rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Animali

Mangime per cani e gatti: quale scegliere

Cani e gatti fanno ormai parte della famiglia a tutti gli effetti, ecco perché il mangime è importante: in particolare sapere quale scegliere.

Cani e gatti fanno ormai parte della famiglia a tutti gli effetti, ecco perché il mangime è importante: in particolare sapere quale scegliere.

Non ne esiste uno perfetto per definizione. Bisogna valutare sempre un alimento rispetto al proprio amico a 4 zampe: alle sue condizioni fisiche, ad eventuali intolleranze o sensibilità.

Scegliere il cibo per cani e gatti: la sai leggere l'etichetta?

Per sapere con certezza se quello che mettiamo nelle ciotole è l’alimento giusto per i nostri animali domestici è necessario saper leggere l’etichetta del mangime. Ecco delle semplici linee guida da seguire per non sbagliare.

La prima è sicuramente la voce più importante: gli ingredienti. Di qualsiasi marca e di qualsiasi tipologia, sulle etichette vengono elencati gli ingredienti non in ordine casuale, ma in ordine decrescente, quindi il primo è quello percentualmente presente in maggiore quantità. La disposizione dei componenti, dunque, permette di capire da cosa sia composta la crocchetta o la scatoletta che abbiamo in mano. Come capire se si tratta di un prodotto di qualità? Il primo ingrediente della lista deve essere carne o pesce e non i cereali.

Ogni azienda ha il suo modo di scrivere le etichette: alcune, ad esempio, raggruppano per macrocategorie gli ingredienti, indicando un generico “cereali” o “carni e derivati”. Altre, invece, indicano con chiarezza tutti gli ingredienti: come “riso”, “mais”, “carne fresca di pollo”, “farina di pollo” e così per ogni singolo componente. È facile propendere più per la seconda azienda: non soltanto perché elencando tutti gli ingredienti garantisce maggiore trasparenza, ma anche perché un’indicazione di questo tipo, permette di avere il controllo degli ingredienti che compongono la dieta anche in caso di allergie o intolleranze alimentari.

Il fatto che si tratti di un alimento completo o complementare non è un dettaglio. Bisogna imparare a fare attenzione a questa specifica, obbligatoria per legge, poiché fa la differenza. Gli alimenti appartenenti alla prima categoria, infatti, apportano tutte le sostanze nutritive di cui l’animale ha bisogno senza rischiare, dunque, che il cane o il gatto vada incontro a carenze di qualche tipo. Al contrario, un mangime complementare non deve essere proposto come dieta esclusiva ma essere associato ad un prodotto che sia più completo possibile.

Da non dimenticare l’importanza di un controllo della tabella nutrizionale che va sempre effettuato tenendo ben presenti i fabbisogni nutrizionali del proprio animale domestico. considerando la sua fase di vita oppure eventuali problemi di salute.

Quelli elencati fin qui non sono certo gli unici elementi da considerare quando si arriva alla scelta dei mangimi naturali per cani e gatti. Ci sono molti altri parametri che si possono (e spesso si devono!) prendere in considerazione ma, già partendo da queste semplici indicazioni, possiamo farci un’idea rispetto al tipo di mangime che stiamo considerando e a quello che dobbiamo acquistare per il nostro amico a quattro zampe. Non dimentichiamo mai che, esattamente come noi, anche gli animali hanno bisogno di alimenti composti da ottimi ingredienti.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mangime per cani e gatti: quale scegliere

Today è in caricamento