Martedì, 2 Marzo 2021

Antonella Viola: "Il vaccino non risolverà nulla prima della fine del prossimo anno"

L'immunologa invita i cittadini a rispettare le misure di sicurezza. E per l'infettivologo Matteo Bassetti "la terza ondata è inevitabile"

Antonella Viola

"Non credo ci sia il rischio che l'avvio della vaccinazione anti Covid induca le persone ad abbassare la guardia. Sarebbe sbagliato perché la vaccinazione non risolverà nulla prima della fine dell'anno prossimo". Lo spiega all'Adnkronos Salute l'immunologa Antonella Viola, docente di Patologia generale del Dipartimento di Scienze biomediche dell'Università di Padova. Il vaccino, sottolinea, non è una patente per sentirsi liberi di non rispettare le misure preventive. E "anche chi si vaccina - precisa - deve continuare a usare mascherina e distanziamento".

Matteo Bassetti: "La terza ondata è inevitabile"

E così la pensa anche Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova e componente dell'Unità di crisi Covid-19 della Liguria, che interpellato dall'Adnkronos invita gli italiani a "indossare la mascherina, lavarsi le mani e mantenere una distanza di sicurezza".  "Con l'arrivo del vaccino" anti-Covid, dice Bassetti, "non è il momento di abbassare la guardia, anzi è proprio il momento in cui va alzata e va fatta molta attenzione"." Io credo che, come già detto, la terza ondata sarà inevitabile. Forse è la ripresa della seconda da cui ancora non siamo fuori". "In molte regioni - aggiunge l'infettivologo - ci sono ancora tanti malati Covid in ospedale. Grazie al vaccino si vede la luce dopo 9 mesi, ma ad oggi tutti dobbiamo impegnarci ad applicare le misure che conosciamo". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Antonella Viola: "Il vaccino non risolverà nulla prima della fine del prossimo anno"

Today è in caricamento