Coronavirus, il bollettino di oggi venerdì 25 settembre: 20 morti e 1.912 nuovi casi, mai cosi tanti dopo il lockdown

Gli aggiornamenti sull'emergenza coronavirus in Italia nel bollettino del ministero della Salute di oggi venerdì 25 settembre 2020. I nuovi casi, i decessi e i numeri dei ricoveri in terapia intensiva: aggiornamenti in diretta dalle regioni

L'ultimo bollettino coronavirus di oggi 25 settembre 2020

Coronavirus, il nuovo bollettino coronavirus del Ministero della Salute di oggi venerdì 25 settembre 2020 conferma il preoccupante trend in costante aumento del numero dei nuovi casi di positività al Sars-Cov-2. Oggi si registrano infatti 1.912 nuovi casi di contagio su 107.269 tamponi processati. Purtroppo si registrano anche 20 decessi di pazienti covid. Stabili i ricoveri in ospedale ma tre regioni restano sotto particolare sorveglianza: Campania, Lazio e Lombardia.

L'ultimo bollettino coronavirus pubblicato ieri giovedì 24 settembre registrava 1.786 i nuovi casi a fronte di un nuovo record di tamponi 108.019 (5mila in più rispetto a ieri). 23 i nuovi decessi, mentre aumentano ricoveri (+73) e pazienti critici (+2). Tre le regioni sopra quota 200 casi (Veneto, Lombardia e Lazio), 195 i casi in Campania.

Vediamo ora nel dettaglio tutti i dati dell'ultimo bollettino. In coda all'articolo la sezione aggiornata con le ultime notizie in arrivo dalle regioni per far luce sui nuovi focolai di coronavirus e le ultime notizie sull'epidemia di Covid-19 in Italia 

Coronavirus, il bollettino di oggi venerdì 25 settembre 2020​​

  • Attualmente positivi: 47.718
  • Deceduti: 35.801 (+20, +0,06%)
  • Dimessi/Guariti: 222.716 (+954, +0,43%)
  • Ricoverati: 2.981 (+4)
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: 244 (-2)
  • Tamponi: 1.089.963 (+107.269)
  • Totale casi: 306.235 (+1.912, +0,63%)

Il bollettino coronavirus di oggi 25 settembre 2020 (pdf)

  • Articolo in aggiornamento, clicca qui per refreshare la pagina 

bollettino coronavirus oggi 25 settembre 2020-3

Quanto alle evidenze territoriali si registrano:

  • Lombardia: 105.732 casi totali (9.171 attualmente positivi) (277 nuovi casi)
  • Emilia-Romagna: 34.833 (4.651) (122)
  • Piemonte: 34.799 (2.502) (120)
  • Veneto: 26.598 (3.336) (196)
  • Lazio: 15.435 (6.491) (230)
  • Toscana: 14.355 (3.261) (139)
  • Liguria: 12.944 (1.726) (73)
  • Campania: 11.355 (5.258) (253)
  • Marche: 7.851 (721) (33)
  • Puglia: 7.394 (2.309) (90)
  • Sicilia: 6.466 (2.530) (107)
  • P.A. Trento: 5.829 (548) (23)
  • Friuli Venezia Giulia: 4.526 (713) (37)
  • Abruzzo: 4.317 (817) (51)
  • Sardegna: 3.528 (1.784) (57)
  • P.A. Bolzano: 3.438 (514) (52)
  • Umbria: 2.318 (485) (23)
  • Calabria: 1.906 (508) (10)
  • Valle d'Aosta: 1.288 (55) (1)
  • Basilicata: 691 (205) (13)
  • Molise: 632 (133) (5)

Le province più colpite dalla pandemia sono: Milano, Torino, Brescia, Bergamo, Roma e Napoli

I focolai di coronavirus: i dati regione per regione

In attesa di conoscere intorno alle 17:00 i numeri del bollettino coronavirus comunicati dal Ministero della Salute, vediamo gli aggiornamenti in diretta dalle singole regioni

Allerta massima in Campania dove oggi si registrano 253 casi su 7.579 tamponi (3,38%). 25 i pazienti ricoverati in terapia intensiva e purtroppo oggi sono stati registrati 2 decessi legati al coronavirus. "Da qui a metà ottobre la situazione sarà delicata" ha detto il governatore De Luca che ha preventivato la possibilità di un lockdown regionale. "Abbiamo il doppio dei contagi del 25 marzo e da qui al 21 ottobre è previsto un incremento di 5000 contagi".

