Venerdì, 5 Marzo 2021
Italia

L'autostrada A24-A25 è sicura?

Secondo il ministro delle infrastrutture Danilo Toninelli l'autostrada che collega la costa adriatica al Tirreno passando per Abruzzo e Lazio presenta "criticità allarmanti", ma la società concessionaria smentisce e accusa il Governo

"L'autostrada A24-A25 è sicura. Quello che manca sono i decreti per sbloccare i fondi per la messa in sicurezza antisismica". Così in una nota la società concessionaria Strada dei Parchi in merito alle odierne dichiarazioni del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli circa il presunto stato di 'allarmante degrado' dei piloni dei viadotti dell'autostrada A24-A25.

Dopo i terremoti tra il Lazio e l’Abruzzo che si sono susseguiti dal 2009 sono stati controllati tutti i 197 viadotti di A24 e A25: dopo gli interventi sugli appoggi resi più sicuri con un progetto di “antiscalinamento”, si deve intervenire urgentemente anche sui piloni e sugli impalcati per affrontare e risolvere il problema del “decorticamento” del calcestruzzo, vale a dire quei distacchi provocati dal tempo e soprattutto dall’uso di sale qui impiegato in dosi massicce in autunno ed in inverno per prevenire il pericolo del ghiaccio.

A24/A25: infondato l’allarme sui piloni

La società concessionaria Strada dei Parchi, si legge nella nota, "suggerisce la lettura del Report redatto dopo i sopralluoghi avvenuti nelle date del 12 settembre e dell'8 ottobre scorsi ed elaborato da un gruppo di specialisti che, su indicazione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e in base alla nuova normativa, ha effettuato controlli e sopralluoghi sull'intero tracciato.

Secondo la concessionaria autostradale il rapporto conclude che nonostante il degrado evidente dei piloni di alcuni viadotti "non è pregiudicata la stabilità e la sicurezza dell'opera nelle normali condizioni di servizio". Secondo la concessionaria l'autostrada è sicura fatti salvi i rischi che possono derivare da eventuali eventi sismici. Proprio questo spinge la società "Strada dei Parchi" a chiedere i fondi per i lavori di messa in sicurezza antisismica "necessari e urgenti come reiteratamente chiesto dalla concessionaria e certificato dallo stesso Ministero delle infrastrutture".

"A oltre un mese di distanza - spiega la società concessionaria Strada dei Parchi - mancano i decreti relativi allo stanziamento dei fondi necessari per mettere in sicurezza antisismica la A-24 e A-25".

Si tratta dei 192 milioni inseriti nel 'decreto Genova' e più volte annunciati dal ministro Toninelli. Eppure le risorse sono indisponibili in quanto, da un punto di vista tecnico, è venuta a mancare la rimodulazione dei fondi. E in assenza di questa, la direzione competente del MIT si rifiuta di emanare i decreti di approvazione dei progetti, anche se già approvati in sede tecnica dal Provveditorato competente.

"Il risultato - sottolinea la società - rinvio dell'inizio dei lavori, anche se nella zona il rischio sismico non aspetta i tempi della burocrazia.

Nel frattempo, l'allarmismo ingiustificato ingenerato da parole irresponsabili e la comprensibile preoccupazione dell'utenza hanno fatto sì che negli ultimi giorni il traffico sull'autostrada sia diminuito del 7%".

Roma, sotto il viadotto dell'A24 piovono calcinacci

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'autostrada A24-A25 è sicura?

Today è in caricamento