Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Verso la normalità

Aumenta la capienza per stadi, teatri e cinema: il Covid fa meno paura (ma le discoteche restano sbarrate)

C'è il via libera del Cts. Con il Green pass obbligatorio, stadi al 75%, teatri e cinema al 100% all'aperto e all'80% al chiuso. Nessuna data in vista però per la riapertura delle discoteche (ferme da marzo 2020)

Capienza al 75% negli stadi, all'80% in cinema, teatri e sale da concerto al chiuso, al 100% nei locali all'aperto. Sono le indicazioni aggiornate dal Cts, che ha esaminato le tematiche relative ai quesiti posti rispettivamente dal ministro dei Beni e delle Attività culturali e dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri con delega allo Sport, in particolare rispetto alle manifestazioni sportive e attività dello spettacolo. Ora la parola passa al governo.

Cts: cinema, teatri e sale da concerto al 100% all'aperto

"Il comitato - si legge - sulla base dell'attuale evoluzione positiva del quadro epidemiologico e dell'andamento della campagna vaccinale ritiene si possano prendere in considerazione allentamenti delle misure in essere, pur sottolineando la opportunità di una progressione graduale nelle riaperture, basata sul costante monitoraggio dell'andamento dell'epidemia combinato con la progressione delle coperture vaccinali nonchè degli effetti delle riaperture stesse".

Dunque, in sintesi, gli esperti che "consigliano" il governo hanno deciso che per quel che riguarda le manifestazioni sportive si può "procedere con graduali riaperture degli accessi di persone munite di green pass agli eventi sportivi". Il Cts "in particolare ritiene possibile prevedere un aumento della capienza massima delle strutture all'aperto al 75% e per quelle al chiuso al 50% in zona bianca".

Il comitato inoltre raccomanda che "la capienza negli impianti debba essere rispettata utilizzando tutti i settori e non solo una parte al fine di evitare il verificarsi di assembramenti in alcune zone; siano rispettate le indicazioni all'uso delle mascherine chirurgiche durante tutte le fasi degli eventi Ci sia la vigilanza sul rispetto delle indicazioni"

Quanto alle manifestazioni culturali, il Cts ritiene si possa "procedere con graduali riaperture degli accessi di persone munite di green pass per cinema, teatri, sale da concerto". In particolare ritiene possibile "prevedere un aumento della capienza massima delle strutture al 100% all'aperto e all'80% al chiuso in zona bianca. Tale indicazione potrà essere rivista nell'arco del prossimo mese". Il Cts inoltre raccomanda che "siano rispettate le indicazioni all'uso delle mascherine chirurgiche durante tutte le fasi degli eventi; sia posta massima attenzione alla qualità degli impianti di aereazione; ci sia la vigilanza sul rispetto delle indicazioni" e rispetto agli accessi ai musei "non pone limitazioni ma raccomanda di garantire l'organizzazione dei flussi per favorire il distanziamento interpersonale in ogni fase con l'eccezione dei nuclei conviventi".

Nessuna data in vista per la riapertura delle discoteche (ferme da marzo 2020).

Il parere degli esperti

''Per gradi, ma arriviamo presto al 100% - diceva ieri il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri - La medesima cosa vale anche per sale da ballo e discoteche. Magari in questo caso serve una maggior cautela, e serve agire di più per gradi. Credo che un concerto con un numero di persone limitate, ma tutte controllate con Green pass sia, più che fattibile. Magari osserviamo prima 2 o 3 settimane l'andamento del virus, dopo la riapertura di tutto. Ma se le cose vanno bene, credo che il freno a mano possiamo abbassarlo".

Sulla stessa linea anche Massimo Andreoni, primario di Infettivologia al Policlinico Tor Vergata di Roma e direttore scientifico della Società italiana di malattie infettive e tropicali (Simit): "La mia posizione è che certamente dobbiamo arrivare al 100% di capienza per i teatri, i cinema e gli eventi sportivi, anche per dare un segnale sull'utilità del Green pass, ma dobbiamo farlo con gradualità perché siamo ancora in un momento critico" nella lotta a Covid-19. "Fino ad oggi ci siamo mossi un passettino alla volta ed è andata bene, continuerei con questa strategia. Le scuole sono aperte da una decina di giorni, aspettiamo la metà di ottobre per capire l'impatto sulla curva epidemiologica e poi possiamo decidere di arrivare al 100% di presenza nei teatri, nei cinema o allo stadio".

Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova: "Io credo che con il Green pass si possa arrivare ad una capienza del 100% per cinema, teatri e stadi, anche molto rapidamente. Quello di arrivare al 100% degli spettatori sarebbe solo il modo per adeguarsi al resto d'Europa". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aumenta la capienza per stadi, teatri e cinema: il Covid fa meno paura (ma le discoteche restano sbarrate)

Today è in caricamento