Sorvegliata speciale anche la regione Lazio dove oggi si registrano 230 nuovi casi su oltre 11mila tamponi e 2 decessi. Dal primo ottobre i vaccini antinfluenzali consegnati alle Asl. Dei 230 casi 113 sono a Roma. In particolare nella Asl Roma 1 sono 40 i casi nelle ultime 24h e di questi tre sono di rientro, uno con link dalla Sardegna, uno dalla Lombardia e uno dalla Campania. Sono ventuno i casi con link familiare o contatto di un caso già noto e isolato. Nella Asl Roma 2 sono 42 casi nelle ultime 24h e tra questi venti sono i contatti di casi già noti e isolati e sedici individuati su segnalazione del medico di medicina generale. Nella Asl Roma 3 sono 31 i casi nelle ultime 24h e si tratta di quattro casi di rientro uno dalla Germania, uno dal Messico, uno dalla Toscana e uno con link dalla Sardegna. Diciassette sono i contatti di casi già noti e isolati e due casi individuati al test sierologico. Nella Asl Roma 4 sono 9 i casi nelle ultime 24h e si tratta di due casi individuati su segnalazione del medico di medicina generale e sette sono i contatti di casi giànoti e isolati. Nella Asl Roma 5 sono 16 i casi nelle ultime 24h e si tratta di sette contatti di casi già noti e isolati. Nella Asl Roma 6 sono 19 i casi nelle ultime 24h e si tratta di un caso di rientro dalle Marche, undici sono i contatti di casi già noti e isolati e due sono casi individuati in fase di pre-ospedalizzazione. Nella Asl di Latina sono ventidue i casi e si tratta di un caso di rientro dalla Russia e uno da Singapore. Un caso ha link ad un cluster di un matrimonio dove è in corso l'indagine epidemiologica e sono quattordici i contatti di casi già noti e isolati. Nella Asl di Frosinone si registrano trentuno casi e si tratta di nove contatti di casi già noti e isolati e quattro casi individuati in fase di pre-ospedalizzazione. Nella Asl di Rieti si registrano tredici casi e si tratta di un caso di rientro dall'Umbria e dieci casi con link ad un cluster noto dove e' in corso l'indagine epidemiologica. Nella Asl di Viterbo si registrano sette casi e si tratta di tre contatti di casi già noti e isolati

In Lombardia si contano oggi 277 nuovi casi positivi su 20.431 tamponi effettuati. Un dato che corrisponde all'1,3% dei test eseguiti. In diminuzione i ricoveri sia in terapia intensiva 30 (-1) sia in reparto, 300 (-3). Due i decessi di persone positive registrati che portano il totale in regione a 16.937. Sono invece 152 in più i guariti/dimessi per un totale complessivo di 79.624, di cui 1.508 dimessi e 78.116 guariti. Il dato più alto tra le province è quello di Milano: 192, di cui 104 a Milano città.

++ sezione aggiornata alle ore 18:38, clicca qui per aggiornare la pagina ++

nuovi casi coronavirus-3

Qui di seguito i dati dalle altre regioni: 

In Veneto sono 196 nuovi casi. Purtroppo si registrano anche 4 decessi, con il totale a 2.173. I casi attuali di positività sono 3.336 (+64), le persone in isolamento fiduciario sono 9.051, di cui 200 positivi. sempre stabile la situazione negli ospedali, con 192 ricoverati nei reparti non critici (-6) di cui i positivi sono 140 (-4), e 24 nelle terapie intensive (+2) con 19 positivi (+2).

