Mercoledì, 25 Novembre 2020
Italia

Coronavirus, il bollettino di giovedì 1 ottobre certifica la seconda ondata: 24 morti e 2.548 nuovi casi, boom in Veneto, Campania e Lombardia. Ecco la mappa dei nuovi focolai

Gli aggiornamenti sull'emergenza coronavirus in Italia nel bollettino del ministero della Salute di oggi giovedì 1 ottobre 2020. I nuovi casi, i decessi e i numeri dei ricoveri in terapia intensiva: aggiornamenti in diretta dalle regioni

L'ultimo bollettino coronavirus di oggi 1 ottobre 2020

Coronavirus, il nuovo bollettino coronavirus del Ministero della Salute di oggi giovedì 1 ottobre 2020 conferma il preoccupante trend in costante aumento del numero dei nuovi casi di positività al Sars-Cov-2 che hanno portato il numero dei pazienti Covid oltre quota 52mila sui livelli di metà maggio, ma allora l'onda era in diminuzione. Oggi si registrano ben 2.548 nuovi casi ma con un numero record di tamponi, 118.236. 291 le persone ricoverate in terapia intensiva (+11), oltre 3mila quelle ricoverate nei reparti Covid. Purtroppo si segnalano ben 24 decessi. Preoccupante l'aumento di contagi in Veneto, ben oltre quota 400 nuovi casi, e Campania (+390) così come in Lombardia (+324). Nessuna regione immune, ma Valle d'Aosta e Molise registrano un solo tampone positivo.

L'ultimo bollettino coronavirus pubblicato ieri mercoledì 30 settembre registrava ben 19 decessi per Covid-19 e 1.851 nuovi casi su 105.564 tamponi. Resta stabile la pressione sugli ospedali (+8 ricoveri) grazie anche a 1198 guariti, mentre aumenta l'occupazione nelle terapie intensive (+9). Sono ancora Campania (+287 casi), Lazio (+210) e Lombardia (+201) a trainare il numero dei nuovi contagi.

Vediamo ora nel dettaglio tutti i dati dell'ultimo bollettino. In coda all'articolo la sezione aggiornata con le ultime notizie in arrivo dalle regioni per far luce sui nuovi focolai di coronavirus e le ultime notizie sull'epidemia di Covid-19 in Italia 

Coronavirus, il bollettino di oggi giovedì 1 ottobre 2020​​

  • Attualmente positivi: 52.647 (+1.384)
  • Deceduti: 35.918 (+24)
  • Dimessi/Guariti: 228.844 (+1.140)
  • Ricoverati: 3.097 (+61)
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: 291 (+11)
  • Tamponi: 118.236, in totale 6.916.588 gli italiani testati dall'inizio dell'emergenza
  • Totale casi: 317.409 (+2.548)
  • Articolo in aggiornamento, clicca qui per refreshare la pagina 

Il bollettino coronavirus di oggi 1 ottobre 2020 (Pdf)

bollettino coronavirus oggi 1 ottobre 2020-3

Quanto alle evidenze regionali oggi si registrano:

  • Lombardia: 107.051 casi totali (9.167 attualmente positivi) (324 nuovi casi)
  • Piemonte: 35.512 (2.907) (110)
  • Emilia-Romagna: 35.414 (4.654) (103)
  • Veneto: 27.896 (3.965) (445)
  • Lazio: 16.740 (7.343) (265)
  • Toscana: 14.971 (3.468) (144)
  • Liguria: 13.446 (1.771) (111)
  • Campania: 13.132 (6.396) (390)
  • Marche: 7.983 (813) (28)
  • Puglia: 7.900 (2.607) (114)
  • Sicilia: 7.274 (2.936) (156)
  • P.A. Trento: 6.040 (594) (48)
  • Friuli Venezia Giulia: 4.723 (759) (57)
  • Abruzzo: 4.449 (909) (30)
  • Sardegna: 3.996 (2.136) (96)
  • P.A. Bolzano: 3.568 (582) (29)
  • Umbria: 2.500 (562) (46)
  • Calabria: 2.002 (537) (17)
  • Valle d'Aosta: 1.315 (69) (1)
  • Basilicata: 841 (338) (33)
  • Molise: 656 (134) (1)

