Assume farmaci per l'aborto in casa: denunciata per violazione della 194

I fatti nel Brindisino dove una 32enne, colta da emorragia, è stata costretta a chiamare il 118

Foto di repertorio

Non voleva il bambino e così, anziché andare in ospedale, si è imbottita di medicinali.  I fatti a San Vito dei Normanni, nel Brindisino, dove una cittadina nigeriana di 32 anni ha interrotto volontariamente la gravidanza senza rivolgersi a strutture socio-sanitarie, assumendo autonomamente farmaci non meglio precisati.

Colta da emorragia, la donna ha chiesto l’intervento del 118.  un anno di nascita differente da quello reale, nel tentativo di coprire la sua identità. I soccorritori, insospettiti dalle reticenze della donna hanno richiesto l’intervento dei carabinieri. I medici dell’ospedale di Francavilla Fontana hanno poi accertato che la 32enne era incinta da 12 settimane e che si era provocata autonomamente l’interruzione della gravidanza attraverso l’assunzione di farmaci abortivi, acquistati probabilmente sul mercato nero. Inevitabile la denuncia per il reato di interruzione volontaria di gravidanza. 

Aborto, cosa dice la legge 194

La normativa sull’aborto, come noto, è regolamentata dalla Legge 22 maggio 1978 che, all’articolo 18, prevede che "chiunque cagiona l’interruzione della gravidanza senza il consenso della donna è punito con la reclusione da quattro a otto anni. Si considera come non prestato il consenso estorto con violenza o minaccia ovvero carpito con l’inganno. La stessa pena si applica a chiunque provochi l’interruzione della gravidanza con azioni dirette a provocare lesioni alla donna". 

Tutti contro Salvini: il congresso sulla famiglia manda in tilt il governo
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni, c'è una buona notizia sull'età di vecchiaia

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 9 novembre 2019

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 12 novembre 2019

  • Nuovo maxi concorso: oltre 300 posti a tempo indeterminato, si cercano laureati e diplomati

  • Tasse sulla casa, arriva la nuova Imu (e scompare la Tasi): cosa cambia

  • Tasse, chi rischia di pagare di più con la nuova Imu

Torna su
Today è in caricamento