Domenica, 1 Agosto 2021
Le ultime notizie sulla pandemia

Coronavirus, il bollettino di oggi venerdì 18 giugno: 1147 nuovi casi e 35 morti. Da lunedì altre 6 regioni in "bianco"

Gli aggiornamenti sull'emergenza coronavirus in Italia nel bollettino del ministero della Salute di oggi venerdì 18 giugno 2021. I nuovi casi, i decessi e i numeri dei ricoveri e dei vaccinati: aggiornamenti in diretta dalle Regioni

Il bollettino coronavirus di oggi venerdì 18 giugno 2021

Coronavirus, il nuovo bollettino coronavirus del Ministero della Salute di oggi venerdì 18 giugno 2021 registra 1.147 nuovi casi su 216.026 test e 35 decessi. Gli attualmente positivi scendono a 92mila, ricoverati in ospedale restano 2.680 pazienti nei normali reparti e 416 in terapia intensiva. L'ultimo bollettino coronavirus di ieri giovedì 17 giugno registrava 1.325 positivi su 200.315 test del coronavirus, 37 le vittime, 444 ricoverati in terapia intensiva e 2.888 pazienti nei reparti covid, meno di 100mila gli attualmente positivi.

Sull'onda di questi miglioramenti epidemiologici la nuova ordinanza del ministro Speranza porterà tutto il Paese (meno la valle d'Aosta) in zona bianca: da lunedì 21 giugno vanno in zona bianca Basilicata, Calabria, Campania, Marche, Toscana, Sicilia e la provincia autonoma di Bolzano.

Resta la preoccupazione per i focolai della variante Delta: il ministero della Salute ha reintrodotto il tampone e la quarantena obbligatoria per gli arrivi dal Regno Unito dove la variante indiana ha portato ad una forte recrudescenza dei contagi soprattutto tra le persone in attesa della seconda dose. Una preoccupazione che riguarda anche l'Italia dove meno del 30% della popolazione è completamente vaccinata. Oggi il commissario Figliuolo ha chiesto alle Regioni di comunicare alla struttura commissariale chi non aderisce alla campagna per motivi sanitari e il numero di soggetti che hanno manifestato la volontà di non aderire alla campagna.

Tutte le ultime notizie di oggi

Ma veniamo dunque ai dati di oggi.

Coronavirus, il bollettino di oggi venerdì 18 giugno 2021

articolo aggiornato alle ore 18:00, clicca qui per aggiornare la pagina 

  • Nuovi casi: 1.147, ieri 1.325 
  • Casi testati: 49462, ieri 49716
  • Tamponi (diagnostici e di controllo): 216.026, ieri 200.315    
    • molecolari: 88011 di cui 1109 positivi pari al 1.26%, ieri 1.27%
    • rapidi: 128015 di cui 38 positivi 
  • Attualmente positivi: 92.072, ieri 98.608 
  • Ricoverati: 2.680, ieri 2.888 
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: 416 di cui 11 nuovi, ieri 444 e 15 nuovi ingressi 
  • Deceduti dopo un tampone postivo: 127.225, ieri 127.190 
  • Totale casi positivi dall'inizio della pandemia: 4.250.902, ieri 4.249.755 
  • Totale Dimessi/Guariti: 4.031.605, ieri 4.023.957 
  • Vaccinati: 15.115.246 persone pari al 27.8% della popolazione con più di 12 anni, 44.651.249 le dosi somministrate ovvero l'90.1% delle 33.605.766 dosi consegnate da Pfizer, delle 4.539.574 consegnate da Moderna e dei 9.666.965 vaccini AstraZeneca e 1.742.001 le monodosi Janssen prodotti da Johnson & Johnson. Sul sito del Governo il report aggiornato dei vaccini. Ieri somministrate 585mila dosi, mercoledì 544mila, martedì 512: si registra un rallentamento del piano vaccinale probabilmente legato alla riorganizzazione dopo lo stop ad astrazeneca e J&J per under 60.
  • Chi è stato vaccinato. La campagna vaccinale ha coinvolto ad oggi 18 giugno 2021: l'84% degli over 80, il 44% dei settantenni, e il 37% dei sessantenni, il 26% dei cinquantenni, il 16% dei quarantenni, il 13% dei trentenni e il 11% dei ventenni e l'1% degli adolescenti completamente vaccinati con una doppia dose o con una dose unica di JJ.