I focolai di coronavirus: i dati regione per regione

In attesa di conoscere intorno alle 17:00 i numeri del bollettino coronavirus comunicati dal Ministero della Salute, vediamo gli aggiornamenti in diretta dalle singole regioni

Impennata dei casi di coronavirus in Veneto, con 445 nuovi contagi in un solo giorno, cifra che porta il totale a 27.896 dall'inizio dell'epidemia. Ci sono anche 5 vittime rispetto a ieri (sono 2.183 i morti complessivi). Sul numero di nuovi infetti incide il focolaio registrato tra i migranti ospiti dell'ex caserma Zanusso a Oderzo (Treviso +129), e nel veneziano dove si registra un focolaio in "un'azienda navale dove opera una comunità di stranieri che condividono anche la vita extralavorativa (78 nuovi casi). Altri sono focolai di origine famigliare. 

In Campania si registrano 390 casi su 8.311 tamponi. Il report rilancia anche 107 guariti nelle ultime 24 ore e zero decessi. Alla luce di questi risultati, il numero totale dei positivi sale a quota 13.132, quello dei tamponi a 604.302. Dall'inizio della pandemia in regione si registrano 463 decessi e 6.273 guariti.

In Lombardia sono 324 i nuovi positivi al coronavirus in regione, l'1,3% dei 24.691 tamponi processati nell'ultima giornata. I decessi sono 5, con 16.960 morti da inizio emergenza. I ricoverati in terapia intensiva salgono a 35 (+1 da ieri), con i pazienti negli altri reparti che calano a 298 (-8 in una giornata). Il maxi aggregato guariti-dimessi sale a 80.924 (+212 da ieri), con 1.505 dimessi e 79.419 guariti. Sono 168 i nuovi positivi in provincia di Milano, di cui 110 solo a Milano città. In provincia di Varese si contano 39 nuovi positivi, nel Bresciano sono 25 e a Monza e Brianza 22. In provincia di Pavia si scende a 20 nuovi contagi, a Bergamo se ne contano 18. A Como sono 9 i nuovi positivi, a Lodi 8 e a Mantova 5. A un solo contagio ci sono le province di Cremona, Lecco e Sondrio.

Nel Lazio su oltre 11 mila tamponi si registrano 265 casi - di questi 151 a Roma - con 5 decessi e 65 guariti. Nella Asl Roma 1 sono 59 i casi e di questi 33 sono con link familiare o contatto di un caso gia' noto. Si registrano tre decessi. Nella Asl Roma 2 sono 69 casi e tra questi 17 sono i contatti di casi già noti e isolati, quattro i casi individuati su segnalazione del medico di medicina generale. Nella Asl Roma 3 sono 23 i casi e si tratta di due casi di rientro dalla Croazia, quindici i contatti di casi già noti e isolati. Si registra un decesso. Nella Asl Roma 4 sono 27 i casi e si tratta di un caso con link dalla Sardegna, ventiquattro i contatti di casi gia' noti e isolati e due sono i casi individuati in fase di pre-ospedalizzazione. Nella Asl Roma 5 sono 23 i casi e si tratta di cinque casi con link ad un battesimo dove è in corso l'indagine epidemiologica e otto i contatti di casi già noti e isolati. Nella Asl Roma 6 sono 24 i casi e si tratta di un caso con link dall'Albania. Diciotto i contatti di casi già noti e isolati.  Nella Asl di Latina sono ventiquattro i casi e si tratta di due casi con link dalla Lombardia, uno dall'Etiopia, quattro dal Trentino, uno dalla Spagna e uno dalla Tunisia. Un caso individuato in fase di pre-ospedalizzazione. Si registra un decesso. Nella Asl di Frosinone si registrano quindici casi e si tratta di dodici contatti di casi già noti e isolati e tre individuati in fase di pre-ospedalizzazione. Nella Asl di Viterbo si registrano sette casi e si tratta di due casi con link dall'Albania, uno dall'Austria e tre sono i contatti di casi già noti e isolati. Nella Asl di Rieti sono due i casi e si tratta di contatti di casi già noti e isolati.

