Martedì, 1 Dicembre 2020
Italia

Coronavirus, il bollettino di oggi mercoledì 21 ottobre: 15.199 nuovi casi e 127 morti

Gli aggiornamenti sull'emergenza coronavirus in Italia nel bollettino del ministero della Salute di oggi mercoledì 21 ottobre 2020. I nuovi casi, i decessi e i numeri dei ricoveri in terapia intensiva: aggiornamenti in diretta dalle regioni

L'ultimo bollettino coronavirus di oggi 21 ottobre 2020

Coronavirus, il nuovo bollettino coronavirus del Ministero della Salute di oggi mercoledì 21 ottobre 2020 conferma il preoccupante trend in costante aumento del numero dei nuovi casi di positività al Sars-Cov-2 che hanno portato il numero dei pazienti Covid a oltre quota 155mila attualmente positivi, livelli mai raggiunti durante la prima ondata. Oggi si registrano ben 15.199 nuovi casi (record di nuovi positivi) e 127 morti. Sono complessivamente 926 i pazienti ricoverati in terapia intensiva (+56) e 9.057 nei reparti Covid (+603).

Quanto alle regioni si registrano 4.125 nuovi casi in Lombardia, 1.799 in Piemonte, 1.760 in Campania, 1.219 nel Lazio. Quanto ai 1.422 casi del Veneto si tratta di un ricalcolo che tiene conto di positivi che non erano stati conteggiati nei giorni scorsi. Tra lunedì e mercoledì questa settimana si registrano 35.411 nuovi casi, il 295% in più di un mese fa a fronte del 49% dei tamponi in più.

L'ultimo bollettino coronavirus pubblicato ieri martedì 20 ottobre registrava 10.874 nuovi casi su 144.737 tamponi. Quanto alle regioni, in Lombardia si registrano 2.023 nuovi casi, in Piemonte 1.396, in Campania 1.312 e nel Lazio 1.224 nuovi casi. Negli ospedali solo ieri erano state ricoverate 778 persone mentre nelle terapie intensive si trovavano 870 persone in condizioni critiche (+73). Si tratta del maggiore aumento delle occupazioni delle terapie intensive dal 30 marzo quando aumentarono di 75 ed anche il maggiore aumento dei ricoveri dal 27 marzo quando aumentarono di 1.276. Se il trend prosegue, giovedì o al massimo venerdì avremo superato il numero di persone ricoverate in terapia intensiva dell'11 marzo (giorno del lockdown nazionale), cioè 1.028.

Coronavirus, il bollettino di oggi mercoledì 21 ottobre 2020​​

  • Nuovi casi: 15.199
  • Casi testati: 106.488
  • Tamponi (diagnostici e di controllo): 177.848 
  • Attualmente positivi: 155.442
  • Deceduti: 36.832 (+127)
  • Ricoverati: 9.057 (+603)
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: 926 (+56)
  • Totale casi positivi: 449.648
  • Dimessi/Guariti: 257.374

Il bollettino coronavirus di oggi 21 ottobre 2020 (Pdf)

bollettino coronavirus oggi 21 ottobre 2020-3-2

Quanto ai dati regionali si registrano:

  • Lombardia: 134.604 casi totali (29.890 attualmente positivi) (4.125 nuovi casi)
  • Piemonte: 48.118 (13.435) (1.799)
  • Emilia-Romagna: 42.588 (10.800) (671)
  • Veneto: 38.265 (11.433) (1.422)
  • Campania: 30.484 (21.101) (1.760)
  • Lazio: 28.370 (17.403) (1.219)
  • Toscana: 25.466 (12.239) (866)
  • Liguria: 19.891 (4.621) (546)
  • Sicilia: 13.790 (7.850) (562)
  • Puglia: 12.325 (5.991) (324)
  • Marche: 9.871 (2.377) (226)
  • P.A. Trento: 7.166 (848) (148)
  • Friuli Venezia Giulia: 6.855 (2.106) (219)
  • Abruzzo: 6.786 (3.091) (252)
  • Sardegna: 6.643 (3.811) (167)
  • Umbria: 5.453 (2.955) (350)
  • P.A. Bolzano: 5.302 (2.080) (189)
  • Calabria: 3.099 (1.380) (136)
  • Valle d'Aosta: 2.132 (831) (111)
  • Basilicata: 1.398 (775) (85)
  • Molise: 1.042 (425) (22)

Articolo in aggiornamento, clicca qui per refreshare la pagina 

I focolai di coronavirus: i dati regione per regione

In attesa di conoscere intorno alle 17:00 i numeri del bollettino coronavirus comunicati dal Ministero della Salute, vediamo gli aggiornamenti in diretta dalle singole regioni iniziando dalle situazioni più calde. 

