Giovedì, 4 Marzo 2021
La gaffe su Repubblica

Corrado Augias vittima di una truffa informatica ma non se ne accorge (e se la prende con l'Enel)

Il giornalista, rispondendo alla lettera di una lettrice, racconta una sua disavventura con quella che crede sia stata una mail ufficiale dell'azienda mentre invece, a giudicare dal testo che lui cita, si tratta di phishing

Una brutta disavventura per il giornalista e scrittore Corrado Augias. Rispondendo a una lettrice nella sua rubrica sul quotidiano Repubblica, Augias ha raccontato una sua esperienza personale con quella che credeva essere una mail istituzionale di Enel senza accorgersi che in realtà era un tentativo di phishing, una truffa informatica. Il racconto di Augias è stato pubblicato senza filtri su Repubblica e in breve tempo è diventato virale.

Nella sua lettera, la lettrice aveva raccontato al giornalista le sue difficoltà burocratiche nel chiedere la cittadinanza italiana, dopo 45 anni in Italia, mantenendo quella svizzera, e riportando la confessione di un impiegato svizzero di origini italiane con il quale ha avuto a che fare e che si trova a dover combattere contro “tanti documenti illeggibili, in parte scritti a meno, che arrivano al suo ufficio da varie località italiane”. Augias, in risposta alla disavventura della signora, ha deciso di raccontare la sua, ossia quando si è ritrovato alle prese con quello che secondo lui è un caso di “inefficienza” da parte di dell’Enel. 

Il giornalista, in perfetta buona fede e sinceramente stupito da tanta "inefficienza", ha riportato quindi per filo e per segno il testo illeggibile e pieno di strafalcioni di una mail che gli è arrivata tempo fa, riguardante un fantomatico sollecito per un rimborso di 92,72 euro. Come spesso accade nelle mail di phishing, all’apparenza simili come grafica e impaginazione a quelle di aziende realmente esistenti ma con traduzioni italiane effettuate in maniera automatica e scorretta, il testo presentava diversi errori, oltre al classico link esterno con l’invito a inserire username e password.

Corrado Augias e la mail di phishing: il racconto su Repubblica

Augias, “sgomento”, ha eseguito le indicazioni di quella che pensava fosse Enel, senza accorgersi di nulla. Rispondendo alla signora, dopo aver raccontato questa sua esperienza, il giornalista si chiede: “È l’Enel che non capisco. Con la bella pubblicità che fa, così moderna, dinamica, apparentemente amichevole, non ha una persona in grado di scrivere un messaggio in un italiano comprensibile? Né un tecnico capace di organizzare una finestra di dialogo?”. 

Su Twitter - dove l’hashtag #Augias è entrato in tendenza - in molti hanno commentato la vicenda. 

“Quando dico che serve l’educazione digitale. Su Repubblica di oggi Corrado Augias che è una brava persona racconta ingenuo per filo e per segno come ha abboccato ad una mail di phishing soffermandosi sul linguaggio senza aver capito che era phishing”, commenta Massimo Mantellini, tra i maggiori esperti di internet in Italia. 

“Il povero Corrado Augias finisce nell'occhio del ciclone (ed è attualmente quinto nelle tendenze di Twitter) ammettendo di aver abboccato ingenuamente ad una mail di phishing che lui pensava fosse una comunicazione istituzionale dell'Enel. Qualcuno poteva aiutarlo, in redazione”, commenta invece l’account “PazzoPerRepubblica". 

Edit 31 gennaio 2021: Su Repubblica di oggi la replica di Corrado Augias: “Ieri sono caduto in una trappola a proposito di un comunicato dell’Enel che era, ben camuffato, una truffa (phishing). Le scuse doverose si accompagnano al sollievo”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corrado Augias vittima di una truffa informatica ma non se ne accorge (e se la prende con l'Enel)

Today è in caricamento