"La gran parte dei casi sono legati al mancato rispetto dell'uso della mascherina e del distanziamento. Fare attenzione soprattutto alle cerimonie, feste e a tutto ciò che porta ad una abbassamento dei livelli di attenzione".

++ sezione aggiornata alle ore 17:24, clicca qui per aggiornare la pagina ++

curva coronavirus 1 ottobre 2020-2

Qui di seguito le altre regioni

In Alto Adige sono 29 i nuovi casi di coronavirus su 1.734 tamponi. I pazienti covid ricoverati nei normali reparti ospedalieri sono 28 ai quali si aggiungono altrettanti che si trovano in isolamento presso la struttura di Colle Isarco. Non ci sono pazienti in terapia intensiva. I decessi complessivi sono 292. Le persone guarite sono 2.694.

In Friuli Venezia Giulia oggi sono stati rilevati 57 nuovi contagi, 4 sono i pazienti in cura in terapia intensiva, mentre 20 sono ricoverati in altri reparti.  

In Liguria sono 111 i nuovi positivi su 3.597 tamponi effettuati. Si registrano quattro morti in più. Ci sono otto persone in più negli ospedali dove nel complesso sono ricoverate 194 persone, delle quali 21 in terapia intensiva. Le persone decedute sono una donna di 101 anni, una domnna di 86 e un uomo di 51, tutti ricoverati all'ospedale di Sarzana (La Spezia), e una donna di 95 anni morta all'ospedale di Lavagna (Genova). 

In Toscana sono 144 i nuovi casi su 8.253 tamponi, il 65% è risultato asintomatico. Oggi si registra 1 nuovo decesso: una donna di 75 anni, ad Arezzo. I guariti crescono dello 0,8% e raggiungono quota 10.338 (69,1% dei casi totali). Gli attualmente positivi sono oggi 3.468, +1,9% rispetto a ieri. I ricoverati sono 128 (9 in più rispetto a ieri), di cui 22 in terapia intensiva (stabili). Complessivamente, 3.340 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (57 in più rispetto a ieri, più 1,7%). Sono 7.438 (79 in più rispetto a ieri, più 1,1%) le persone, anche loro isolate, in sorveglianza attiva, perché hanno avuto contatti con persone contagiate.

Nelle Marche sono 28 i nuovi casi di 'Covid-19' accertati su 1.046 tamponi. I nuovi positivi sono stati individuati 6 in provincia di Ascoli Piceno, 6 in provincia di Pesaro-Urbino, 6 in provincia di Ancona, 5 in provincia di Fermo, 4 in provincia di Macerata e 1 relativo a una persona non residente in regione; questi casi comprendono 5 soggetti sintomatici, 15 contatti in ambito domestico, 4 contatti stretti di casi positivi, 2 rientri da Albania e Peru', 2 casi in fase di verifica. Il totale dei casi finora accertati nelle Marche dall'inizio della pandemia sale cosi' a 7.966. Impennata dei ricoveri in terapia intensiva che in appena 24 ore, sono passati da due a sei, due al Torrette di Ancona (+1), tre all'ospedale di San Benedetto del Tronto (+2) e uno a Pesaro Marche Nord (+1). 24 i ricoverati nei reparti covid (stazionari) e in particolare, quattro a Pesaro Marche Nord, nove all'ospedale di Fermo e 11 al Torrette di Ancona di cui una nella clinica Pediatrica e una nella clinica Ostetrico-Ginecologia. Svuotate le aree semi intensive (-2 a San Benedetto del Tronto) mentre le persone ospitate nella struttura territoriale di Campofilone di Fermo restano 12. Dei 28 nuovi casi positivi sei sono stati rilevati in provincia di Ascoli Piceno dove il numero dei contagi sale a quota 583, sei a Pesaro Urbino (3.130), sei ad Ancona (2.085), cinque a Fermo (571), quattro a Macerata (1.309) e uno fuori regione (305). Scendono lievemente i casi/contatti in isolamento domiciliare. Sono 2.407 (-12): 569 ad Ancona (-21), 750 a Pesaro Urbino (-69), 333 a Macerata (+6), 228 a Fermo (+58) e 527 ad Ascoli Piceno (+14). 

