Domenica, 29 Novembre 2020
Torna il terrorismo islamista? / Francia

Il killer di Nizza è passato da Lampedusa: doveva essere espulso

Ibrahim Aoussaoui, il 21enne tunisino responsabile dell'attentato di oggi è passato per l'Italia: sbarcato il 20 settembre, il 9 ottobre era stato trasferito a Bari, dove gli era stato notificato un ordine di espulsione

Attentato a Nizza, in Francia (FOTO ANSA)

Il killer autore dell'attentato avvenuto questa mattina in una chiesa di Nizza, in Francia, era sbarcato a Lampedusa con un gruppo di migranti. La notizia, confermata da fonti investigative italiane, è stata resa nota dal deputato francese dei Repubblicani Eric Ciotti con un post su Twitter: ''L'attentatore di Nizza è un tunisino arrivato molto di recente in Francia da Lampedusa''. L'aggressore, il 21enne tunisino Ibrahim Aoussaoui sarebbe arrivato in Italia il 20 settembre, mentre il 9 ottobre sarebbe stato trasferito in un centro per migranti a Bari, dopo la quarantena obbligatoria per tutti coloro che sbarcano. Dopo la sosta in Puglia aveva ricevuto un ordine di espulsione dal territorio italiano, con invito a rimpatrio

Attentato a Nizza, il killer è passato dall'Italia

Sarebbero queste, secondo gli investigatori, le prime due tappe italiane del killer che era anche stato indagato per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina dalla Procura di Agrigento. Con lui vennero iscritti nel registro degli indagati anche gli altri connazionali arrivati quel giorno sull'isola delle Pelagie. Quel giorno arrivarono a Lampedusa una ventina di barconi con a bordo soprattutto tunisini, tra cui il terrorista. Sono ancora in corso le indagini per ricostruire tutti i movimenti successivi e le modalità che hanno consentito all'uomo di lasciare il centro e raggiungere la Francia.

Nizza, chi è l'attentatore

Secondo i media francesi si tratta di un tunisino: gli inquirenti non hanno ancora rivelato l'identità dell'attentatore, se non che ha 21 anni e che è di origine tunisina. Il tunisino si trova ricoverato in ospedale in condizioni gravi dopo il sanguinoso attacco in cui ha ucciso tre persone, due donne e un uomo. Agli inquirenti ha detto di aver agito da solo.

Eric Ciotti, durante un incontro a Nizza con il presidente Emmanuel Macron ha chiesto "la sospensione di tutti i flussi migratori e di tutte le procedure d'asilo, in particolare alla frontiera con l'Italia: bisogna proteggere i francesi".

Come il 25enne di Nizza, anche il tunisino responsabile dell'attentato al mercatino di Natale di Berlino nel 2016, Anis Amri, sbarcò in Italia. L'uomo arrivò a Lampedusa nel 2011 con altri migranti. Dichiaratosi minorenne fu trasferito in un centro per minori in Sicilia e successivamente si spostò in Germania.

L'attentato di Nizza: tre vittime, una è stata decapitata

Tre morti e diversi feriti. Questo il bilancio di un attacco compiuto questa mattina all'interno della chiesa di Notre-Dame a Nizza. La polizia ha arrestato il responsabile - armato di coltello - e una squadra di artificieri si è recata sul posto. Le vittime sono due donne e il custode della chiesa. Il corpo di una delle due è stato trovato all'interno della chiesa. La seconda donna, gravemente ferita dall'assalitore, era riuscita a fuggire rifugiandosi in un bar di fronte alla chiesa ma è morta in seguito a causa delle ferite riportate. 

Secondo quanto ha reso noto una fonte della polizia, una delle vittime è stata sgozzata e un'altra decapitata. Del caso è stata investita la procura anti-terrorismo che ha avviato un'inchiesta per "omicidio e tentato omicidio in relazione ad un'impresa terroristica e associazione a delinquere di stampo terroristico".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il killer di Nizza è passato da Lampedusa: doveva essere espulso

Today è in caricamento