Domenica, 7 Marzo 2021
Bollettino coronavirus

Coronavirus, il bollettino di oggi 28 novembre: 26.323 contagiati e 686 morti, la mappa del contagio

Gli aggiornamenti sull'emergenza coronavirus in Italia nel bollettino del ministero della Salute di oggi sabato 28 novembre 2020. I nuovi casi, i decessi e i ricoveri in terapia intensiva: il virus sta rallentando, meno pressione sugli ospedali

Il bollettino Covid di oggi sabato 28 novembre. Foto: un reparto di terapia intensiva (Ansa)

Coronavirus, il nuovo bollettino coronavirus del Ministero della Salute di oggi sabato 28 novembre 2020: 26.323 contagiati, 686 morti e 24.214 guariti nelle ultime 24 ore in Italia. Meno contagi rispetto a ieri. Il numero delle vittime resta molto alto. In calo i ricoverati in ospedale nei reparti ordinari (-385)  e in terapia intensiva (-20). Meno pressione sulle strutture sanitarie. Piccoli ma importantissimi segnali incoraggianti, il virus frena nettamente, anche se la discesa sarà come previsto molto lunga.  La Lombardia è sempre la Regione più colpita: oggi 4.615 casi e 119 morti. I tamponi sono stati 225.940, ovvero 3.137 in più rispetto a ieri.

Coronavirus, bollettino oggi sabato 28 novembre 2020??

Ecco i dati Covid di oggi 28 novembre 2020. I numeri nazionali del bollettino coronavirus di oggi sabato 28 novembre 2020:

  • Nuovi casi +26.323 (+1,71%)
  • Guariti +24.214 (720.861 +3,48%)
  • Decessi +686 (54.363 +1,28%)
  • Attualmente Positivi +1.415 (789.308 +0,18%)
  • Totale casi: 1.564.532 (+26.323)
  • Ricoverati 33299 (-385)
  • TI 3762 (-20)
  • Isolamento 752247(+1820)

bollettino oggi 28 novembre-2

?Coronavirus, il bollettino di oggi dalle Regioni

4.615 i contagi da coronavirus in Lombardia e 119 decessi. In Toscana 1.195 nuovi casi. Allo Spallanzani di Roma 242 i pazienti ricoverati in totale. In Veneto 3.498 nuovi casi: ancora alto il numero dei decessi, 83 in regione. Nel Lazio 2.070 nuovi positivi e 25 decessi. In Puglia 1.573 nuovi casi, 2.729 in Campania. Sono 4.615 i contagi da coronavirus in Lombardia resi noti oggi secondo il bollettino del ministero della Salute. Da ieri sono stati registrati altri 119 morti, che portano il totale a 21.512 dall'inizio dell'emergenza legata all'epidemia.

Il coronavirus rallenta la sua corsa in Italia: i numeri lo dicono chiaramente.

In Veneto 3.498 nuovi casi. 83 morti e oltre 48mila tamponi effettuati. 2592 ricoverati, 16 in più rispetto a ieri. Più 7 i pazienti in terapia intensiva negli ospedali veneti.  La pressione sugli ospedali non deflette. I soggetti attualmente positivi sono 78.572 (+ 1.684).

In Puglia 1.573 nuovi casi positivi: 510 in provincia di Bari, 99 in provincia di Brindisi, 182 nella provincia BAT, 384 in provincia di Foggia, 135 in provincia di Lecce, 265 in provincia di Taranto, 6 residenti fuori regione. 8 casi di residenza non nota sono stati attribuiti e riclassificati. Sono stati registrati 30 decessi: 16 in provincia di Bari, 5 in provincia BAT, 5 in provincia di Brindisi, 3 in provincia di Foggia, 1 in provincia di Taranto.

In Campania altri 49 decessi nella regione. Tra questi 34 si sono registrati nelle ultime 48 ore mentre 15 erano già deceduti ma non erano ancora stati registrati. Resta contenuto, invece, il numero di nuovi positivi. Sono 2.729 di cui 268 sintomatici. Buone notizie, invece, sul fronte delle guarigioni dove si registrano 2.279 nuovi guariti. 

Altri 2.172 positivi e 71 decessi. E' il bilancio dell'ultimo bollettino relativo alla pandemia in Emilia-Romagna.

Sono 98 i decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati dall'Unità di Crisi della Regione Piemonte, di cui 11 verificatisi oggi. Il totale è ora 6.070 deceduti risultati positivi al virus,921 Alessandria, 356 Asti, 281 Biella, 670 Cuneo, 543 Novara, 2.744 Torino, 304 Vercelli, 189 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 62 residenti fuori regione ma deceduti in Piemonte. Per quanto riguarda i contagi, l'Unità di crisi della Regione Piemonte ha comunicato 2.157 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 in Piemonte, pari all'11,7% dei 18.434 tamponi eseguiti; gli asintomatici sono 879 (41%). I nuovi casi sono 576 di screening, 959 contatti di caso, 622 con indagine in corso, 433 in Rsa e Strutture Socio-Assistenziali, 106 in ambito scolastico e 1.618 tra la popolazione generale.