In Umbria sono 46 i nuovi casi di coronavirus su 1.931 tamponi, dato stabile rispetto a ieri ma tra i più alti degli ultimi mesi. Nelle ultime 24 ore sono stati accertati anche 21 guariti, ora 1.848, con gli attualmente positivi passati da 542 a 567, rimanendo invariato a 85 il numero delle vittime. Scendono invece da 42 a 41 i ricoverati in ospedale, tre dei quali (stabili) in terapia intensiva.

In Abruzzo sono 30 i nuovi casi su 1.992 tamponi. Del totale dei casi positivi, 640 sono residenti o domiciliati in provincia dell'Aquila (+9 rispetto a ieri), 1.053 in provincia di Chieti (+9), 1.890 in provincia di Pescara (+4), 823 in provincia di Teramo (+5), 38 fuori regione (invariato) e 5 (+3) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza. Gli attualmente positivi in Abruzzo sono 909 (+28 rispetto a ieri). In terapia intensiva restano 5pazienti (invariato), così come i ricoverati in ospedale restano 52. Sono invece 852 le persone in isolamento domiciliare (+28); i guariti sono 3.059 (+2 oggi).  

In Puglia su 4.152 tamponi processati sono stati rilevati 114 casi: 74 in provincia di Bari, 5 nella Bat, 1 in provincia di Brindisi, 19 in provincia di Foggia, 6 in provincia di Lecce, 8 in provincia di Taranto. Registrato anche un decesso in provicia di Foggia, salgono a 596 le vittime del Covid-19. "Il dipartimento di Prevenzione della Asl Bari oggi ha rilevato 74 nuovi casi di positività al virus Sars-Cov2. Si tratta in massima parte di contatti stretti di casi già noti, risultato dell'attività di monitoraggio e tracciamento condotta in maniera capillare da parte delle strutture e del personale impiegato nella sorveglianza epidemiologica", spiega il direttore generale dell'Asl Bari, Antonio Sanguedolce. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 413.516 test; sono 4.697 i pazienti guariti; 2.607 i casi attualmente positivi, di cui 231 i ricoverati. Del totale dei positivi, lo 0,5% è ricoverato nelle terapie intensive. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 7.900.

In Basilicata 33 nuovi casi su 939 tamponi. Riguardano 11 persone residenti a Venosa, una a Sant'Arcangelo, 2 a Marsico Nuovo, 2 a Marsico Vetere, 3 a Sasso di Castalda, una a Matera, una a Pescopagano, una a Viggiano, 2 persone residenti in Campania e li' in isolamento, una persona residente a Melfi, una a Gorgoglione, una a Forenza, 3 persone residenti a Moliterno di cui una domiciliata a Brienza, una persona residente a Brienza, una persona residente a Tramutola, una a Sarconi. Nella stessa giornata e' stata registrata la guarigione di due persone, una residente a Potenza e l'altra residente nel Comune di Sant'Angelo Le Fratte. I lucani attualmente positivi sono 258, di cui 248 in isolamento domiciliare. Sono 13 i ricoverati nelle strutture ospedaliere lucane: 7 a Potenza, tra cui un guarito in attesa di dimissioni, ricoverate nel reparto di malattie infettive del San Carlo; 6 a Matera, di cui 4 ricoverate nel reparto di malattie infettive e 2 nel reparto di gerapia intensiva dell'ospedale Madonna delle Grazie. A oggi si registrano 29 decessi, 409 guariti e 73.975 tamponi analizzati, di cui 73.142 risultati negativi.