In Lombardia si registrano 4126 nuovi casi e 20 decessi. 134 le persone ricoverate in Terapia intensiva (+11) e 1521 i pazienti che hanno necessità di un ricovero in ospedale (+253). Forte crescita i contagi a Milano e, soprattutto, nella provincia di Monza e Brianza, dove i casi sono passati dai 123 di ieri ai 671 di oggi. Confermata la riapertura delle strutture sanitarie temporanee allestite nei padiglioni della Fiera di Milano e di Bergamo. È stato confermato il focolaio nel reparto di Cardiologia dell'ospedale Sacco di Milano: una ventina gli infermieri positivi così come un medico. L'ospedale, interpellato da MilanoToday, ha precisato che i contagi sarebbero avvenuti all'esterno della struttura ospedaliera. Non è ancora chiaro né dove né quando si siano verificati. Il personale sanitario risultato positivo al coronavirus è stato isolato. Dalla mezzanotte in vigore le due nuove ordinanze che prescrivono coprifuoco e nuove restrizioni. Torna l'autocertificazione.

In Piemonte si registrano oggi 1.799 casi, di cui 967 asintomatici, 7 i decessi. I ricoverati in terapia intensiva sono 74 (+12 rispetto a ieri). non in terapia intensiva 1.111 (+74 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 12.250, mentre i tamponi diagnostici finora processati sono 895.399 (+ 13.621), di cui 481.163 risultati negativi.

Dopo un rallentamento nella giornata di ieri, oggi tornano a crescere i positivi in Campania e si registra un nuovo record di casi: sono 1.760, il numero più alto dall'inizio della pandemia, su 13.878 tamponi. Di questi, 99 sono sintomatici e 1.661 asintomatici. Supera quota 20mila il numero delle persone attualmente positive al coronavirus: dei 21.101 attualmente positivi (1.643 in più rispetto al dato di ieri), 20.020 sono in isolamento domiciliare (+2.675 in più rispetto a ieri), 996 i ricoverati con sintomi (+50) e 86 i ricoverati in terapia intensiva (-6). I decessi del giorno (avvenuti tra il 17 e il 20 ottobre ma registrati ieri) sono 11, mentre sono 106 le persone guarite. Il totale dei positivi dall'inizio dell'emergenza supera quota 30mila (sono 30.484) su oltre 800mila tamponi (802.965). I morti sono 545 e i guariti 8.838.