Covid nel Lazio, il bollettino di oggi sabato 28 novembre 2020 è di 2.070 nuovi positivi e 25 decessi.  Su oltre 28 mila tamponi (+4.197), l'aumento dei casi frena (-206 rispetto a ieri) e anche il dato dei decessi (-44). In aumento il numero dei guariti (+717). Il valore RT regionale rimane stabile a 0.8 e la valutazione del rischio scende a moderata. A Roma il valore Rt è 0.68. L'eta' media dei casi di coronavirus e' 45 anni. Per quanto riguarda il sesso, sono equamente ripartiti: il 50% sono maschi e il 50% femmine. E' quanto emerge dal monitoraggio realizzato dal Dipartimento di Epidemiologia del Servizio Sanitario Regionale del Lazio (Dep) e dallo Spallanzani. Il 95% dei casi attualmente positivi, viene precisato, e' in isolamento domiciliare, il 4% e' ricoverato e solo lo 0,3% e' in terapia intensiva. I morti sono l'1,1%.

In questo momento sono ricoverati presso l'Istituto nazionale malattie infettive Lazzaro Spallanzani di Roma 242 pazienti positivi al tampone per la ricerca Sars-Cov-2. Trentanove pazienti sono ricoverati in terapia intensiva: è quanto si legge nel bollettino medico dell'Inmi Spallanzani di oggi, sabato 28 novembre. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali sono a questa mattina 1.345. 

In Sardegna 311 nuovi casi, 171 rilevati attraverso attività di screening e 140 da sospetto diagnostico. Si registrano 5 decessi (432 in tutto): tre donne e due uomini tra i 75 e i 94 anni. Le vittime: tre residenti nella provincia di Sassari e due rispettivamente nelle province di Oristano e Sud Sardegna. In totale sono stati eseguiti 367.115 tamponi con un incremento di 4.189 test. Sono invece 544 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi mentre è di 73 (+2) il numero dei pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 12.502. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 7.102 (+353) pazienti guariti, più altri 77 guariti clinicamente.

 "I nuovi casi positivi registrati nelle ultime 24 ore in Toscana sono 1.196 su 16.371 tamponi molecolari e 3.539 test rapidi effettuati". Così, su Facebook, Eugenio Giani, presidente della Regione Toscana, comunica il dato giornaliero dei nuovi contagi da coronavirus. Nel post Giani elogia "donne e uomini in terapia intensiva all'Ospedale di Lucca", che "lavorano duramente giorno e notte per salvare delle vite, per permettere a ciascuno di noi di riabbracciare i propri affetti". E conclude con una esortazione ai cittadini toscani: "Dobbiamo resistere, tutti insieme".

In Lombardia un focolaio Covid è stato isolato all'interno del Policlinico San Matteo di Pavia, dove sette pazienti e nove, tra medici e infermieri, sono risultati positivi al Covid nel reparto Medicina II. Il focolaio con una catena di contagi avrebbe avuto origine nell'arco delle ultime due settimane. I pazienti contagiati, tutti negativi in entrata, sono stati trasferiti in un reparto Covid. Adesso il reparto di Medicina II sarà chiusa per consentire la sanificazione.

In Basilicata sono stati registrati oggi 221 nuovi casi positivi al Covid e tre persone sono decedute. Lo rende noto la task force regionale comunicando che ieri son stati processati 1.586 tamponi per la ricerca di contagio da Covid-19. Nelle ultime 24 ore risultano guarite 104 persone residenti. I lucani attualmente positivi sono 5.886 e di questi 5.722 si trovano in isolamento domiciliare. Ai positivi vanno aggiunti nel complesso: 139 deceduti residenti; 3 deceduti non residenti (1 residente in Calabria, 1 in Puglia, 1 in Veneto); 1.573 guariti ed altre 141 persone, fra stranieri e residenti in altre regioni italiane che si trovano in isolamento in Basilicata e cittadini lucani positivi in isolamento in altre regioni. Sono 164 le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane

In una lettera a firma del presidente della Regione Erik Lavevaz, la Giunta regionale della Valle d'Aosta reagisce alla 'zona rossa' chiedendo al ministro della Salute Roberto Speranza "di rivedere, per evidenti errori di calcolo, la classificazione" precisando che "in caso di rigetto, la Giunta assumerà tutte le decisioni giuridiche e politiche conseguenti a difesa dell'ordinamento statutario della Valle d'Aosta".

Nella Repubblica di San Marino si sono registrati, in 24 ore, 32 nuovi casi di positivita' al Covid e un decesso. Lo comunica l'Istituto di sicurezza sociale sammarinese. A fronte delle 33 nuove guarigioni, i contagiati sono attualmente 256: in 15 sono ricoverati all'Ospedale di Stato di cui nove in terapia intensiva. Dall'inizio della pandemia sul Titano si sono avuti complessivamente 45 morti.

Il picco della seconda ondata in Italia è superato.

Nuovo Dpcm: chi si potrà spostare tra Regioni a dicembre 2020?

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il bollettino di oggi 28 novembre: 26.323 contagiati e 686 morti, la mappa del contagio

Today è in caricamento