Giovedì, 22 Aprile 2021
Italia

Coronavirus, il bollettino di oggi: 66 morti e 335 nuovi contagi

Tutti gli aggiornamenti sulla emergenza coronavirus in Italia nel bollettino della Protezione Civile aggiornato ad oggi, giovedì 18 giugno 2020. Dopo due mesi torna a crescere il numero di pazienti in terapia intensiva. I nuovi casi, i decessi e le ultime notizie sulla pandemia

Coronavirus, il bollettino di oggi giovedì 18 giugno 2020. Il totale delle persone che hanno contratto il virus è di 238.159, con un incremento rispetto a ieri di 333 nuovi casi (la Regione Abruzzo ha effettuato un ricalcolo dei casi totali, sottraendo due errati positivo). Pertanto il totale dei nuovi contagiati rispetto a ieri sale a 335. Fulcro dell'epidemia resta la Lombardia con il 64% dei nuovi casi. La Calabria esce dal novero delle regioni a zero contagi che oggi restano solo 4 (Valle d'Aosta, Umbria, Molise e Basilicata). 

Secondo il bollettino coronavirus reso disponibile dalla protezione civile il numero totale dei pazienti covid attualmente positivi è di 23.101, con una decrescita di 824 assistiti rispetto a ieri. 

Dopo due mesi torna a crescere il numero di pazienti in terapia intensiva

Dopo due mesi torna a crescere il numero di pazienti in terapia intensiva: sono 168 sono i pazienti gravi, con un incremento di 5 pazienti rispetto a ieri. 2.867 persone sono ricoverate con sintomi, con un decremento di 246 pazienti rispetto a ieri. 20.066 persone, pari all’87% degli attualmente positivi, sono in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi. Il numero complessivo dei dimessi e guariti sale invece a 180.544, con un incremento di 1.089 persone rispetto a ieri. Rispetto a ieri i deceduti sono 66 e portano il totale a 34.514.

Nell'ultimo bollettino coronavirus diffuso ieri erano stati segnalati alla protezione civile 43 morti e 329 nuovi casi, in aumento rispetto ai 34 decessi e 210 nuovi contagiati segnalati martedì.

Coronavirus, il bollettino di oggi giovedì 18 giugno 2020

  • Attualmente positivi: 23.101
  • Deceduti: 34.514 (+66, +0,2%)
  • Dimessi/Guariti: 180.544 (+1.089, +0,6%)
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: 168 (+5, +3,1%)
  • Tamponi: 4.831.562 (+58.154)
  • Totale casi: 238.159 (+333, +0,14%)

Nel dettaglio: 

  • Lombardia: 92.518 casi totali (14.647 attualmente positivi, + 216 rispetto a ieri)
  • Piemonte: 31.162 (2.290 attualmente positivi, + 31 rispetto a ieri)
  • Emilia-Romagna: 28.143 (1.281 attualmente positivi, + 32 rispetto a ieri)
  • Veneto: 19.233 (607 attualmente positivi, + 8 rispetto a ieri)
  • Toscana: 10.195 (438 attualmente positivi, + 2 rispetto a ieri)
  • Liguria: 9.903 (246 attualmente positivi, + 7 rispetto a ieri)
  • Lazio: 7.986 (997 attualmente positivi, + 9 rispetto a ieri)
  • Marche: 6.768 (577 attualmente positivi, +4 rispetto a ieri)
  • Campania: 4.615 (242 attualmente positivi, +1 rispetto a ieri)
  • Puglia: 4.519 (306 attualmente positivi, + 3 rispetto a ieri)
  • P.A. Trento: 4.457 (59 attualmente positivi, + 8 rispetto a ieri)
  • Sicilia: 3.464 (637 attualmente positivi, + 2 rispetto a ieri)
  • Friuli Venezia Giulia: 3.301 (97 attualmente positivi, + 2 rispetto a ieri)
  • Abruzzo: 3.281 (434 attualmente positivi, + 2 rispetto a ieri)
  • P.A. Bolzano: 2.613 (85 attualmente positivi, + 2 rispetto a ieri)
  • Umbria: 1.437 (16 attualmente positivi, + 0 rispetto a ieri)
  • Sardegna: 1.367 (31 attualmente positivi, + 1 rispetto a ieri)
  • Valle d'Aosta: 1.191 (6 attualmente positivi, +0 rispetto a ieri)
  • Calabria: 1.165 (35 attualmente positivi, + 3 rispetto a ieri)
  • Molise: 440 (60 attualmente positivi, +0 rispetto a ieri)
  • Basilicata: 401 (10 attualmente positivi, +0 rispetto a ieri)

bollettino coronavirus 18 giugno 2020-2

Nel dettaglio, i casi attualmente positivi sono 14.647 in Lombardia, 2.290 in Piemonte, 1.281 in Emilia-Romagna, 607 in Veneto, 438 in Toscana, 246 in Liguria, 997 nel Lazio, 577 nelle Marche, 242 in Campania, 306 in Puglia, 59 nella Provincia autonoma di Trento, 637 in Sicilia, 97 in Friuli Venezia Giulia, 434 in Abruzzo, 85 nella Provincia autonoma di Bolzano, 16 in Umbria, 31 in Sardegna, 6 in Valle d’Aosta, 35 in Calabria, 60 in Molise e 10 in Basilicata.

