rotate-mobile
Giovedì, 18 Agosto 2022
scenari invernali / Russia

Perché le bollette di gas e luce possono solo aumentare

I costi di luce e gas sono destinati ad aumentare, ma non finirà lì: autunno e inverno saranno "momenti delicati da affrontare"

I prezzi delle bollette di gas e luce in Italia sono destinati ad aumentare, ancora. La situazione economica del continente Europeo è cambiata radicalmente dall'inizio del 2022, da quando la Russia ha invaso l'Ucraina. Il cambiamento non è stato positivo. Oltre i danni umanitari, le conseguenze economiche della guerra hanno riguardato un convinto aumento dei prezzi, soprattutto nel comparto dell'energia. Le forniture di gas dalla Russia diminuiscono sempre più, per sua volontà, ma anche per le scelte dei governi europei che puntano a una totale emancipazione dalle fonti energetiche russe. I governi hanno cercato di mantenere bassi i prezzi spendendo decine di mililardi di euro, ma non può bastare: l'autunno e l'inverno incombono e serve pensare in termini di emergenza. Al contesto si aggiunge la crisi di governo con la potenziale assenza di Mario Draghi dallo scenario europeo: l'attuale presidente del Consiglio è infatti uno dei principali fautori del price cap, un tetto massimo al prezzo di acquisto del gas a livello comunitario per evitare le speculazioni e frenare l'aumento dei prezzi.  

Consumi in ripresa, meno materia prima: prezzi più alti

Tra gli esperti del settore energetico c'è preoccupazione in vista dell'autunno e dell'inverno. L'Italia prova a fare scorte, sostituendo il gas russo importandone di più da altri paesi, ma è sempre più probabile che non basterà. Anche perché, la domanda di energia cresce, come si è già visto nel 2021: secondo l'ultimo report pubblicato dall'Autorità di regolazione per energia reti e ambiente (Arera) la ripresa dei consumi post-pandemia è stata già evidente l'anno scorso e ci si aspetta che aumenterà ancora nel corso del 2022.

prezzo gas italia europa-2

Se la domanda aumenta, aumenteranno ancora i prezzi, soprattutto in un mercato senza la Russia. "L’autunno e il prossimo inverno saranno i momenti più delicati da dover affrontare - ha detto il presidente di Arera Stefano Besseghini presentando la relazione annuale di Arera alla Camera dei Deputati - Ad oggi non sappiamo quale potrà essere l’evoluzione geopolitica, sappiamo però che i consumi domestici e industriali di gas sono in ripresa e sarà necessario avere le quantità necessarie a sostenere il Paese, attraverso i nostri stoccaggi e nuove rotte di approvvigionamento".

La Russia taglia le forniture: da dove arriva ora il gas in Italia

Cosa può succedere in inverno

L'Italia si sta preparando all'inverno diversificando le forniture di gas e sostituendo i volumi che arrivavano dalla Russia con altri paesi. Il gas serve anche a produrre elettricità: in Italia oltre il 44% dell'energia elettrica viene prodotta a partire dal gas. L'obbiettivo è arrivare a novembre con almeno l'80% delle scorte di gas disponibili (si spera di arrivare al 90%), ma è probabile che possa non bastare. Secondo il thinktank Bruegel le minori importazioni dalla Russia al momento possono essere solo bilanciate da una diminuzione della domanda.

L'unico modo per ridurre la domanda in periodo in cui la richiesta aumenta è ridurre i consumi. Per l'Ue nel suo insieme bisognerebbe ridurre la domanda di circa il 15% rispetto alla domanda media del periodo 2019-2021 per compensare l'assenza totale di gas russo, uno scenario sempre più probabile. Per l'Italia il taglio della domanda dovrebbe essere di circa il 10%.  

Gas, ecco il piano di razionamento: il 20 luglio la data chiave

Come si riducono i consumi in inverno

"Per avere più certezze di sostenibilità, allo stesso tempo, abbiamo un altro strumento da applicare da subito: il risparmio energetico" ha sottolineato il presidente di Arera Stefano Besseghini. 

Consumi controllati di energia elettrica e gas significano meno necessità di produzione e meno necessità di importare gas e materie prime: "L’Autorità ritiene importante che da subito ci si dedichi alla elaborazione di piani dettagliati con cui affrontare eventuali situazioni di crisi nella fornitura di gas affinché anche la gestione della emergenza veda chiari ruoli, tempi e metodi" ha detto Besseghini di Arera. Come può fare l'Italia a ridurre il suo consumo di energia? Oltre gli accorgimenti individuali, l'Unione Europea intende affrontare il problema mettendo insieme tutte le risorse a disposizione degli stati membri. 

Gas dalla Russia, il piano di emergenza: "Un grado in meno dentro casa e un'ora di riscaldamento meno al giorno"

Il piano che sarà discusso dai ministri Ue dell'energia il prossimo 26 luglio è basato principalmente sulla solidarietà tra gli Stati membri per una reazione coordinata, che presuppone anche una "cooperazione transfrontaliera" per definire criteri di priorità ottimali "in modo da ridurre gli effetti a cascata attraverso le frontiere e il mercato interno dell'Ue". Nella bozza del piano, Bruxelles invita a un "risparmio coordinato della domanda" per limitare gli effetti di un eventuale razionamento alle industrie. In caso di razionamenti, in uno scenario estremo di scarsità degli approviggionamenti, dopo le imprese toccherebbe alle famiglie. 

Lo studio Enea: come risparmiare 180 euro in bolletta l'anno

Nello studio Enea "Azioni per la riduzione del fabbisogno nazionale di gas nel settore residenziale" si sottolinea che grazie a un insieme di misure applicabili nelle case degli italiani si potrebbero diminuire i consumi, e quindi anche abbassare il prezzo in bolletta. Il settore residenziale è responsabile del 30% dei consumi finali di energia e del 12% delle emissioni di anidride carbonica nell'atmosfera.

Ad esempio, abbassare di 1 °C i termostati, dai 20° abituali a 19°, porterebbe un risparmio medio nazionale del combustibile per riscaldamento domestico del 10,7%. Oppure, eliminare un’ora al giorno di riscaldamento potrebbe contribuire a un ulteriore diminuzione del 3,6% del consumo. Con queste due misure prese in contemporanea, insieme a 15 giorni in meno del periodo di accensione, il risparmio può arrivare al 17,5%, pari a circa 2,7 miliardi di metri cubi di gas.

Le ultime notizie su Today

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perché le bollette di gas e luce possono solo aumentare

Today è in caricamento