Risalgono i casi di Covid in Emilia-Romagna, 122 in più nelle ultime 24 ore, di cui 62 asintomatici, su 10.040 tamponi. Si registra anche un decesso: un uomo di 75 anni a Ferrara. I casi attivi sono a oggi sono 4.651 (+24 rispetto a ieri), le persone in isolamento a casa 4.444 (+29 rispetto a ieri). In diminuzione il numero dei pazienti in terapia intensiva, che in tutto sono 18(-2), e quelli ricoverati negli altri reparti Covid: 189 (-3). Per quanto riguarda la situazione nel territorio, il maggior numero di casi si registra nelle province di Parma (27), Bologna (26), Piacenza (16), Reggio Emilia (14), Modena (10) e nel Circondario di Imola (12). A Parma e provincia sono 27 i nuovi positivi: 16 rilevati nell'ambito di attivita' di contact tracing, quattro rilevati per presenza di sintomi, due di rientro dall'estero (uno dal Brasile, l'altro dal Marocco), uno di rientro dalla Sardegna, due rilevati nell'ambito di test per categorie professionali e due per test effettuati in pre-ricovero. In provincia di Bologna, su 26 nuovi positivi, 17 riguardano focolai già noti di origine familiare o per frequenza in luoghi pubblici, nove sono casi sporadici. Dei 26, quattro hanno effettuato il tampone perche' categoria professionale a rischio, cinque sono stati individuati grazie all'attivita' di contact tracing, quattro sono rientri dall'estero (uno dalla Moldova, uno dalla Romania e uno dalla Spagna), uno da altre regioni (Toscana). In provincia di Piacenza, sono 16 i nuovi positivi: otto riferiti a rientri dall'estero (cinque dalla Romania, uno dall'Albania, uno dall'Egitto e uno dal Marocco), due a seguito di controlli si cittadini stranieri richiedenti asilo, uno per contatto di focolaio preesistente, tre per tamponi in accesso al pronto soccorso, uno per sintomatologia, uno per screening sul luogo di lavoro. In provincia di Reggio Emilia su 14 nuovi casi, tutti in isolamento domiciliare, cinque sono sporadici, sei riconducibili a focolai familiari, due hanno effettuato il tampone perche' categoria professionale a rischio e uno di rientro dall'estero (Moldavia). Nel circondario imolese, su 12 nuovi positivi, otto sono riconducibili a focolai famigliari noti e quattro sono casi sporadici. Nel modenese, su 10 nuovi positivi, uno e' di rientro dall'estero (India), sette sono contatti di casi noti, due i casi sporadici. La 'mappa' completa dei contagi: 5.004 a Piacenza (+16, di cui due sintomatici), 4.249 a Parma (+27, di cui 11 sintomatici), 5.752 a Reggio Emilia (+14, di cui 12 sintomatici), 4.855 a Modena (+10, di cui tre sintomatici), 6.205 a Bologna (+26, di cui 17 sintomatici), 575 a Imola (+12, di cui cinque sintomatici), 1.422 a Ferrara (+4, di cui due sintomatici),1.771 a Ravenna (+9, di cui cinque sintomatici),1.324 a Forli' (+2, entrambi sintomatici), 1.110 a Cesena (+1, nessun sintomatico), 2.566 a Rimini (+1, sintomatico). 

In Valle d'Aosta si riducono a 55, tre in meno rispetto a mercoledì scorso gli attualmente positivi in regione. Di questi tre sono ricoverati all'Ospedale Parini di Aosta e 52 in isolamento domiciliare. 

In Piemonte registrati 120 i nuovi contagi di cui 74 asintomatici. Comunicato un decesso. I ricoverati in terapia intensiva sono 9, mentre i ricoverati non in terapia intensiva sono 163 (due in meno rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 2.330, mentre i tamponi diagnostici finora processati sono 694.932, di cui 385.504 risultati negativi.  

