Giovedì, 29 Ottobre 2020
Attualità

Multato perché era in strada durante il lockdown: annullata la sanzione a un senzatetto

La polizia stradale lo aveva pizzicato mentre da Bologna si spostava per cercare un alloggio. Il ricorso presentato dall'associazione Avvocati di Strada

Un senzatetto era stato multato durante il lockdown per essere stato trovato in strada. L'associazione Avvocato di Strada ha annunciato però che il prefetto di Bologna ha annullato la sanzione di 533,33 euro che gli era stata inflitta. L'uomo era stato multato dalla polizia municipale mentre da Bologna si stava recando in un paese della provincia alla ricerca di un alloggio ma quello spostamento era stato considerato illegittimo in violazione delle misure di contenimento del Covid-19.

Nel ricorso, gli avvocati di strada Antonio Mumolo e Paola Pizzi, hanno dimostrato che la persona ricorrente si trovava in strada perché non aveva una casa ed era alla ricerca di una casa, più sicura per la propria salute rispetto ad un dormitorio, dove vivere durante i mesi di lockdown senza rischi di contagio. Il prefetto, considerate le circostanze e alla luce dei rilievi avanzati dall'associazione, ha ritenuto lo spostamento legittimo ai sensi della normativa e, pertanto, ha ordinato l’archiviazione della violazione.

I legali dell'uomo hanno accolto la decisione del prefetto "con grande sollievo", perché ritenevano che il loro assistito fosse stato "ingiustamente" multato "solo perché non aveva una casa e che non avrebbe avuto nessuna possibilità economica di pagare una multa onerosa che si sarebbe moltiplicata in breve tempo".

“Quando erano state decise le sanzioni per chi veniva trovato in strada durante il lockdown avevamo denunciato la situazione paradossale in cui si sarebbero trovate le persone senza dimora con la campagna 'Io resto a casa. E se una casa non ce l’ho?'. Eravamo stati facili profeti e in poche settimane erano fioccate multe e denunce a tantissimi senza tetto in tante città italiane. Siamo molto soddisfatti per il risultato di oggi – hanno detto Antonio Mumolo e Paola Pizzi in una nota - e ci auguriamo che vengano annullate tutte le multe analoghe fatte a chi viveva in strada durante l’emergenza Covid”.

L'appello di Avvocati di strada per i senzatetto durante il lockdown

A marzo l'associazione Avvocati di Strada aveva denunciato la situazione paradossale dei senzatetto multati in tutta Italia per non aver rispettato l'obbligo di restare in casa sebbene, per definizione, queste persone una casa non ce l'hanno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Avvocati di Strada aveva poi rivolto un appello al premier Conte, ai sindaci e ai presidenti di Regione, chiedendo un intervento in merito dopo che erano stati segnalati diversi casi tra Milano, Modena Verona, Siena e altre città.

Coronavirus, il paradosso delle multe ai senzatetto: sanzionati perché non stanno a casa 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

Multato perché era in strada durante il lockdown: annullata la sanzione a un senzatetto
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...