Martedì, 22 Giugno 2021
Attualità Macerata

Il terremotato che si è visto arrivare una bolletta della luce da 17mila euro: "Sono rimasto senza parole"

La storia di un 45enne di Pieve Torina raccontata su Rai1. L'Enel parla di "un errore di sistema" e assicura: "La fattura è stata annullata"

Screenshot dal servizio di Rai1

Un terremotato di Pieve Torina, in provicia di Macerata, si è visto recapitare una bolletta della luce dall’importo esorbitante: quasi 17mila euro, per la precisione  16.985,98, relativi al consumo di elettricità dall’ottobre del 2016 ad oggi. La sua, è meglio premetterlo, è una storia a lieto fine. L’Enel ha infatti riconosciuto l’errore e annullato la fattura. Certo è che il 45enne ha sudato freddo. “Quando ho aperto la bolletta pensavo che l’importo fosse di 1.600 euro, mi aspettavo anche di più” ha raccontato l’uomo a 'Oggi è un altro giorno' su Rai1. Ad accorgersi che la cifra esatta era un’altra è stata la moglie. “Mi ha detto: ‘hai letto bene Francesco? Sono 17mila euro’. L’ho presa, l’ho guardata, l’ho letta e sono rimasto malissimo, sono rimasto senza parole”.

Pieve Torina: bolletta da quasi 17mila euro a un terremotato

Non sapendo a che santo votarsi l’uomo ha deciso di raccontare la sua storia ai giornali. Come spiega “Il Resto del Carlino”, anche considerando il fatto che i conteggi si riferivano ad un periodo di 4 anni, l’importo restava comunque troppo alto “per una casa diventata agibile solo da un anno e mezzo”. Dopo il sisma il 45enne aveva passato un periodo di 8 mesi al camping Holiday da sfollato. Per accelerare i tempi, avendo un’impresa edile, aveva deciso di ristrutturare da solo la casa danneggiata dal terremoto, senza aspettare i contributi statali. “Sono rientrato un anno e mezzo fa, ricominciando la vita normale” ha raccontato l’uomo a ‘Cronache Maceratesi’. “Ci hanno fatto un favore non facendoci pagare per anni la bolletta ma che fanno adesso? Ci danno una mano per venire fuori dall’acqua e poi ci fanno affogare?”-

Francesco Lapucci-2

Il chiarimento dell'Enel: "Bolletta annullata, è stato un errore di sistema"

Ma come si è arrivati alla cifra di 17mila euro? A Rai1 il 45enne ha raccontato di aver chiesto subito chiarimenti all’Enel, sentendosi rispondere che sì, un errore c’era stato, ma non nell’importo bensì sui tempi relativi al conteggio: non i 2 due anni riportati in fattura, ma quattro. La somma da pagare restava quella: 17mila euro. “Come è possibile se io dentro casa per un anno, un anno e mezzo non ci sono mai stato?”. “Di solito spendevo 150 euro di elettricità ogni due mesi, quindi anche facendo un conto non portebbe a quella cifra” ha detto l’uomo a ‘Cronache Maceratesi’. Va poi rimarcato il fatto che i terremotati godono - o dovrebbero godere  - di particolari agevolazioni fiscali anche sul consumo delle utenze. E che dunque a maggior ragione una cifra così alta appre ingiustificata. Per fortuna, la vicenda si è conclusa con un lieto fine. L’Enel ha fatto sapere “di avere immediatamente contattato il cliente e dopo essersi scusata per quello che è apparso fin da subito come un evidente errore di sistema, lo ha rassicurato che la fattura ricevuta è stata già annullata. Al cliente è stato altresì comunicato che a breve riceverà una nuova fattura con l’importo esatto e che il personale di Sen è a sua completa disposizione per ogni ulteriore chiarimento”. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il terremotato che si è visto arrivare una bolletta della luce da 17mila euro: "Sono rimasto senza parole"

Today è in caricamento