Martedì, 18 Maggio 2021
Oltre 120mila vittime dall'inizio della pandemia

Coronavirus, il bollettino di oggi 28 aprile: 344 morti e 13.385 contagi. Ecco i nuovi casi Covid Regione per Regione

Dopo molte settimane l'occupazione delle terapie intensive torna sotto la soglia d'allarme ma la pressione sugli ospedali resta alta ancora in 7 regioni. Gli aggiornamenti sull'emergenza coronavirus in Italia nel bollettino del ministero della Salute di oggi mercoledì 28 aprile 2021. I nuovi casi, i decessi e i numeri dei ricoveri e dei vaccinati: aggiornamenti in diretta dalle Regioni

Il bollettino coronavirus di oggi mercoledì 28 aprile 2021

Coronavirus, il nuovo bollettino coronavirus del Ministero della Salute di oggi mercoledì 28 aprile 2021 registra 13.385 nuovi positivi al test del coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore, 344 le vittime in un giorno. Superati i 120 mila decessi per il Covid-19 dall'inizio della pandemia. Ancora in calo i ricoveri: le terapie intensive sono 37 in meno (ieri -101) con 168 ingressi del giorno, e scendono a 2.711, mentre i ricoveri ordinari diminuiscono di 452 unità (ieri -323), 19.860 in totale. L'ultimo bollettino coronavirus di ieri martedì 27 aprile registrava 10.404 contagi e 373 morti. In terapia intensiva si trovano 2.748 pazienti, 20.312 le persone ricoverate nei normali reparti ospedalieri. 

Tutte le ultime notizie di oggi

Ma veniamo dunque ai dati di oggi.

Coronavirus, il bollettino di oggi mercoledì 28 aprile 2021

articolo aggiornato alle ore 18:21 clicca qui per aggiornare la pagina 

Il bollettino coronavirus di oggi mercoledì 28 aprile 2021 (Pdf)

bollettino coronavirus oggi 28 aprile 2021-4

I focolai di coronavirus: i dati regione per regione

Ecco gli aggiornamenti in diretta dalle singole regioni iniziando dalle situazioni più calde.?

Di seguito le zone in area rossa*:

  • Sardegna: 264 nuovi casi e 2 decessi. Saldo ospedalizzati: stabili (Ti 46, ricoveri 371)

*Che cosa si può fare in zona rossa.
Gli spostamenti permessi solo per validi motivi dalle 5 alle 22, sempre con autocertificazione. Vietato anche andare i visita dagli amici/parenti. Scuole aperte fino alla prima media. Le lezioni di seconda e terza media, licei, istituti tecnici si svolgono esclusivamente in modalità a distanza.

Di seguito le zone in area arancione**:?

  • Valle d'Aosta: 37 nuovi casi e un decesso. Saldo ospedalizzati: ti (8), ricoveri (49)
  • Puglia: 1.282 nuovi casi e 48 decessi. Saldo ospedalizzati: -37 (1916)
  • Sicilia: 980 nuovi casi e 30 decessi. Saldo ospedalizzati: ti +4 (172), ricoveri -28 (1.394). Palermo da domani, giovedì 29 aprile, non sarà più zona rossa 
  • Basilicata: 191 nuovi casi e 6 decessi. Saldo ospedalizzati: -9 (171)
  • Calabria: 492 nuovi casi e 9 decessi. Saldo ospedalizzati: stabili (Ti 45)

**Che cosa si può fare in zona arancione.
Gli spostamenti sono permessi dalle 5 alle 22, autocertificazione per uscire dal proprio comune. Scuole aperte, ma licei e istituti tecnici in Dad almeno al 50 per cento. Per bar e ristoranti asporto dalle 5.00 alle 18.00 senza restrizioni. ono chiusi tutto il giorno, consentito l'asporto. Aperti invece i negozi, i parrucchieri e i centri estetici. Consentito lo sport non di contatto come il tennis

Qui potete scaricare il modulo di autocertificazione per gli spostamenti 

Le zone in area gialla***:

