiato: la macabra scoperta fatta da un passante

I resti sarebbero di un levriero. Chi può aver compiuto un gesto così crudele ed efferato? E perché? La vicenda è stata denunciata da un'associazione animalista che ha contattato polizia locale e guardie zoofile

Un cane scuoiato e nessuno che sappia il perché. Il macabro ritrovamento è avvenuto nel quartiere Carbonazzi, a Sassari. A notare il corpo del povero animale, vicino a una cabina elettrica, è stato un passante che era a passeggio coi suoi cani e ha inviato una segnalazione all'associazione "Am͏i͏c͏i ͏d͏e͏g͏l͏i An͏i͏m͏a͏l͏i Sa͏r͏d͏e͏g͏n͏a". Del caso è stata informata quindi la polizia locale che a sua volta ha chiesto l'intervento delle guardie zoofile per la rimozione della carcassa. Allo stesso tempo è stata contattata una veterinaria che ha riconosciuto in quel povero cane i resti di un levriero.

I particolari raccapriccianti ve li risparmiamo: basti dire che l'animale è stato macellato in diversi pezzi. Chi l'ha ridotto così? E perché? È la domanda che si pongono molti animalisti e amanti dei quattro zampe dopo che la vicenda è stata denunciata su Facebook. Il cane potrebbe essere stato ucciso da qualcuno e poi scuoiato. Resta da capire chi possa aver compiuto una simile crudeltà e perché un accanimento così inspiegabile sul corpo dell'animale.

Per venire a capo della vicenda gli animalisti hanno chiesto l'aiuto dei sassaresi che sono stati invitati a segnalare eventuali informazioni utili agli stessi volontari o alla polizia municipale. A quanto si è appreso l'animale non aveva il microchip e dunque non si sa chi possa essere il proprietario. 

Il post sulla pagina facebook Amici degli animali Sardegna

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il mistero del cane scuoiato: la macabra scoperta fatta da un passante

Today è in caricamento