++ Articolo in aggiornamento dalle ore 18:00, clicca qui per aggiornare la pagina ++

Coronavirus, i dati regione per regione

In Lombardia ancora 216 nuovi positivi e 36 morti in 24 ore. A Milano altri 52 positivi in provincia, 18 in città

In Piemonte si registrano 6 decessi di persone positive al test del Covid-19 portando il totale a 4032 deceduti risultati positivi al virus. 31 i nuovi casi positivi di cui 26 asintomatici e di questi 12 rilevati grazie agli screening sierologici, 7 tra gli ospiti delle Rsa, 11 tra i contatti di casi positivi. I ricoverati in terapia intensiva sono 25, numero invariato rispetto a ieri. I ricoverati non in terapia intensiva sono 397 (- 51 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 1868.  

In Emilia Romagna sono 32 in più rispetto a ieri i casi di persone positive al coronavirus, di cui 25 asintomatiche individuate attraverso l'attività di screening regionale, e 7 sintomatiche. Continuano a calare i malati effettivi, che a oggi sono 1.281 (-64 rispetto a ieri). Le persone in isolamento a casa, cioè quelle con sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 1.111 (-50). I pazienti in terapia intensiva sono 11, quelli ricoverati negli altri reparti Covid sono 159 (-14). Le persone complessivamente guarite salgono quindi a 22.643 (+92). Purtroppo, si registrano 4 nuovi decessi, 2 uomini e 2 donne: 2 decessi sono avvenuti in quella di Bologna, 1 in quella di Ferrara e 1 in quella di Ravenna. Questi i nuovi casi di positività sul territorio, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella dove è stata fatta la diagnosi: 4.534 a Piacenza (+6), 3.617 a Parma (+4), 4.977 a Reggio Emilia (+2), 3.938 a Modena (+2), 4.728 a Bologna (+16). Proseguendo sul territorio, si confermano ad oggi, dall'inizio dell'epidemia, 402 casi positivi a Imola (nessun nuovo); 1.008 a Ferrara (nessun nuovo caso), 1.036 a Ravenna (nessun nuovo caso), 948 a Forlì (nessun nuovo caso), 783 a Cesena (nessun nuovo caso) e 2.172 a Rimini (+2).

Sono otto i nuovi casi positivi al coronavirus registrati in Veneto nelle ultime 24 ore, che portano il dato complessivo a 19.233 dall'inizio del'epidemia. Nelle ultime 24 ore vi sono stati anche sette nuovi decessi, tutti nelle Rsa,  per un totale di 1.994 vittime (tra ospedali e case di riposo). Resta stabile, da giorni,il numero dei pazienti in terapia intensiva a 12, dei quali sono uno ancora positivo al Covid. I positivi sono 607 (73 in meno rispetto a ieri), e le persone in isolamento sono scese a 847.Mentre i tamponi effettuati fino ad oggi sono saliti a 848123.

Buone notizie dal Lazio dove i casi attualmente positivi scendono per la prima volta sotto le 1.000 unità. Quanto all'allarme per i nuovi focolari registrati a Roma, oggi non si registra nessun nuovo caso correlato al focolaio dell'Irccs San Raffaele Pisana. Nove i nuovi contagi ma tutti i casi appaiono scollegati tra loro. Purtroppo la Regione registra 4 decessi nelle ultime 24 ore, mentre sono stati 47 i guariti nelle ultime 24 ore raggiungendo un totale complessivo di 6.167 che sono ormai sei volte il numero degli attuali positivi. Un altro dato positivo è il netto miglioramento del tempo medio tra data di inizio sintomi e la data della diagnosi (tampone) che scende a sole 48 ore.

In Liguria si registrano 7 nuovi casi e 4 vittime. 1833 le persone attualmente positive al coronavirus, 49 in meno di ieri. 72 le persone ricoverate in ospedale (-3), di cui 2 in terapia intensiva e 6534 i pazienti guariti con due test consecutivi negativi, (+ 52). Sono 415, infine, le persone sottoposte a sorveglianza attiva nelle quattro province liguri.