Nel Lazio su oltre 20mila tamponi si registrano 1.219 casi positivi, 16 i decessi e 133 i guariti. Sono 17.403 gli attualmente positivi. Di questi, 16.048 sono in isolamento domiciliare, 1.226 sono ricoverati non in terapia intensiva, 129 sono ricoverati in terapia intensiva (+6 rispetto a ieri), 1.054 sono deceduti e 9.913 sono guariti. La rete ospedaliera è entrata nella settima fase, programmati a regime circa 3.000 posti riservati a Covid. Nella Asl Roma 1 sono 177 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi con link familiare o contatto di un caso gia' noto. Si registrano cinque decessi di 76, 88, 91, 91 e 93 anni con patologie. Nella Asl Roma 2 sono 233 i casi nelle ultime 24h e si tratta di ottanta casi con link familiare o contatto di un caso gia' noto e settantotto i casi individuati su segnalazione del medico di medicina generale. Si registrano cinque decessi di 58, 61, 70, 72 e 102 anni con patologie. Nella Asl Roma 3 sono 133 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi con link familiare o contatto di un caso gia' noto. Si registra un decesso di 88 anni con patologie. Nella Asl Roma 4 sono 35 i casi nelle ultime 24h e si tratta di quattro casi con link familiare o contatto di un caso gia' noto e sette casi individuato su segnalazione del medico di medicina generale. Due i casi individuati in fase di pre-ospedalizzazione. Nella Asl Roma 5 sono 107 i casi nelle ultime 24h e si tratta di diciannove casi con link familiare o contatto di un caso gia' noto. Undici i casi con link al cluster del Nomentana Hospital dove e' in corso l'indagine epidemiologica. Si registra un decesso di 57 anni con patologie. Nella Asl Roma 6 sono 88 i casi nelle ultime 24h e si tratta di trentotto casi con link familiare o contatto di un caso gia' noto. Si registra un decesso di 79 anni con patologie. Nelle province si registrano 446 casi e tre i decessi nelle ultime 24h. Nella Asl di Latina sono centouno i nuovi casi e si tratta di casi con link familiare o contatto di un caso gia' noto. Si registrano due decessi di 69 e 84 anni con patologie. Nella Asl di Frosinone, aggiunge ancora D'Amato, si registrano centocinquantanove nuovi casi e si tratta di casi con link familiare o contatto di un caso gia' noto. Si registra un decesso di 83 anni con patologie. Nella Asl di Viterbo si registrano novantanove nuovi casi e si tratta di cinquantanove casi con link familiare o contatto di un caso gia' noto. Nella Asl di Rieti si registrano ottantasette nuovi casi e di questi sessantasette con link al cluster della Rsa San Raffaele a Borbona dove e' in corso l'indagine epidemiologica. Venti i casi con link familiare o contatto di un caso gia' noto. Disposto il coprifuoco anche a Roma e nel Lazio: si temono 3mila ricoveri in ospedale.

Boom di nuovi casi in Veneto dove oggi sono 1.422 i contagi accertati (ore 8:00), un dato doppio rispetto ai peggiori giorni della prima ondata. Tuttavia si tratta di un dato parzialmente "falsato" dato dal ricalcolo relativo anche ai tamponi positivi registrati nei giorni scorsi. Il bollettino computa anche 14 vittime. Guardando ai ricoveri, sono attualmente 590 i pazienti in cura negli ospedali veneti, dei quali 495 positivi (56 gravi).

++ sezione aggiornata alle ore 19:04, clicca qui per aggiornare la pagina ++

Qui di seguito le altre regioni.

casi coronavirus per regione-2

Fonte Iss da dati regionali

Record di contagi anche in Friulia Venezia Giulia con 219 nuovi casi in 24 ore.

In Liguria si registrano 546 nuovi casi, degli attualmente positivi (8.360) sono 578 (+41) i ricoveri in ospedale di cui 31 in terapia intensiva (-1).

In Emilia Romagna si registrano 671 i positivi su 17mila tamponi. Quasi la metà asintomatici. Ma crescono anche i decessi, otto da ieri: due a Bologna (una donna di 85 e un uomo di 81 anni), due a Modena (una donna di 84 e un uomo di 86 anni), due a Piacenza (un uomo di 87 e uno di 68 anni, quest'ultimo residente in provincia di Lodi), uno a Parma (un uomo di 84 anni) e uno a Reggio Emilia (un uomo di 90 anni). Sono 86 invece pazienti in terapia intensiva (+8 rispetto a ieri) e 596 (+65 sempre da ieri) quelli ricoverati negli altri reparti Covid.  

In Toscana si registrano 866 nuovi casi su 7359 casi testati, 13 i decessi. Quattro i pazienti in stato critico che hanno avuto necessità di un ricovero in Terapia intensiva, 28 quelli nei reparti Covid.

Nelle Marche sono risultate positive 226 persone su 1486 nuovi casi testati. Impennata di ricoveri in 24ore per Covid-19 (da 118 a 134; +16) e 998/o decesso: l'ultima vittima del virus è un 71enne residente a Loreto (Ancona), affetto anche da patologie pregresse, che era ricoverato presso l'azienda Ospedali Riuniti di Ancona. Non cresce il numero di degenti in Terapia intensiva (19) ma raddoppiano i ricoverati in semi-intensiva (da 4 a 8). 