In Sardegna si registrano 96 nuovi casi su 2.058 test, 59 rilevati attraverso attività di screening e 37 da sospetto diagnostico. Si registra a Cagliari il decesso di un paziente di 78 anni, con precedenti gravi patologie (in tutto le vittime sono 155). Sono 110 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (+9 rispetto al dato di ieri, un incremento però determinato da un errato conteggio del 29 settembre), mentre sono 20 (+1) i pazienti terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 2.006. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 1.688 (+20) pazienti guariti, più altri 17 guariti clinicamente. Sul territorio, dei 3.996 casi positivi complessivamente accertati, 610 (+9) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 424 (+27) nel Sud Sardegna, 321 (+6) a Oristano, 531 (+30) a Nuoro, 2.110 (+24) a Sassari.

Ecco infine le ultime notizie sulla pandemia raccolte nelle ultime 24 ore

Coronavirus, le ultime notizie

L'agenzia europea del farmaco ha iniziato l'iter di approvazione del vaccino contro il Covid-19 messo a punto da AstraZeneca e dall'università di Oxford, il primo candidato vaccino arrivato a questa fase. La 'rolling review', spiega l'Ema, è uno degli strumenti regolatori messi in campo per accelerare l'approvazione. Normalmente tutti i dati sono forniti insieme all'inizio della richiesta di autorizzazione alla commercializzazione, mentre in questo caso il Chmp, il comitato dell'Ema incaricato della valutazione, li revisiona man mano che sono disponibili, fino a decidere che sono sufficienti per una richiesta formale.

"Iniziato l'iter per approvazione del vaccino AstraZeneca"

"La decisione di iniziare la rolling review del vaccino si basa sui risultati preliminari non clinici e sulle prime sperimentazioni cliniche - afferma il comunicato -, che suggeriscono che il vaccino stimola la produzione di anticorpi e di cellule T del sistema immunitario che hanno il virus come obiettivo. Sperimentazioni cliniche su larga scala su migliaia di persone sono in corso, e i risultati saranno disponibili nelle prossime settimane e nei prossimi mesi. Questi forniranno informazioni su quanto sia efficace il vaccino nel proteggere dal Covid-19, cosa che verrà valutata in cicli di revisione successivi".

La rolling review (utilizzata per accelerare la valutazione di un farmaco o vaccino promettente durante un'emergenza di salute pubblica) continuerà fino a quando non saranno disponibili prove sufficienti per supportare una domanda formale di autorizzazione all'immissione in commercio . 

"A Natale 10mila pazienti Covid negli ospedali, un migliaio gravi" 

Se si dovesse mantenere questa crescita lineare dei casi di coronavirus in Italia alla vigilia di Natale ci troveremo con 9-10mila pazienti covid negli ospedali e un migliaio in terapia intensiva. "Un numero assolutamente gestibile e per nulla paragonabile ai numeri dello tsunami di febbraio-marzo" spiega Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe precisando poi: "È evidente che questa previsione molto azzardata può essere ovviamente rialzata da fattori imprevedibili, così come abbassata da fattori altrettanto imprevedibili. Si basa solo sulla attuale velocità di crescita e sui giorni che passano, quindi su due variabili note e non modificabili".

trend settimanale nuovi casi coronavirus-2

Cartabellotta, parlando a margine del Forum Sistema Salute in corso a Firenze, ha anche ricordato che dei 50mila casi attuali "il 95% sono ancora in isolamento domiciliare e quindi asintomatici o oligosintomatici, un 5-6% sono ospedalizzati, e intorno allo 0,5% sono in terapia intensiva"

Emergenza Covid in Spagna, lockdown parziale in tutta Madrid 

La storia della famiglia lombarda bloccata da due mesi in Sicilia per il Covid

Vaccino anti-Covid, ad Anagni inaugura il primo stabilimento d'Europa 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il bollettino di giovedì 1 ottobre certifica la seconda ondata: 24 morti e 2.548 nuovi casi, boom in Veneto, Campania e Lombardia. Ecco la mappa dei nuovi focolai

Today è in caricamento