Lunedì, 18 Gennaio 2021

App Immuni attiva da oggi, già 2 milioni di download. Salvini: "Non scarico nulla"

Sperimentazione al via in Abruzzo, Liguria, Marche e Puglia. Da metà giugno l'app potrebbe essere operativa in tutta la penisola

App Immuni

Dopo tante tribolazioni si parte. Inizia oggi la sperimentazione dell’app Immuni in quattro regioni italiane, Abruzzo, Liguria, Marche e Puglia.  La app, che ha ottenuto l'ok da parte del Garante per la Privacy, è prima finita nella bufera per le grafiche che ritraevano una mamma con il bambino e l'uomo davanti al pc, accusate di essere sessiste (e poi cambiate e 'invertite'), e successivamente per le difficoltà legate alla tipologia di smartphone, in alcuni casi incompatibili per scaricare la app, problema su cui si è lavorato in questi giorni proprio in vista della partenza della sperimentazione.

Già da qualche giorno l’app è disponibile per il download su App Store, per i dispositivi Ios, e Play Store per gli Android. Da oggi però sarà anche operativa. È stata la ministra della P.A Fabiana Dadone a darne annuncio su Twitter. "Oggi parte la sperimentazione di Immuni in quattro Regioni, ma intanto l'app è stata già scaricata da oltre due milioni di persone. Continuiamo a lavorare per mettere in campo tutti gli strumenti utili a garantire la mobilita' in sicurezza degli italiani".

Immuni logo ANSA-2-2-2

App Immuni, Salvini: "Non la scarico"

Ma le polemiche non mancano. Salvini ad esempio ha fatto sapere che non ha intenzione di usare l’applicazione per il contact tracing. "Io non scarico assolutamente nulla" ha detto il segretario della Lega commentando l'avvio della sperimentazione. "Gli italiani - ha aggiunto - chiedono garanzia totale nella gestione e tutela dei loro dati e fino a quando non ci sarà questa garanzia, io non scarico nulla".

Il sondaggio sull’app Immuni solo 1 su 6 la scaricherà di sicuro

Secondo un recente sondaggio Emg Acqua, gli italiani sono abbastanza divisi sull’uso dell’app. Se è vero che il 44% del campione rappresentativo della popolazione maggiorenne si è dichiarato disponibile a scaricare e dunque utilizzare l’app di tracciamento, solo il 16% ha detto che la scaricherà certamente mentre quasi un quarto del campione (24% degli intervistati) si è detto contrario ad utilizzarla sul proprio device.

Come funziona l’app Immuni

Il download dell'applicazione è volontario è potrà essere effettuato in tutta Italia. L’app darà però la possibilità da lunedì 8 giugno di caricare i codici dei positivi solo ai sanitari di quattro regioni test: Liguria, Puglia, Abruzzo e Marche. Una volta configurate regione e provincia, tramite bluetooth l’app dialogherà con gli altri device nei quali è installata, scambiando codici alfanumerici anonimi. Se una persona risulta positiva e decide di segnalarlo all'app, grazie a quei codici verranno avvisate con una notifica tutte le persone entrate in contatto col positivo nei giorni precedenti. Non c'è niente di obbligatorio, ogni passaggio è volontario. Ma soprattutto l'app non raccoglie dati personali come cognome, numeri in rubrica etc visto che non usa la geolocalizzazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

App Immuni attiva da oggi, già 2 milioni di download. Salvini: "Non scarico nulla"

Today è in caricamento