Mercoledì, 2 Dicembre 2020
Germania

Le 13 regioni italiane davvero a rischio Covid (secondo la Germania)

Nelle scorse settimane il Robert Koch Institut aveva segnalato 11 regioni italiane come “zona rossa”. L'elenco oggi si allunga. Ma quali sono le differenze tra Roma e Berlino nella gestione dell'epidemia?

La Germania aggiorna l'elenco delle zone italiane sconsigliate. Foto: Ansa

Spaventano anche la Germania i numeri del contagio in Italia. Nel nostro Paese, secondo l'ultimo bollettino, sono 299.191 le persone positive al Sars-Cov-2. In terapia intensiva ci sono 1.651 persone, il numero aumenta di un centinaio di unità al giorno ormai. Ma se Roma piange, Berlino non ride: anche in Germania i numeri di venerdì sono pessimi, oggi altri 18.681 casi di coronavirus, un nuovo record su base giornaliera dall'inizio della pandemia.

Le 13 regioni a rischio Covid in Italia

Quasi tre quarti di Italia a rischio Covid secondo gli esperti teutonici. La Germania ha aggiornato l'elenco delle zone italiane a rischio: gran parte dell'Italia e l'Austria, tra le tante in Europa. Nelle scorse settimane il Robert Koch Institut aveva segnalato 11 regioni italiane come “zona rossa”, nel nuovo elenco ce ne sono 13, con l'aggiunta di Liguria e Campania, oltre alla provincia di Bolzano che già rientrava nella lista.

Le regioni italiane già segnalate il 23 ottobre erano Valle D'Aosta, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Piemonte, Sardegna, Toscana, Veneto, Umbria, più la provincia di Bolzano. Con l'aggiornamento di oggi rientrano nella lista dei paesi completamente a rischio Croazia, Slovenia, Ungheria, Bulgaria e Cipro. Si segnalano anche per la prima volta regioni della Grecia e della Lettonia. Vengono indicate inoltre regioni della Danimarca, del Portogallo, della Svezia e della Lituania. Anche Monaco, San Marino e il Vaticano sono zone rosse.

L'Istituto Robert Koch (RKI) è l'organizzazione responsabile per il controllo e la prevenzione delle malattie infettive in Germania, e fa parte del Ministero federale della salute. Il fatto che diventino mete sconsigliate dal ministero degli Esteri, in seguito alla raccomandazione del RKI, non comporta che ci sia espressamente un divieto di viaggio. Chi rientra da questi paesi dovrà però rispettare una quarantena, o sottoporsi a un test e attendere un risultato negativo, per poter uscire di nuovo di casa. Ogni Land ha una sua politica sui tamponi e sulla quarantena. Anche buona parte della Germania - dove da lunedì 2 novembre scatta un semi-lockdown che colpirà anche gli alberghi con divieto di pernottamenti a scopi turistici - è zona a rischio.

La cancelliera tedesca, Angela Merkel, ha definito la situazione in Germania "drammatica" e ha spiegato che "minimizzare il Covid in modo populista è irresponsabile". Per constrastare la diffusione del virus, chiuderanno per un mese cinema, teatri, palestre e altri luoghi di aggregazione sociale. Bar e ristoranti continueranno a lavorare ma solo per il servizio d'asporto. Aperti, invece, i negozi, che dovranno adottare nuove misure di distanziamento: un cliente ogni 10 metri quadrati. Nei negozi piccoli significa uno alla volta. Anche in Germania le scuole resteranno aperte, così come in Francia: un lockdown "morbido", ma con regole molto chiare.

Le differenze tra Italia e Germania

Alcune slide mostrate da Piazzapulita su La7 spiegano in maniera abbastanza immediata come sia stata affrontata diversamente l'emergenza sanitaria da parte della popolazione nei due Paesi. L'app per il tracciamento in Germania è stata molto più scaricata e ha avvertito i cittadini di molti più possibili contagi dopo contatti a rischio.

app immuni germania-2

Non è tutto. In Germania si fanno anche più tamponi. Molti di più. 

tamponi germania-2

Infine, anche una terza slide di Piazzapulita segnala quale possa essere una possibile spiegazione del minor numero di casi in Germania fino a oggi. C'entra la famiglia, o meglio, il fatto che molti giovani italiani restino a vivere con la famiglia fino a tarda età: contagiando così i genitori o i nonni.

contagio-3

Le 10 cose da fare per evitare il lockdown (ma il tempo stringe) 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le 13 regioni italiane davvero a rischio Covid (secondo la Germania)

Today è in caricamento