In Liguria sono 73 i nuovi casi di coronavirus sulla base dei 2.753 tamponi effettuati. La maggior parte dei casi si concentra a Genova, con 39 positivi nel territorio dell'Asl 3: si tratta di 18 contatti di caso confermato, 13 da attività di screening, tre rientri da un viaggio, tre accessi diretti in ospedale, due in strutture sociosanitarie. In Asl 5 Spezzina, sono 19 i nuovi positivi, tra cui 15 contatti di caso confermato e quattro da attivita' di screening. Salgono anche i casi in Asl 1 Imperiese, con 12 positivi: nove contatti di positivi e tre da attivita' di screening. Completano il quadro tre casi in Asl 2 Savonese, uno contatto di positivo, uno da attivita' di screening e un rientro da un viaggio. Nelle ultime 24 ore, anche un nuovo decesso all'ospedale di Sarzana, che fa salire il bilancio delle vittime a 1.597. Sul territorio regionale, salgono a 3.029 le persone attualmente positivi, 15 piu' di ieri. Rispetto a ieri, gli ospedalizzati scendono di nove unità e restano 162: di questi, 17 sono in terapia intensiva, uno meno di ieri. Nello spezzino, i ricoverati restano 71, cinque meno di ieri, con nove terapie intensive. Negli ospedali genovesi, sono 70 i ricoverati, tre meno di ieri, tra cui otto pazienti in rianimazione e dieci casi covid al Gaslini. Crescono di 81 unità i positivi isolati a domicilio, con il totale che arriva a 1.564. Nelle ultime 24 ore, si registrano anche 57 nuovi guariti, 8.318 da inizio pandemia. Prosegue, infine, il calo progressivo dei soggetti in sorveglianza attiva.

In Trentino sono 23 i nuovi positivi, tre con sintomi e 20 positivi su 2.155 tamponi. Tra i contagiati c'è un soggetto riconducibile ai cluster su cui da giorni stanno lavorando gli esperti. Restano 13 i pazienti che necessitano di cure ospedaliere, ma nessuno è ricoverato in rianimazione

In Alto Adige sono stati registrati 52 nuovi casi positivi su 2.698 tamponi. Sono saliti in un giorno da 20 a 26 i ricoveri nei normali reparti ospedalieri, mentre la terapia intensiva resta vuota. Sono invece 1.596 le persone in isolamento domiciliare, delle quali 52 di ritorno da Croazia, Grecia, Spagna o Malta.

In Friuli Venezia Giulia  sono stati registrati 37 nuovi contagi da coronavirus (ieri +28, totali 4.526), 31 nuove guarigioni (ieri +31, 3.457) e nessun decesso. Aumentano quindi di sei (ieri -3) i casi attualmente positivi al coronavirus in Friuli Venezia Giulia, in tutto 719. Immutata la situazione nelle terapie intensive, che vedono presenti sei pazienti, mentre scendono di quattro (ieri +5) i ricoverati in altri reparti Covid, ora 17 in tutta la regione. Sono 10 le nuove persone in isolamento domestico nelle ultime ventiquattro ore (ieri -8), 690 in tutto, con lievi o senza sintomi da Covid. 

In Toscana sono 139 i nuovi positivi identificati da 7.245 tamponi. L'età media dei 139 casi odierni è di 38 anni circa e il 74% è risultato asintomatico. Quattro casi sono ricollegabili a rientri dall'estero, di cui 1 per motivi di vacanza (Spagna). 3 casi sono ricollegabili a rientri da altre regioni italiane (2 Sicilia, 1 Sardegna). Il 63% della casistica è un contatto collegato a un precedente caso. Gli attualmente positivi sono oggi 3.261, i ricoverati sono 111 (8 in meno rispetto a ieri), di cui 24 in terapia intensiva (stabili). Oggi si registrano 3 nuovi decessi: 2 uomini e una donna con un'età media di 73,3 anni.