Il bollettino coronavirus di oggi venerdì 18 giugno 2021 (Pdf)

bollettino coronavirus oggi 18 giugno 2021-3

I focolai di coronavirus: i dati regione per regione

Ecco gli aggiornamenti in diretta dalle singole regioni iniziando dalle situazioni più calde.?

Qui potete scaricare il modulo di autocertificazione per gli spostamenti 

Le zone in area gialla***:

  • Valle d'Aosta: 2 nuovi casi e nessun decesso dal 25 maggo. I positivi in regione sono 64, in ospedale restano 3 pazienti ricoverati, vuote le terapie intensive. Da lunedì sarà l'unica regione a restare in "giallo" ma il presidente Erik Lavevaz, considerato il netto miglioramento del quadro epidemico - ha emanato un'ordinanza che a partire da venerdì 25 giugno, consentirà la riapertura delle attività di piscine e impianti natatori in impianti coperti, centri benessere e termali, sale giochi e scommesse, sale bingo e casino' oltre di musei e altri istituti e luoghi della cultura, centri culturali, centri sociali e centri ricreativi.
  • Alto Adige: 13 nuovi casi e nessun decesso da 6 giorni. Saldo ospedalizzati: Ti +1 (3), ricoveri -3 (6).
  • Marche: 16 nuovi casi e 2 decessi. Saldo ospedalizzati: ti stabili (8), ricoveri -5 (35)  
  • Toscana: 67 nuovi casi e 3 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -5 (37), ricoveri -11 (189)
  • Campania: 107 nuovi casi e 4 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -1 (22), ricoveri -10 (314)
  • Basilicata: 14 nuovi casi e nessun decesso. Saldo ospedalizzati: ricoveri -2 (35), vuote le terapie intensive
  • Calabria: 77 nuovi casi e nessun decesso. Saldo ospedalizzati: Ti +1 (11), ricoveri -11 (137). Individuata la variante delta in un caso a Reggio Calabria. Avviato il tracciamento dei contatti fino a 14 giorni.
  • Sicilia: 170 nuovi casi e nessun decesso. Saldo ospedalizzati: Ti -5 (30) ricoveri -24 (259). Trovata positiva alla variante delta una giovane agrigentina torna dall'Inghilterra.

***Che cosa si può fare in zona gialla.
Coprifuoco dalla mezzanotte, le piscine al chiuso, i centri benessere e le terme restano chiuse fino al 1 luglio.

Le zone in area bianca****:

  • Piemonte: 58 nuovi casi e 2 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -1 (36) ricoveri -12 (233)  
  • Liguria: 16 nuovi casi e un decesso. Saldo ospedalizzati: Ti -1 (8), ricoveri +3 (35) 
  • Lombardia: 114 nuovi casi e 2 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti +1 (91), ricoveri -69 (427).  
  • Trentino: 8 nuovi casi e nessun decesso. Saldo ospedalizzati: Ti stabili (2), ricoveri -3 (8)  
  • Veneto: 72 nuovi casi e nessun decesso. Saldo ospedalizzati: Ti -2 (43), ricoveri -3 (317). Incidenza scende a 11,5 casi ogni 100mila abitanti, Rt a 0.67
  • Friuli Venezia Giulia: 23 nuovi casi e un decesso. Saldo ospedalizzati: Ti stabili (1), ricoveri -3 (4)
  • Emilia Romagna: 71 nuovi casi e 6 decessi. Saldo ospedalizzati: ti -9 (40), ricoveri -8 (246). Incidenza scende a 17 casi ogni 100mila abitanti. L'età media nuovi contagi è molto bassa, 33,5 anni. La variante delta riscontrata in 15 casi su oltre un migliaio di sequenziamenti
  • Umbria: 13 nuovi casi e nessun decesso. Saldo ospedalizzati: stabili (Ti 5, ricoveri 33). Indice Rt scende a 0.74, l'incidenza a 14.8 ogni 100mila abitanti
  • Abruzzo: 25 nuovi casi e nessun decesso. Saldo ospedalizzati: Ti stabili (1), ricoveri -4 (52). Chiuso il reparto covid dell'ospedale dell'Aquila
  • Lazio: 147 nuovi casi e 3 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -4 (77), ricoveri -31 (337). Incidenza scende a 18 casi ogni 100mila abitanti
  • Molise: 12 nuovi casi e nessun decesso. Ricoveri -2 (6), vuote le terapie intensive.
  • Puglia: 106 nuovi casi e 4 decessi. Saldo ospedalizzati: ricoveri -12 (225)
  • Sardegna: 8 nuovi casi e nessun decesso. Saldo ospedalizzati: Ti -1 (5), ricoveri -2 (70).  Sono 22 i casi positivi al coronavirus e 84 le persone in quarantena nel focolaio scoppiato nei giorni scorsi a Trinità d'Agultu, partito dalla troupe della produzione Disney al lavoro nelle coste del nord Sardegna per girare il film "La Sirenetta". 

****Che cosa si può fare in zona bianca.
Decade il coprifuoco. Le attività di ristorazione avranno la possibilità di apertura serale. Aperti nei fine settimana anche i centri commerciali. Riaprono musei, teatri, cinema, palestre, piscine e università. Restano vietate le docce sia nelle palestre che nelle piscine Le discoteche per ora restano chiuse, o meglio: possono aprire ma soltanto per sfruttare la licenza dei bar e dei ristoranti. Le mascherine restano obbligatorie sia all’aperto che al chiuso in luoghi diversi dalla propria abitazione, fatta eccezione per i casi in cui è garantito l’isolamento continuativo da ogni persona non convivente.

regioni zone bianche italia

Da un mese non c'è nessuna regione in area rossa*:

*Che cosa si può fare in zona rossa.
Gli spostamenti permessi solo per validi motivi dalle 5 alle 24, sempre con autocertificazione. Vietato anche andare i visita dagli amici/parenti. Scuole aperte fino alla prima media. Le lezioni di seconda e terza media, licei, istituti tecnici si svolgono esclusivamente in modalità a distanza.

Da tre settimane non c'è nessuna regione in area arancione**:?

**Che cosa si può fare in zona arancione.
Gli spostamenti sono permessi dalle 5 alle 24, autocertificazione per uscire dal proprio comune. Scuole aperte, ma licei e istituti tecnici in Dad almeno al 50 per cento. Per bar e ristoranti asporto dalle 5.00 alle 18.00 senza restrizioni. ono chiusi tutto il giorno, consentito l'asporto. Aperti invece i negozi, i parrucchieri e i centri estetici. Consentito lo sport non di contatto come il tennis