Guarita dal Covid, paziente di una Rsa finisce in ospedale e scoprono che è di nuovo positiva

curva coronavirus-5-26

In Toscana sono 2 i nuovi casi di positività al coronavirus rilevati rispetto a ieri, mentre gli attualmente positivi sendono a 438, -1,4% rispetto a ieri. Complessivamente, 402 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi (più 5 rispetto a ieri, più 1,3%). Sono 3.127 (più 276 rispetto a ieri, più 9,7%) le persone, anche loro isolate, in sorveglianza attiva, perché hanno avuto contatti con persone contagiate (Asl Centro 1.432, Nord Ovest 1.636, Sud Est 59). Si riducono le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid, che oggi sono complessivamente 36, 11 in meno di ieri (meno 23,4%), di cui 13 in terapia intensiva (1 in meno rispetto a ieri, meno 7,1%). È il punto più basso dal 9 marzo 2020 per le terapie intensive e dal 5 marzo 2020 per i ricoveri totali. Si registra purtroppo un nuovo decesso: un uomo di 92 anni. Dall'inizio dell'epidemia si sono registrati 3.514 casi complessivi a Firenze (1 in più rispetto a ieri), 569 a Prato, 680 a Pistoia, 1.052 a Massa Carrara, 1.367 a Lucca, 897 a Pisa, 559 a Livorno (1 in più), 686 ad Arezzo, 441 a Siena, 430 a Grosseto. 

In Calabria 3 nuovi casi di contagio. I casi positivi sono così distribuiti: Catanzaro: 15 in reparto; 1 in isolamento domiciliare; 168 guariti; 33 deceduti. Cosenza: 1 in reparto; 8 in isolamento domiciliare; 425 guariti; 34 deceduti. Reggio Calabria: 2 in reparto; 6 in isolamento domiciliare; 252 guariti; 19 deceduti. Crotone: 1 in isolamento domiciliare; 112 guariti; 6 deceduti. Vibo Valentia: 1 in isolamento domiciliare; 76 guariti; 5 deceduti.

Un nuovo contagio e nessun decesso oggi in Campania. L'Unità di crisi della Regione comunica che nella giornata di oggi sono stati esaminati 1.448 tamponi, di cui soltanto uno risultato positivo al coronavirus. Il totale dei positivi in Campania dall'inizio dell'emergenza sale a 4.615, mentre il numero dei decessi resta 431. Sono 3.942 i guariti (17 in più rispetto a ieri), di cui 3.935 totalmente guariti e 7 clinicamente guariti.

In Sardegna si registra un nuovo caso nella provincia di Nuoro mentre i pazienti ricoverati in ospedale sono in tutto 10, nessuno in terapia intensiva, mentre 21 sono le persone in isolamento domiciliare. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 1.186 pazienti guariti (+2 rispetto all'ultimo aggiornamento), più altri 18 guariti clinicamente. Resta invariato il numero delle vittime, 132 in tutto. Sul territorio, dei 1.367 casi positivi complessivamente accertati, 252 sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 99 nel Sud Sardegna, 60 a Oristano, 80 (+1) a Nuoro, 876 a Sassari.

Nessun nuovo contagio in Abruzzo dove scendono a 58 i pazienti (-3 rispetto a ieri) ancora ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 2 (invariato rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 374 (-1 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Si registra anche un nuovo decesso, una 80enne di San Giovanni Teatino. 2389 i dimessi/guariti (+3 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo sono 434, con una diminuzione di 4 unità rispetto a ieri.

coronavirus tamponi incidenza nuovi casi 11-17 giugno-2

++ Articolo in aggiornamento dalle ore 18:00, clicca qui per aggiornare la pagina ++

Coronavirus, le ultime notizie

Coronavirus, "c'è un gruppo sanguigno più a rischio": il nuovo studio

I "fantasmi" del coronavirus, dobbiamo aver paura degli asintomatici? Cosa dicono gli ultimi studi

Coronavirus, la coppia di turisti cinesi guarita dona allo Spallanzani 40mila dollari per la ricerca 

Coronavirus, sospiro di sollievo a Pechino dopo la paura: il nuovo focolaio "è sotto controllo"

Se in Cina si tira un sospiro di sollievo per il conenimento del nuovo focolaio, la Corea del Sud registra oggi 59 nuovi casi di contagio da nuovo coronavirus, l'aumento più consistente dal 28 maggio. I nuovi focolai sono dovuti in particolare all'ennesimo culto religioso, entro il quale si è diffuso il virus, e a una società di vendita porta-a-porta nella città di Daejeon. La Corea del Sud ha affrontato senza rigidi lockdown con un riconosciuto successo l'epidemia, grazie alla tempestività e all'organizzazione. Tuttavia, nuovi focolai si sono più volte riaccesi, senza che però ritornassero ad avere la virulenza registrata a febbraio-marzo.

Attualmente Seoul è sottoposta a una serie di misure più stringenti del resto del paese, ma il governo sta pensano di allargarle al resto del paese, se dovesse continuare ad alzarsi la curva.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il bollettino di oggi: 66 morti e 335 nuovi contagi

Today è in caricamento