rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
Le ultime notizie sulla pandemia

Coronavirus, il bollettino di oggi 22 marzo: 13.846 contagi e 386 morti. La terza ondata colpisce gli ospedali

Gli aggiornamenti sull'emergenza coronavirus in Italia nel bollettino del ministero della Salute di oggi lunedì 22 marzo 2021. I nuovi casi, i decessi e i numeri dei ricoveri e dei vaccinati: aggiornamenti in diretta dalle regioni

Coronavirus, il nuovo bollettino coronavirus del Ministero della Salute di oggi lunedì 22 marzo 2021 registra oggi quasi 14mila nuovi casi su appena 170mila tamponi. Salgono i pazienti ricoverati in ospedale (+565 nei reparti non critici) e non accenna a diminuire la pressione sulle terapie intensive (+62). Una buona notizia arriva dall'Inghilterra dove su 5.342 diagnosi giornaliere si registrano appena 17 decessi: un vero e proprio crollo della mortalità correlata al Covid-19 che segue il successo della campagna vaccinale.

L'ultimo bollettino coronavirus di ieri domenica 21 marzo registrava 24.935 nuovi casi su 207241 tamponi (10.93% positivi) e 962248 test rapidi (0.15%). Negli ospedali si trovano 26.694 nei reparti non critici e 3.333 in terapia intensiva. Oltre 5mila nuovi casi in Lombardia e boom di contagi in Puglia (oltre 2mila) dove il governatore Emiliano valuta l'ipotesi di una zona rossa rafforzata con una maggiore stretta sui controlli e una richiesta alle aziende per un maggiore smart working. 

Coronavirus, il bollettino di oggi lunedì 22 marzo 2021

articolo aggiornato alle ore 18:06 clicca qui per aggiornare la pagina 

  • Nuovi casi: 13.846
  • Casi testati: --
  • Tamponi (diagnostici e di controllo): 169.196
    • molecolari: 106736 di cui 23895 positivi pari al 22.38 %
    • rapidi: 62460 di cui 606 positivi pari al 0.97%
  • Attualmente positivi: 563.067
  • Ricoverati: 28.049 (ieri 27.484)
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: 3.510, 227 nuovi ingressi (ieri 3.448) 
  • Totale casi positivi dall'inizio della pandemia: 3.400.877
  • Deceduti dopo Covid test positivo:105.328
  • Totale Dimessi/Guariti: 2.732.482
  • Vaccinati: 2.489.051 (7.841.399 dosi somministrate) 
    si tratta del 81.9% delle 6.610.500 dosi consegnate da Pfizer e delle 493.000 consegnate da Moderna al 16 marzo. La campagna vaccinale dedicata agli over 80 non in Rsa ha coinvolto oltre 2.250.568 i "nonni" che hanno avuto almeno una dose del vaccino Pfizer/Moderna. Sospesa per accertamenti della Ema fino a giovedì la distribuzione delle dosi dei 2.474.000 vaccini AstraZeneca destinati alla fase 3: 199mila gli uomini delle forze armate già coinvolti, 724mila tra il personale scolastico. Sul sito del Governo il report aggiornato dei vaccini. Ieri somministrate 122mila dosi, sabato 160mila, rispetto alle 300mila auspicate.

Il bollettino coronavirus di oggi 22 marzo 2021 (Pdf)

I focolai di coronavirus: i dati regione per regione

In attesa di conoscere intorno alle 17:00 i numeri del bollettino coronavirus comunicati dal Ministero della Salute, vediamo gli aggiornamenti in diretta dalle singole regioni iniziando dalle situazioni più calde.​

Di seguito le zone in area rossa*:

  • Piemonte: Rt 1,33 e incidenza 352 - 1521 nuovi casi e 40 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti +3, ricoveri +81
  • Liguria: Rt 1,06 -  294 nuovi casi e 8 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -1, ricoveri +16
  • Lombardia: Rt 1,16 e incidenza 329 -  2105 nuovi casi e 76 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti +16, ricoveri +26
  • Trentino: Rt 0.91 e incidenza 298 - 80 nuovi casi e 6 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti +1, ricoveri -3
  • Veneto: Rt 1,25 e incidenza 264 -  981 nuovi casi e 14 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti+4, ricoveri +43 
  • Friuli Venezia Giulia: Rt 1,42 e incidenza 468 -  405 nuovi casi e 18 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti +1, ricoveri +15
  • Emilia Romagna: Rt 1,18 e incidenza 423 - 2118 nuovi casi e 44 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -6, ricoveri +136. Bonaccini: "Abbiamo scavallato il picco, si inizia a scendere" 
  • Marche: Rt 1,19 e incidenza 338 - 265 nuovi casi e 11 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti +6, ricoveri +31
  • Lazio: Rt 1,09 - 1407 nuovi casi e 19 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti +20, ricoveri +95
  • Campania: Rt 1,65 e incidenza 305 -  1313 nuovi casi e 43 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -2, ricoveri +7
  • Puglia: Rt 1,24 e incidenza 270 -  844 nuovi casi e 28 decessi. Saldo ospedalizzati: +40

*Che cosa si può fare in zona rossa.
Gli spostamenti permessi solo per validi motivi dalle 5 alle 22, sempre con autocertificazione. Vietato anche andare i visita dagli amici/parenti. Chiuse anche le scuole materne ed elementari

