Lunedì, 17 Maggio 2021

Lampreda, il pesce parassita: tutte le cose da sapere

Il pesce antico senza mascelle che vive nei corsi d'acqua dolce

©Wikipedia

Il suo aspetto è a metà tra un'anguilla e un serpente e vive nei fiumi. In Inghilterra la conoscono come 'il pesce che uccise il re' proprio perchè Enrico I d’Inghilterra morì per averne consumato una dose eccessiva: parliamo della lampreda di fiume.

Caratteristiche

La lampreda è molto simile ad un serpente e la troviamo sia in acqua dolce che in quella salata. Ha un corpo cartilagineo e una colorazione che va dal blu al verde scuro. Chi ha l'occasione di incontrarla dal vivo la descrive come un essere mostruoso per via della sua bocca particolare. In effetti è davvero terrificante: non ha normali mascelle ma una specie di ventosa circolare, le cui pareti sono contornate di numerosi denti affilati. Anche la lingua è armata di tanti dentini acuminati.  La lampreda non si nutre ingoiando le sue vittime, ma come un parassita si attacca ad esse, succhiandone i nutrienti e i fluidi.

Pesce antico

La Lampreda è considerata un pesce primitivo proprio per la loro bocca caratterizzata da connotati arcaici, senza mascelle e per la presenza di pinne pettorali e ventrali. Sono paragonabili ai salmoni per il loro ciclo vitale e si spostano dall'acqua dolce a quella salata fino al momento in cui si riproducono per poi rientrare nuovamente in acqua dolce. La loro presenza è minacciata dall'inquinamento ambientale e dalla costruzione di dighe e sbarramenti lungo i corsi d'acqua.

Dove vive

La lampreda di fiume è diffusa in tutta Europa e in Scandinavia. In Italia si trova lungo la fascia costiera occidentale e nei principali corsi d’acqua tirrenici, soprattutto nella parte ligure del bacino del Magra-Vara.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lampreda, il pesce parassita: tutte le cose da sapere

Today è in caricamento