rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Pugno duro

In Austria lockdown per i non vaccinati

Gli ospedali sono pieni e, lo ha detto il cancelliere, "l'Austria ha un tasso di vaccinazione vergognosamente basso"

“L'Austria ha un tasso di vaccinazione vergognosamente basso, la situazione pandemica è grave e non stiamo facendo questo passo alla leggera ma purtroppo è necessario". Lo ha detto il cancelliere austriaco Alexander Schallenberg, che così ha annunciato il lockdown per le persone non vaccinate.

Scatta dalla mezzanotte di lunedì. Il Paese al confine con l’Italia pensava da settimane di prendere un provvedimento simile e aveva anche preso in considerazione l’idea di estendere il Green Pass come nel frattempo aveva fatto l’Italia. Oggi è arrivata la doccia fredda per i no vax. Scatta così il divieto vieta ai non vaccinati over 12 di lasciare le loro case se non per attività ritenute essenziali come lavorare, acquistare cibo, fare una passeggiata o vaccinarsi. La decisione si è resa necessaria dopo aver visto come, negli ospedali, si rischia il collasso. "È nostro compito come governo dell'Austria proteggere le persone. Quindi abbiamo deciso che a partire da lunedì ci sarà un lockdown per i non vaccinati", ha aggiunto il cancelliere.

Secondo l'agenzia di stampa austriaca Apa, il lockdown riguarderà circa 2 milioni di persone in un Paese che conta 8,9 milioni di abitanti. Inizialmente il lockdown durerà 10 giorni e alla polizia è stato chiesto di controllare le persone in giro per accertarsi che siano vaccinate. L'Austria ha uno dei tassi di vaccinazione più bassi in Europa: solo circa il 65% della popolazione totale è completamente vaccinata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Austria lockdown per i non vaccinati

Today è in caricamento