Lunedì, 25 Ottobre 2021
Animali

Lo scoiattolo grigio fa paura e ora vogliono abbatterlo perché "alieno"

Sta rapidamente soppiantando la specie locale del nord Italia, più piccola e meno aggressiva

La regione Emilia Romagna ha deciso di abbattere gli scoiattoli grigi che da tempo sono presenti anche in Piemonte, Lombardia e Liguria dopo essere stato introdotto dal Nord America. Gli animali verranno cercati capillarmente lungo la fascia del Po, e abbattuti sul posto con la tecnica del CO2.

Lo scoiattolo grigio sta rapidamente soppiantando la specie locale del nord Italia, più piccola e meno aggressiva, moltiplicandosi rapidamente e provocando danni anche agli alberi da frutto e alle coltivazioni.

Il problema è ben noto anche in Piemonte, dove è sempre più difficile scovare un esemplare di scoiattolo rosso autoctono mentre lo scoiattolo grigio è diffusissimo ormai ovunque, compresa Torino, dove è facilissimo incontrarli non solo nei parchi ma in qualunque cortile condominiale cittadino.

"Lo scoiattolo grigio fa paura perché può "produrre importanti impatti negativi sia sugli ecosistemi colonizzati sia sulle attività antropiche", si legge nella delibera della Giunta Bonaccini. Sulla vegetazione, ad esempio, e in particolare nei boschi, lo scoiattolo grigio scorteccia gli alberi che, di conseguenza, sono "maggiormente suscettibili di attacco da parte di malattie e parassiti". Per quanto riguarda le produzioni agricole, invece, attacca in particolare "i noccioleti, di cui consuma le nocciole prima della loro completa maturazione e fino ad esaurimento della disponibilità, dopo circa quattro mesi, provvedendo nel frattempo a sottrarre una quota significativa di semi che immagazzina nel terreno o in cavità negli alberi per un uso successivo nei mesi tardo autunnali e invernali quando le risorse alimentari scarseggiano".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo scoiattolo grigio fa paura e ora vogliono abbatterlo perché "alieno"

Today è in caricamento