Di seguito le zone in area arancione**:​

  • Valle d'Aosta: Rt 1,42 -  52 nuovi casi. Negli ospedali si trovano 23 pazienti, due in terapia intensiva (stabili)
  • Alto Adige: Rt 0,59 -  35 nuovi casi. Saldo ospedalizzati: +5
  • Umbria: Rt 0.93 -  71 nuovi casi e 4 decessi. Saldo ospedalizzati: ti +1, ricoveri +22
  • Toscana: Rt 1,09 - 1358 nuovi casi e 23 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti stabili, ricoveri +53
  • Abruzzo: Rt 0,95 -  190 nuovi casi e 7 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti +4 Ric -1
  • Molise: Rt 0,89 - 18 nuovi casi e 5 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti +3, ricoveri -6
  • Basilicata: Rt 1,25 - 24 nuovi casi e 7 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti +1, ricoveri -4
  • Calabria: Rt 1,36 - 156 nuovi casi e 6 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti +1, ricoveri +4
  • Sicilia: Rt 1,05 - 666  nuovi casi e 21 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -2, ricoveri +32 
  • Sardegna: Rt 1.08 - 161 nuovi casi e 5 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti +1, ricoveri +7  

**Che cosa si può fare in zona arancione.
Gli spostamenti sono permessi dalle 5 alle 22 ma con autocertificazione; sarà vietato uscire dal proprio comune. I bar e ristoranti sono chiusi tutto il giorno, consentito l'asporto. Aperti invece i negozi, i parrucchieri e i centri estetici. Consentito lo sport non di contatto come il tennis

Le zone in area gialla***:

***Che cosa si può fare in zona gialla.
Da lunedì 15 marzo e fino al 6 aprile la zona gialla è sospesa: valgono pertanto le prescrizioni della zona arancione. Per domani e Domenica, ultimi giorni in area gialla, sarà possibile muoversi dalle 5 alle 22. Nei bar consentito l'asporto fino alle 18. Ristoranti aperti fino alle 18 poi solo asporto o consegna a domicilio. Sarà possibile frequentare i musei ma non nei festivi (fino al 27 marzo). Consentito spostarti in visita a parenti e amici al massimo in due persone più gli under 14 e eventuali disabili a carico. Restano sospesi gli spostamenti tra le regioni anche dello stesso colore

Le zone in area bianca****:

****Che cosa si può fare in zona bianca.
Non vale la prescrizione del nuovo Dl 12 marzo. Inoltre secondo quanto prescritto dal Dpcm 2 marzo decade il coprifuoco. Le attività di ristorazione avranno la possibilità di apertura serale fino alle 23, i bar fino alle 21. Aperti nei fine settimana anche i centri commerciali. Riaprono musei, teatri, cinema, palestre, piscine e università.

Coronavirus, le ultime notizie

Salgono a 12 le regioni che superano la soglia critica del 30% delle terapie intensive occupate da pazienti Covid e oltre la quale diventa difficile la presa in carico degli altri malati: Abruzzo (49%), Emilia Romagna (52%), Friuli Venezia Giulia (46%), Lazio (34%), Lombardia (57%), Marche (61%), Molise (41%), Provincia autonoma di Trento (58%), Piemonte (55%), Puglia (37%), Toscana (41%) e Umbria (52%). Il valore è invece al 30% nella Provincia autonoma di Bolzano.

Per quanto riguarda i reparti di medicina interna, infettivologia e pneumologia, la soglia critica del 40%, individuata dal Decreto del Ministero della Salute e oltre la quale diventa difficile la presa in carico degli altri malati, risulta superata da 9 regioni o province autonome: Abruzzo (45%), Emilia Romagna (55%), Friuli Venezia Giulia (47%), Lombardia (52%), Marche (65%), Molise (45%), Piemonte (59%), Puglia (46%) e Umbria (43%). Il Lazio si attesta, invece, al 40%.

Buone notizie intanto dalle Rsa dove si iniziano a vedere i primi effetti delle vaccinazioni anti Covid-19, con un calo sia dell’incidenza della malattia fra i residenti e gli operatori, sia nel numero di residenti isolati, sia, anche se in misura ancora minore, nei decessi. Su 833 le strutture residenziali RSA che hanno partecipato alla sorveglianza in particolare si osserva:

  • la riduzione dell’incidenza settimanale di COVID-19 dopo l’inizio della campagna vaccinale: nell’ultima settimana di febbraio e nelle prime settimane di marzo si raggiungono valori sovrapponibili o inferiori a quelli registrati nella prima settimana di ottobre (0,6% nelle strutture residenziali per anziani e del 0,5% in tutte le strutture residenziali nella settimana dall’8 marzo al 14 marzo 2021). Questo dato è in controtendenza rispetto all’andamento dell’epidemia nella popolazione generale che ha mostrato una recrudescenza nelle ultime settimane di febbraio e inizio marzo;
  • un declino nel numero di nuovi casi tra gli operatori sanitari dopo l’inizio della campagna vaccinale e più evidente nelle ultime settimane di febbraio e inizio marzo 2021;

  • un calo nel numero di decessi complessivi si osserva tra la fine di gennaio e marzo 2021, fino a raggiungere lo 0,6% dei residenti di strutture per anziani non autosufficienti e lo 0,4% per tutte le strutture nella settimana dall’15 al 21 febbraio 2021. Nell’ultima settimana di monitoraggio, dall’8 al 14 marzo, la percentuale di decessi è stata dello 0,8% dei residenti di strutture per anziani non autosufficienti e lo 0,5% per tutte le strutture.

Le zone arancioni e rosse in Italia da lunedì 22 marzo

colori regioni italia dal 22 marzo-3

Ricordiamo che il 3-4-5 aprile tutta Italia sarà zona rossa ad eccezione di eventuali regioni in zona bianca. Da lunedì 15 marzo e fino al 6 aprile bar, ristoranti e scuole medie e superiori saranno chiuse in tutta Italia, salvo i territori in zone bianca.

Qui potete scaricare il modulo di autocertificazione per gli spostamenti 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il bollettino di oggi 22 marzo: 13.846 contagi e 386 morti. La terza ondata colpisce gli ospedali

Today è in caricamento