Nelle Marche sono 33 i positivi al coronavirus rilevati nelle ultime 24 ore nelle Marche su 887 nuove diagnosi: 8 in provincia di Ascoli Piceno, 7 in provincia di Pesaro Urbino, 9 in provincia di Macerata, 7 in provincia di Ancona, 1 in provincia di Fermo e 1 fuori regione. Questi casi comprendono 7 contatti stretti di casi positivi, 11 casi in ambito domestico, 10 soggetti sintomatici, 1 caso rilevato dallo screening lavorativo realizzato in ambito scolastico e 4 casi in fase di verifica. Sono scesi a 24 (-4) i ricoverati per covid 19 negli ospedali marchigiani. Due i degenti in terapia intensiva: uno a Marche Nord, l'altro a Torrette di Ancona. Gli altri 22 ricoverati sono così distribuiti: 12 a Torrette, 4 a Marche Nord, 6 all'ospedale di Fermo. Sono 18 gli ospiti di strutture territoriali, tutti nella Rsa di Campofilone. Crescono i positivi in isolamento domiciliare, che passano da 672 a 697. In calo invece le persone in quarantena per contatti con i positivi che passano da 2.476 a 2.453: 259 con sintomi, 67 operatori sanitari. I dimessi/guariti salgono infine a 6.140 

In Umbria accertati altri 23 casi su 1.861 tamponi mentre si registrano due ricoverati in più per il Covid negli ospedali umbri, passati da 33 a 35, tre dei quali (stabili) in terapia intensiva. Gli attualmente positivi sono quindi saliti da 480 a 490.  

In Abruzzo si sono registrati 51 contagi su 1626 tamponi, con 20 casi nel teramano, 11 a Pescara, 10 a L'Aquila e 8 a Chieti. 5 i pazienti in terapia intensiva (5, uno in piu' rispetto a ieri), 8 i nuovi ricoverati in ospedale (per un totale di 58). Non diversa la situazione sul fronte delle persone in isolamento domiciliare che sono oggi 754 (+38). Gli attualmente positivi sono 817 (+47 rispetto a ieri).  

In Campania c'è tensione a Benevento dove sono stati rilevati 6 ospiti di un centro di accoglienza per migranti e tra la popolazione del quartiere si è diffusa la paura dopo il tentativo di fuga di due ospiti che, annodando delle lenzuola, hanno cercato di calarsi dalle finestre del primo piano della dell'edificio. 

Aumentano i casi in Puglia: in tutto le nuove positive al Covid sono 90. La provincia di Foggia prima per numero di contagi da coronavirus nella giornata di ieri, con i suoi 36 casi, conta 64 pazienti positivi al Covid ricoverati nei reparti del Policlinico Riuniti di Foggia. Nello specifico 9 si trovano in terapia intensiva. 23 i nuovi positivi a Bari dove è stato registrato 1 decesso. 2 i positivi in provincia di Brindisi, 17 nella Bat, 9 in provincia di Lecce, 3 Taranto. In provincia di Lecce 91 dei 140 cittadini attualmente positivi al covid hanno contratto l'infezione all'estero. 

In Basilicata 13 degli 850 tamponi analizzati in Basilicata nelle ultime 24 ore sono risultati positivi. Sono 133 "i lucani attualmente positivi". I ricoverati negli ospedali sono 14: sette al "San Carlo" di Potenza e sette (uno dei quali in terapia intensiva) al "Madonna delle Grazie" di Matera. 

In Calabria mascherina obbligatoria anche all'aperto per tutti: lo ha disposto un'ordinanza del presidente della Regione Calabria, Jole Santelli. Viene disposto l'obbligo di rilevazione della temperatura per tutte le attività economiche, produttive e ricreative e per gli uffici pubblici ed aperti al pubblico per dipendenti ed utenti. Previste sanzioni da 400 a 1000 euro. Oggi registrati 10 nuovi casi e si registrano due ricoveri in più.

In Sicilia sono 47 i positivi tra i militari facenti parte dell'equipaggio della nave 'Margottini' ormeggiata ad Augusta per una sosta logistica , mentre altri quattro contagi sono emersi tra i componenti dello staff dell'Operazione Irini. Lo precisa un comunicato dell'operazione messa in atto dalla forza navale dell'Unione europea nel Mediterraneo. 

