Giovedì, 23 Settembre 2021
Animali

Sostanze chimiche nel sangue dei gatti domestici, rischio anche per i bambini

I gatti tenuti in appartamento mostrano un'elevata concentrazione di sostanze chimiche in grado di danneggiare il sistema endocrino e la tiroide: rischi anche per l'uomo?

Accudire i gatti in casa comporta dei significativi vantaggi per la salute del felini. Un ambiente protetto, quello dell’appartamento, in cui i gatti possono vivere e giocare in tranquillità e soprattutto lontano da infezioni e sporcizia. Ma c’è un rovescio della medaglia. Gli animali, se tenuti sempre in casa, sono costantemente in contatto con prodotti chimici in grado di danneggiare la salute dei felini. A rivelarlo è l’Università di Stoccolma che ha trovato livelli di sostanze chimiche preoccupanti nei gatti domestici.

Sono i “ritardanti antifiamma” ad essere stati scoperti dai ricercatori nel sangue degli animali. Si tratta di composti spesso presenti in abbondanza nelle nostre case, perché inseriti in elettrodomestici e dispositivi elettronici per proteggerli dagli incendi. E’ una sostanza con effetti significativi sul sistema endocrino e che potrebbero avere ricadute anche sulla salute dei bambini.

L’obbiettivo degli esperti è di trovare eventuali correlazioni tra le sostanze chimiche presenti nelle nostre case e lo sviluppo di problemi legati alla tiroide in tarda età; nei gatti, ma anche negli uomini.

La notizia su ScienzeNotizie

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sostanze chimiche nel sangue dei gatti domestici, rischio anche per i bambini

Today è in caricamento