Domenica, 24 Gennaio 2021

I 3 milioni di anziani che rischiano di restare soli a Natale e Capodanno

In Italia il 60% degli ultrasettantacinquenni abita nello stesso comune del figlio. Il 15,1% nello stesso caseggiato e il 25,8% entro 1 km. Solo lo 0,9% ha figli lontani all’estero, il 5% a più di 50 km. Il governo studia le deroghe per i nonni nel nuovo Dpcm

Sono più di tre milioni, secondo i dati Istat, gli anziani (ovvero gli ultra 75enni) che vivono da soli e che rischiano di dover festeggiare il Natale 2020 e il Capodanno in casa se il governo non darà il permesso ai nonni di raggiungere i nipoti per le feste con il Dpcm 3 dicembre. L'istituto di statistica ha pubblicato nell'aprile scorso i numeri della popolazione anziana del paese, dai quali si evince che sono 7.058.755 gli anziani con 75 anni e più che risiedono in Italia, l’11,7% del totale della popolazione. Il 60% è composto da donne.

I 3 milioni di anziani che rischiano di restare soli a Natale e Capodanno

Quasi la metà delle donne di 75 anni e più vive da sola, il 29% in coppia. Capovolta la situazione degli uomini, il 21,7% vive solo e il 68% in coppia. Quattro su dieci hanno malattie croniche mentre - e questo è un numero che dovrebbe incoraggiare l'esecutivo a concedere le deroghe ai nonni - tra le persone di 75 anni e più il 51% vive a una distanza di non oltre un Km dal figlio più vicino e il 20% ci vive insieme. L’8,9% non ha figli e vive solo e lo 0,9% ha figli lontani all’estero. L'Istat infatti spiega che il nostro è un paese con forti legami intergenerazionali e se gli anziani vivono sempre più spesso soli, ciò non vuol dire che essi si trovino in una situazione di isolamento sociale:

In Italia il 60% degli anziani abita nello stesso comune del figlio. In particolare il 20,9% vive con i figli, il 15,1% nello stesso caseggiato e il 25,8% entro 1 km. Solo lo 0,9% ha figli lontani all’estero, il 5% a più di 50 km. Gli anziani che vivono soli e non hanno figli sono l’8,9%. Tra quelli che vivono da soli e hanno figli, il 56,4% è abituato a vedere i figli giornalmente, più le donne che gli uomini (60,5% contro 43,4%). 

Fra le persone di 75 e più che vivono da sole, due su tre hanno almeno un nipote. Abitando nello stesso comune, per il 74,0% di questi anziani la distanza abitativa con il nipote più vicino è decisamente contenuta e nel 40% dei casi i contatti sono settimanali.

milioni anziani soli natale-2

Proprio il fatto che in molti abitino a una distanza relativa rispetto ai figli dovrebbe far accettare al governo la possibilità di derogare per i nonni: anche se fosse vietato, sarebbe piuttosto semplice aggirare la regola muovendosi per andare a casa dei figli (o viceversa) e poi trascorrere lì la notte nella stanza degli ospiti o su un giaciglio di fortuna. I controlli in casa sarebbero comunque complicati, come ha dimostrato di rendersi conto lo stesso Conte. 

Se non saranno quindi possibili i ricongiungimenti familiari - ma il governo sta pensando a deroghe - i nonni rischiano di restare soli a Natale e a Capodanno, ovvero durante quelle feste tradizionalmente familiari. Anche se sarebbe possibile - ma non avendo il 100% della sicurezza - attraverso un tampone poche ore prima del 24, del 25 o del 31 dicembre e con l'uso di mascherine almeno festeggiare in presenza. "Credo che laddove non ci siano particolari condizioni di fragilità, seguendo tutte le regole, sempre indossando mascherine, magari per un tempo breve, sia possibile incontrarsi. Dove invece, o per lontananza, o perché ci sono anziani in condizioni di grave fragilità, non sia possibile incontrarsi, allora bisogna puntare a fare un Natale alternativo", consiglia oggi attraverso Repubblica Antonietta Albanese, docente di Psicologia alla Statale di Milano e fondatrice del Laboratorio interuniversitario di incontri generazionali. Altrimenti bisognerà inventarsi qualcosa: "Fondamentale la tecnologia. Mangiare insieme collegati via Skype, guardare insieme la stessa trasmissione, farsi compagnia con una lunga telefonata, lasciare un regalo sul pianerottolo, tagliare virtualmente nello stesso momento il panettone". Ma non sarà la stessa cosa. 

Il nuovo Dpcm 3 dicembre con le regole di Natale 2020: rientri dei fuorisede, a tavola in 10 e deroghe solo per i nonni

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I 3 milioni di anziani che rischiano di restare soli a Natale e Capodanno

Today è in caricamento