Venerdì, 16 Aprile 2021

L'Aquarius fa rotta verso Valencia, ma ci sono due migranti dispersi

L'imbarcazione di Sos Mediterranée ha da poco lasciato la Corsica. Un nigeriano e un sudanese sarebbero annegati in mare durante le operazioni di salvataggio. Polemiche sulla frase di Salvini che ha definito il viaggio dei migranti "una crociera"

Screenshot dal sito MarineTraffic

Dove si trova la nave Aquarius? E in che condizioni sono i migranti a bordo? Secondo le ultime notizie, la nave di Sos Mediterranée alla quale nei giorni scorsi l'Italia ha negato l'attracco, è al largo della Sardegna, dopo aver lasciato la Corsica dove ha fatto un rifornimento. Lo si evince dal sito MarineTraffic. La nave ora si sta dirigendo verso Valencia, dove dovrebbe arrivare alle 11 di domenica, scortata dalla 'Dattilo' della Marina militare. A bordo della 'Dattilo' ci sono 274 migranti, mentre altri 250 sono stati trasferiti sulla nave Orione della Marina italiana.

Nave Aquarius, disperse due persone

Nelle ultime ore il personale a bordo è venuto a sapere, attraverso le testimonianze incrociate dei naufraghi, che un sudanese e un nigeriano che viaggiavano sui gommoni soccorsi nel Mediterraneo Centrale "risultano dispersi". "I due uomini - scrive su Twitter Sos Mediterranée - hanno perso la vita durante un soccorso critico nella notte" tra sabato e domenica. 

Le condizioni dei migranti a bordo

Secondo Sos Mediterranée giovedì le condizioni del mare erano particolarmente critiche con onde alte 4 metri e vento a 35 nodi fino: "È un nuovo calvario per i 630 naufraghi dopo la Libia, l’angoscia a bordo di barconi e 4 giorni trascorsi sul ponte di una nave" ha scritto la Ong su Twitter. 

Senza sosta il personale medico di Medici Senza Frontiere sulla nave Aquarius continua ad assistere i 106 migranti rimasti a bordo. "Continuiamo a curare con medicazioni quotidiane più di 20 pazienti che hanno subito gravi ustioni chimiche dovute alla prolungata esposizione al mix di carburante e acqua salata. Se non trattate correttamente, queste ustioni causeranno dolore cronico e cicatrici orribili", fa sapere Msf.

Qualche ora fa su Twitter, la Ong aveva postato l'immagine di un uomo al quale "è stato parzialmente amputato un dito in Libia": i medici stanno prontamente curando le ferite.

A bordo dell'Aquarius, il video di Sos Mediterranéé

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A causa delle condizioni del mare e sfiniti dal viaggio, alcuni migranti si sono sentiti male e sono stati trasferiti all'interno al sicuro dove hanno ricevuto cure per il mal di mare. "La strada per Valencia è ancora lunga e difficoltosa" scrive ancora Sos Mediterranée che riporta anche alcune testimonianze dei richiedenti asilo: "Oggi, guardando la costa della #Sardegna, molte delle persone soccorse hanno chiesto: «perché non possiamo andare lì? Tra quanti giorni arriveremo?»", si legge in un post. 


A bordo della nave 'Dattilo', in rotta verso Valencia | Video

I migranti ammassati sul ponte, a testa bassa per proteggersi dal vento. Sono le immagini che arrivano dalla nave italiana Dattilo, che con 274 migranti a bordo sta accompagnando la nave Aquarius verso il porto di Valencia. A raccontare la situazione sull’imbarcazione, che ospita anche 60 minori, c’è Sidonie, operatrice del team Unicef-InterSos (video Askanews).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Salvini definisce l’Aquarius una crociera

E non mancano le polemiche dopo le dichiarazioni di Matteo Salvini che ieri pomeriggio, lasciando la Camera, ha detto ai giornalisti:

"Non possono decidere dove cominciare e finire la crociera. È tutto sotto controllo, è tutto tranquillo, non c’è problema alcuno. Mi sembra che l’arrivo sia previsto sabato senza intoppi". 

A Salvini ha replicato così l’ex ministro degli Interni Marco Minniti, intervenuto questa mattina ad Agorà, su Rai3: "Noi abbiamo ascoltato una escalation di parole, una 'crociera' come si fa a definire quel viaggio drammatico che i migranti stanno facendo verso Valencia su nave Aquarius con onde alte 4 metri, una crociera. Come si fa a dire 'la pacchia è finita?', 'l'immigrazione è un business' non è solo un problema di galateo verbale, è un problema di concezione".

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Aquarius fa rotta verso Valencia, ma ci sono due migranti dispersi

Today è in caricamento