  • Piemonte: 1.187 nuovi casi e 34 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -17 (223), ricoveri -44 (2.264)
  • Liguria: 268 nuovi casi e 9 i decessi. Saldo ospedalizzati: -8 (Ti 66, ricoveri 496)  
  • ?Lombardia: 2.442 nuovi casi e 47 decessi. Saldo ospedalizzati: ti -7 (575), ricoveri -112 (3.707)
  • Trentino: 36 nuovi casi e 2 decessi. Saldo ospedalizzati: -5 (Ti 26, ricoveri 100)
  • Alto Adige: 107 nuovi casi e un decesso. Saldo ospedalizzati: stabile (Ti 10, ricoveri 65)
  • Veneto: 963 nuovi casi e 18 decessi. Saldo ospedalizzati: ti -11 (207), ricoveri -27 (1.301)
  • Friuli Venezia Giulia: 112 nuovi casi e 6 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti stabili, ricoveri -3
  • Emilia Romagna: 642 nuovi casi e 23 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti +4 (250), ricoveri -43 (1.709)
  • Marche: 301 nuovi casi e 10 decessi. Saldo ospedalizzati: -17 (506)
  • Toscana: 847 nuovi casi e 32 decessi. Saldo ospedalizzati: ti -1 (256), ricoveri -35 (1414)
  • Umbria: 98 nuovi casi e un decesso. Saldo ospedalizzati: Ti stabile, ricoveri -3
  • Abruzzo: 177 nuovi casi e 6 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -3 (42), ricoveri -11 (389)
  • Lazio: 1.078 nuovi casi e 32 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -10 (307), ricoveri (2295)
  • Campania:1.844 nuovi casi e 31 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti stabili (163), ricoveri +1 (1.507)
  • Molise: 30 nuovi casi e un decesso. Saldo ospedalizzati: Ti stabile, ricoveri +1

***Che cosa si può fare in zona gialla.
Ristorazione con consumo al tavolo esclusivamente all'aperto. Al chiuso dal 1 giugno e solo a pranzo. Sì a sport all’aperto, anche di squadra e di contatto, ma senza poter utilizzare gli spogliatoi. Piscine dal 15 maggio, palestre l'1 giugno. Riaprono musei, cinema, teatri e live club ma con limitazioni di spazio. Fino al 15 giugno un solo spostamento una volta al giorno verso un'abitazione privata, in un massimo di 4 persone. Scuole aperte, superiori in presenza almeno al 70%. 

Le zone in area bianca****:

****Che cosa si può fare in zona bianca.
Decade il coprifuoco. Le attività di ristorazione avranno la possibilità di apertura serale fino alle 23, i bar fino alle 21. Aperti nei fine settimana anche i centri commerciali. Riaprono musei, teatri, cinema, palestre, piscine e università.

Coronavirus, le ultime notizie

Dopo molte settimane, le terapie intensive occupate da pazienti Covid-19 tornano a essere il 30% di quelle complessivamente disponibili in Italia, ovvero al limite della cosiddetta soglia critica. Tale soglia risulta però ancora superata da 7 regioni: Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Marche, Toscana, Piemonte e Puglia.

Lo mostrano i dati del monitoraggio quotidiano dell'Agenzia Nazionale per i Servizi sanitari regionali (Agenas), relativi alla giornata del 27 aprile. Nella rilevazione del 21 aprile scorso, a livello nazionale le terapie intensive Covid erano il 34% del totale e ben 12 regioni superavano la soglia del 30%, oltre la quale va in crisi la presa in carico di altri malati.

In calo, al 32%, anche la percentuale dei posti letto occupati da pazienti Covid nei reparti ordinari di malattie infettive, medicina generale e pneumologia, percentuale quindi ben al di sotto della soglia di allerta individuata dal Ministero della Salute (che in questo caso è il 40%). Anche questo valore è in calo da alcune settimane e, nelle rilevazioni del 21 aprile era pari al 35%.

Questo il tasso di occupazione delle terapie intensive e dei reparti ordinari di area medica non critica nelle varie Regioni e Province autonome:

  • Abruzzo (24% intensive, 28% reparti ordinari);
  • Basilicata (11%, 36%);
  • Calabria (29%, 49%);
  • Campania (22%, 35%);
  • Emilia Romagna (32%, 28%);
  • Friuli Venezia Giulia (18%, 21%);
  • Lazio (34%, 37%);
  • Liguria (29%, 28%);
  • Lombardia (41%, 33%); 
  • Marche (31%, 37%);
  • Molise (28%, 19%);
  • Provincia Autonoma di Bolzano (6%, 14%);
  • Provincia Autonoma di Trento (27%, 15%);
  • Piemonte (38%, 40%);
  • Puglia (39%, 46%);
  • Sardegna (21%, 23%);
  • Sicilia (20%, 33%);
  • Toscana (41%, 29%);
  • Umbria (28%. 20%);
  • Valle d'Aosta (27%, 21%);
  • Veneto (18%, 17%). 

Focolaio dopo la festa: un paese in quarantena, 100 i positivi

Paolo Zaninelli: il commercialista morto per covid dopo 14 mesi in ospedale

Zona arancione e zona rossa: cosa può succedere col prossimo monitoraggio

 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il bollettino di oggi 28 aprile: 344 morti e 13.385 contagi. Ecco i nuovi casi Covid Regione per Regione

Today è in caricamento