In Umbria si registrano 350 nuovi casi e due decessi. 2960 gli attualmente positivi, stabile l'affollamento delle terapie intensive (20 i pazienti gravi), due ricoveri in più in ospedale (172). 4.382 le persone attualmente in isolamento.

In Abruzzo 252 nuovi casi su 3133 tamponi e 5 decessi. Stabili i ricoveri in ospedale. (Terapia intensiva -1, +2 in reparto).

In Puglia si registrano 324 nuovi casi su 5.300 tamponi. Due i decessi, tre i ricoveri in terapia intensiva, 6 nei reparti ordinari. In provincia di Bari si registra anche la maggior parte dei casi positivi (123). Seguono le province di Foggia e Taranto con 61 casi ciascuna, poi la province Bat (38), Brindisi (26), Lecce (10) e 5 casi di residenti fuori regione. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 502.331 test e 5.690 sono i pazienti guariti. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 12.325 e i casi attualmente positivi sono 5.991. I ricoverati sono 480, lo 0,7% in terapia intensiva. 

In Basilicata si registrano 95 i nuovi casi (85 lucani e 10 non residenti.) su 1201 tamponi 1201. Sono 52 i ricoverati nelle strutture ospedaliere lucane: all’ospedale San Carlo di Potenza 17 persone sono ricoverate nel reparto di Malattie infettive, 18 nel reparto di Pneumologia, 3 nel reparto di Medicina d’Urgenza, 1 nel reparto di Terapia Intensiva; all’ospedale ‘Madonna delle Grazie’ di Matera 10 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive e 3 in quello di Terapia intensiva.

In Sicilia sono 562 i nuovi positivi al Covid19 registrati nelle ultime 24 ore. Salgono così a 7.850 gli attuali contagiati dal virus. Di questi 649 sono i ricoverati: 565 in regime ordinario (23 in più) e 83 in terapia intensiva con un incremento di 6 ricoveri rispetto a ieri. Anche oggi si registrano nuove vittime, sono 11 i decessi che portano il totale a 389. I guariti sono 198. I tamponi effettuati sono 7.412. Sul fronte della distribuzione territoriale sono 192 i nuovi casi a Palermo; 170 a Catania; 66 a Trapani; 53 a Messina; 34 a Ragusa; 20 a Siracusa; 19 a Caltanissetta; 5 a Enna e 3 a Agrigento

In Sardegna si registrano 167 nuovi casi, 127 rilevati attraverso attività di screening e 40 da sospetto diagnostico. Si registrano tre decessi, tre donne, due residenti nella Città Metropolitana di Cagliari, rispettivamente di 81 e 78 anni, e una di 52 residente nel Sud Sardegna. Le vittime sono in tutto 180 anche se non viene conteggiato un 88enne deceduto al Santissima Trinità. In totale sono stati eseguiti 235.250 tamponi con un incremento di 2.223 test rispetto all'ultimo aggiornamento. Sono invece 236 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (+10 rispetto al dato di ieri), mentre è di 36 (+2) il numero dei pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 3.539. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 2.618 (+54) pazienti guariti, più altri 34 guariti clinicamente. Sul territorio, dei 6.643 casi positivi complessivamente accertati, 1.141 (+27) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 977 (+23) nel Sud Sardegna, 528 (+21) a Oristano, 977 (+23) a Nuoro, 3.020 (+73) a Sassari. La regione scivola verso il mini lockdown: il governatore Solinas pronto a chiudere la Sardegna per 15 giorni.

coronavirus casi oggi 21 ottobre 2020-2

Fonte: @LMtredici

curva coronavirus 21 ottobre 2020-2

Fonte Protezione Civile

Ecco infine le ultime notizie sulla pandemia raccolte nelle ultime 24 ore

Coronavirus, le ultime notizie

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha spiegato che in queste ore il governo è al lavoro con numerose regioni italiane per provare a costruire misure più capaci di rispondere alla sfida posta dal Covid.

"Saltato il contenimento a Milano, Napoli e probabilmente a Roma. Ora bloccare la mobilità"

L'autocertificazione per uscire di notte: ecco il nuovo modulo da scaricare

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il bollettino di oggi mercoledì 21 ottobre: 15.199 nuovi casi e 127 morti

Today è in caricamento