La Regione Sicilia comunica che dei 107 nuovi casi positivi di oggi, si rilevano n.6 migranti ospiti presso l'hotspot di Lampedusa. Sono 107 i nuovi positivi al Covid19 in Sicilia nelle ultime 24 ore. Salgono così a 2.530 i contagiati, 235 ricoverati in ospedale, 13 dei quali in terapia intensiva, 2.282 in isolamento domiciliare. I tamponi eseguiti sono stati 5.330. Si registrano due nuove vittime che portano a 306 i decessi dall'inizio dell'epidemia nell'isola. Le due vittime sono a Catania, uno un uomo di 70 della provincia, e un settantaseienne del Ragusano. I guariti sono 36. Sul fronte della distribuzione fra province, il Palermitano resta il territorio più colpito con 60 nuovi casi (6 sono migranti arrivati dall'hotspot di Lampedusa), seguono Catania con 24 casi e Trapani con 2. Poi ci sono 2 casi a Messina, 2 a Caltanissetta, 9 ad Agrigento, 4 a Ragusa, 3 a Enna 1 a Siracusa.

In Sardegna si registrano 57 nuovi casi su 1.956 test. Sono invece 112 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (nessuna variazione rispetto al dato di ieri), mentre sono 19 (+1) i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 1.653. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 1.589 (+35) pazienti guariti, più altri sette guariti clinicamente. Sul territorio, dei 3.528 casi positivi complessivamente accertati, 565 (+8) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 347 (+2) nel Sud Sardegna, 267 (+3) a Oristano, 402 (+11) a Nuoro, 1.947 (+33) a Sassari.

Coronavirus, i casi nelle scuole

Sono quasi 550 le scuole coinvolte da sospensioni di lezioni causa covid su 8mila istituti e 30mila plessi scolastici. 47 i focolai accertati e 43 volte non sono stati trovati contatti positivi. Gli altri casi sono in attesa. In cima per scuole colpite ci sono la Lombardia , l'Emilia Romagna, la Toscana e il Lazio. I casi positivi nel 76% dei casi sono studenti, nel 13% docenti, il resto è l'altro personale. I dati raccolti in un database messo a punto da un giovane ricercatore e uno studente universitario -Vittorio Nicoletta e Lorenzo Ruffino - che hanno raccolto dalla riapertura della scuola notizie e le ordinanze dei sindaci.  

Ecco infine le ultime notizie sulla pandemia raccolte nelle ultime 24 ore

Coronavirus, le ultime notizie

La Germania sconsiglia i viaggi all'estero per l'autunno e l'inverno, alla luce dell'aumento dei casi di coronavirus. Il ministro della Salute tedesco Jens Spahn ha sottolineato che l'aumento dei casi in Germania è iniziato proprio con i ritorni dalle vacanze all'estero: "Si potrebbe imparare qualcosa da questo", ha aggiunto, sottolineando che nelle regioni a rischio vengono sconsigliati dal governo "viaggi non necessari" e quindi ovviamente anche quelli per le ferie.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto in Spagna sono più di un milione le persone coinvolte dalle misure di lockdown imposte dalla comunità autonoma di Madrid che ha deciso di estendere le zone rosse. Lo ha annunciato il vice ministro della Salute di Madrid Antonio Zapatero, aggiungendo che ''è consigliabile lavorare da casa e gli ingressi scaglionati'', nel rispetto del distanziamento sociale. 

Coronavirus, studio su Science: forme gravi causate da genetica

La Francia nell'incubo, 16mila casi al giorno e rischio lockdown (al confine con l'Italia zero controlli) 

Raffaele Fitto positivo al coronavirus: è in isolamento 

Positivo al coronavirus che va a bere al bar con gli amici (senza mascherina) 

Regioni, sì a 25% spettatori negli stadi e con mascherina 

Cani in aeroporto per "fiutare" i positivi al coronavirus

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giro d'Italia 2020, tutte le tappe: altimetria, calendario e percorso

  • Verso il coprifuoco alle 22 in tutta Italia

  • Raimondo Todaro: "Con Elisa Isoardi sempre più uniti, ma in ospedale con me c’era la mia ex moglie"

  • Dpcm 18 ottobre: le nuove misure della stretta in arrivo oggi

  • Fa la spia perché il vicino non rispetta la regola dei 6 in casa e finisce malissimo

  • Verso un nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento