Venerdì, 19 Luglio 2024
Raggiunto un accordo

Boeing "colpevole" per due disastri aerei in cui morirono più di 300 persone: ora dovrà pagare 244 milioni

L'azienda aeronautica Usa dovrà inoltre impegnarsi ad investire ameno 400 milioni in sicurezza, mentre i risarcimenti per le famiglie delle vittime saranno decisi in tribunale. Nonostante l'accordo, le famiglie si sono dette "molto deluse"

L'azienda aeronautica americana Boeing, finita negli ultimi mesi al centro di diverse indagini sulla sicurezza dei propri velivoli, riconoscerà formalmente la propria colpevolezza nell'indagine per "cospirazione per frode criminale" relativa a due incidenti aerei mortali di 737 Max. I due disastri sono avvenuti nel 2018 e nel 2019 in Indonesia ed Etiopia. In base all'accordo raggiunto con il Dipartimento di Giustizia americano, la società dovrà pagare una multa da 243 milioni di dollari e sarà inoltre tenuta ad investire almeno 455 milioni di dollari in "programmi di conformità e sicurezza", mentre il risarcimento per le famiglie sarà stabilito dal tribunale.

Boeing 737 Max: l'aereo su cui viaggiano milioni di persone ha 97 problemi

In una nota, la Boeing ha precisato che l'accordo è soggetto "all'approvazione di termini specifici". Scarsa soddisfazione da parte dei parenti delle vittime, che si sono detti "molto delusi" dall'accordo.

L'incidente di gennaio

Lo scorso gennaio un Boeing 737 Max della Alaska Airlines è stato costretto a un atterraggio d'emergenza dopo lo scoppio di un pannello della fusoliera a metà volo. Secondo quanto affermato dai funzionari del Dipartimento di Giustizia Usa, Boeing avrebbe violato gli obblighi previsti "non avendo progettato, implementato e applicato un programma di conformità ed etica per prevenire e rilevare le violazioni delle leggi statunitensi sulle frodi in tutte le sue operazioni".

.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Boeing "colpevole" per due disastri aerei in cui morirono più di 300 persone: ora dovrà pagare 244 milioni
Today è in caricamento