Coronavirus, le ultime notizie

  • Il commissario straordinario per l'emergenza Covid, il generale Francesco Paolo Figliuolo ha inviato una lettera alle Regioni per raccomandare di cercare in maniera attiva gli over 60: circa 2,8 milioni non sarebbero ancora vaccianti.
  • Entro settembre sono attesi oltre 54 milioni di vaccini mRna per chiudere la campagna di vaccinazione: l'obiettivo 500mila vaccinazioni al giorno per vaccinare l'80% della platea dei cittadini entro i 12 anni.
  • L'Italia ha fermato la somministrazione del vaccino Astrazeneca e J&J ai minori di 60 anni. Il ministro della Salute ha tradotto la "forte raccomandazione" all'uso del vaccino Astrazeneca solo per gli over 60 in modo perentorio.
  • L'agenzia europea Ema ha pubblicato i nuovi dati di farmaco vigilanza sui vaccini dove viene evidenziato che i rari casi di trombosi registrati in correlazione al vaccino anti covid sono: 10 su 6 milioni di persone vaccinate contro Covid con il vaccino J&J e 405 su 45 milioni di vaccinati con AstraZeneca"
  • Sono 930.000 gli under 60 cui è stata somministrata una prima dose di Astrazeneca e a cui ora dovrà essere somministratua una seconda dose di vaccino a Rna messaggero.  
  • Il governo sarà chiamato quindi a decidere entro il 31 luglio se varare un nuovo stato d'emergenza e passare ad una gestione ordinaria della pandemia di coronavirus.
  • Prolungato il divieto di ingresso da India, Bangladesh e Sri Lanka. Da lunedì 21 giugno obbligatoria una quarantena di 5 giorni e tampone per chi proviene dalla Gran Bretagna.
  • Da 13 settimane consecutive si registra una discesa dei nuovi casi settimanali. Dal picco del 6 aprile si registra un meno 89% dei posti letto occupati in area medica e un meno 87% in terapia intensiva. 
  • Le tre regioni con l'incidenza pià alta in Italia sono la Basilicata (30,7), la Sicilia (30,5) e la Calabria con 24,9. La regione con il valore più basso è la Liguria con 6,2 casi ogni 100 mila abitanti, e in tutte e regioni il valore non tocca mai il limite soglia dei 50 casi, con un valore medio nazionale 16.7 casi ogni 100 mila.

Come va la pandemia

mappa ecdc-6

Dopo gli ultimi drammatici mesi finalmente la pandemia da Covid-19 si trova in un'evidente fase di raffreddamento in Italia, ma in altri paesi la situazione è decisamente peggiore e negli Stati Uniti, ad esempio, come pure in Spagna e nel Regno Unito, si osserva negli ultimi giorni qualche segnale di allarme. Lo rileva Giuseppe Arbia, professore di Statistica economica all'Università Cattolica di Roma e curatore del sito COVSTAT sull'andamento pandemico da Covid-19. Infatti, chiarisce l'esperto, "sebbene in questi tre paesi il numero di decessi sia in calo costante - fermo da settimane su numeri molto bassi nel Regno Unito, il più basso da novembre in Spagna e addirittura il più basso da marzo del 2020 negli Usa - si è tuttavia registrata recentemente una ripresa del numero dei nuovi casi i quali, negli ultimi 10 giorni, sono passati da 57000 a 66000 nel Regno Unito (+15%), da 11000 a 13000 negli USA (+11%) e da 5000 a 6000 in Spagna (+20%)".

La situazione "più allarmante si registra in paesi quali India e Brasile nei quali - afferma - osserviamo una decisa ripresa del numero dei decessi, che rappresentano la misura più drammatica, ma anche la più affidabile, dell'andamento della pandemia. In particolare, il numero di decessi giornalieri negli ultimi 10 giorni è passato da 2500 a 3500 in India (+40%) e da 1800 a circa 2000 in Brasile (+11%). E se in India i contagi sono comunque in calo costante da maggio, in Brasile se ne registra, invece, un'allarmante crescita nell'ultima settimana da 57000 a 70000 (+22%)". Queste differenze, sottolinea, sono dovute ovviamente al diverso andamento della campagna vaccinale ed in particolare alla diversa diffusione delle varianti del virus. La variante Delta in primis che, nella sua sotto-variante 2 (B.1.617.2), avverte Arbia, "rappresenta oggi la maggiore minaccia a livello mondiale".

 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il bollettino di oggi venerdì 18 giugno: 1147 nuovi casi e 35 morti. Da lunedì altre 6 regioni in "bianco"

Today è in caricamento