Sabato, 23 Ottobre 2021
Profili / Roma

Chi è Biagio Passaro, il leader di IoApro che si filma durante l'assalto alla Cgil e viene arrestato

Aveva documentato con foto e video, sul proprio profilo Facebook, le tappe della giornata. Compreso l’assalto alla sede della Cgil: "Ragazzi, si sfonda". Era diventato nei mesi scorsi persino un interlocutore per la politica

Tra gli arrestati per gli scontri di sabato 9 ottobre a Roma c’è anche il leader del movimento ‘IoApro’ Biagio Passaro.  Aveva documentato con foto e video, sul proprio profilo Facebook, le tappe della giornata. Compreso l’assalto alla sede della Cgil, commentando: "Si sfonda". Video poi seguito da una serie di fotografie con la didiascalia 'Roma invasa'.  Il filmato condiviso in diretta su Facebook sulla pagina del movimento mostrava la folla inferocita che devastava i locali del principale sindacato italiano. Passaro è tra i 12 arrestati: è stato Identificato grazie al video che lui stesso ha pubblicato. “"Ragazzi, IoApro e tutti hanno invaso la Cgil", dice infatti lui stesso durante una diretta su Facebook mentre testimonia gli atti di vandalismo all’interno della sede del sindacato.

Passaro era diventato mesi fa persino un interlocutore per la politica, ospite di una diretta di Matteo Salvini. Il segretario della Lega aveva indossato i panni del giornalista, invitando l’imprenditore trentenne, proprietario di sei ristoranti, a raccontare le iniziative del movimento e la condizione dei commercianti in questo anno e mezzo di pandemia. Il movimento IoApro era stato istituito durante i mesi di zona rossa e arancione, come forma di protesta alla chiusura delle attività. Passaro è brand manager del franchising Regina Margherita Group (catena di pizzerie e ristoranti napoletani, che conta diversi locali anche nel Modenese), come recita il suo profilo LinkedIn. Sabato sul palco allestito a piazza del Popolo c’era anche lui in compagnia di Castellino e con tanto di selfie con l’avvocato Carlo Taormina.

"Spiace che Biagio sia finito in mezzo a questa cosa, vedremo le accuse, io sono contro la violenza, ma i cittadini si stanno arrabbiando sempre di più, la misura è colma". A parlare e a commentare l’arresto è Umberto Carriera, imprenditore pesarese, leader del movimento ‘Io Apro’, che raccoglie "circa 100mila aderenti, che lavorano nella ristorazione", da sempre contrari alle misure restrittive anti-covid. "Certo che noi ieri eravamo in piazza a Roma, a piazza del Popolo, ma la nostra protesta è stata pacifica".

Assalto Cgil Roma: il rilancio di Forza Nuova, il vero obiettivo e le prossime date cerchiate in rosso sul calendario

passaro biagio-2

Biagio Passaro del Movimento IoApro

Biagio Passaro era tra i 120 passeggeri del pullman identificati ad aprile, quando diversi ristoratori erano partiti dall’Emilia Romagna per la manifestazione contro le limitazioni alle attività commerciali organizzata dal movimento Io Apro a Roma. Sempre critico nei confronti delle scelte del Governo durante la pandemia, Passaro aveva espresso anche la volontà di fondare un proprio partito.

A Bologna aveva fatto parlare di sé quando, ad aprile, aveva deciso di riaprire la sua pizzeria in anticipo rispetto alle decisioni del Governo. Al Regina Margherita di via Santo Stefano Passaro aveva aperto il locale seguendo le indicazioni del movimento IoApro, che appunto invitava i ristoratori ad aprire nonostante gli stop del Governo: "Non siamo negazionisti, io a volte non porto la mascherina ma perché ho già avuto il Covid", diceva.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chi è Biagio Passaro, il leader di IoApro che si filma durante l'assalto alla Cgil e viene arrestato

Today è in caricamento