Mercoledì, 3 Marzo 2021

Coronavirus, il bollettino di oggi giovedì 3 settembre 2020: 1.397 nuovi casi, dieci morti

Gli aggiornamenti sull'emergenza coronavirus in Italia nel bollettino del ministero della Salute di oggi giovedì 3 settembre 2020. I nuovi casi, i decessi e i numeri dei ricoveri in terapia intensiva: aggiornamenti in diretta dalle regioni

Il bollettino coronavirus di oggi 3 settembre 2020

Ecco il nuovo bollettino coronavirus del ministero della Salute di oggi giovedì 3 settembre 2020 con i dati aggiornati sull'epidemia in Italia. Oggi 1.397 nuovi casi (272.912 da inizio emergenza) e dieci vittime. Sono 92.790 i tamponi effettuati nelle ultime 24 ore in Italia. E aumentano di 11 unità i ricoveri in terapia intensiva: ora sono 120. Sono 68 i nuovi ricoveri in Italia nelle ultime 24 ore: il totale ora è di 1.505. Ieri erano stati registrati 1.326 nuovi casi (con quasi 103mila tamponi effettuati), sei decessi. 

Vediamo ora nel dettaglio tutti i dati. In coda all'articolo la sezione aggiornata con le ultime notizie in arrivo dalle regioni per far luce sui nuovi focolai di coronavirus e le ultime notizie sull'epidemia di Covid-19 in Italia.

Coronavirus, il bollettino di oggi giovedì 3 settembre 2020

In una settimana sono quasi raddoppiati i pazienti ricoverati in terapia intensiva: da 67 a 120. Aumenta però anche il numero dei guariti o dimessi: +289 (ieri +257) per un totale di 208.490. Nessuna regione a zero contagi.

bollettino coronavirus oggi 3 settembre 2020-4

I focolai di coronavirus: i dati regione per regione

Ecco i dati suddivisi per regioni. Il primo numero indica i casi totali dall'inizio dell'epidemia (persone positive, compresi guariti e vittime). Il secondo numero indica invece i nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore.

Nelle ultime 24 ore si registrano in Lombardia 228 nuovi casi positivi al coronavirus, di cui 41 "debolmente positivi" e 12 a seguito di test sierologico. Una vittima: i decessi complessivi salgono a 16.870. I tamponi effettuati sono 14.077.

In Veneto sono 23.304 in totale i casi di Covid, 163 nelle ultime 24 ore, e 66 in più da ieri sera i nuovi casi di contagio. Sono 8062 invece i soggetti posti in isolamento. Gli attuali positivi sono 2.556, pari al 33,5% degli isolati. I ricoverati in ospedale sono 155, nelle terapie intensive rimangono 15 degenti. I decessi con Covid dal 22 febbraio sono rimasti invariati oggi a 2.123.

Un decesso di persona positiva al test del Covid-19 è stato comunicato nel pomeriggio dall'Unità di Crisi della Regione Piemonte. Il totale è quindi di 4148 deceduti risultati positivi al virus, 681 Alessandria, 256 Asti, 208 Biella, 399 Cuneo, 373 Novara, 1836 Torino, 223 Vercelli, 132 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 40 residenti fuori regione, ma deceduti in Piemonte.

Sono in tutto 22 i nuovi positivi al coronavirus emersi nelle ultime 24 ore in Liguria. Questi i dati resi noti dalla task force sanitaria ligure per l'emergenza e trasmessi da Alisa, l'azienda sanitaria della regione, al ministero. Nel dettaglio sono stati 3 i nuovi casi di positività emersi nel territorio di competenza della Asl 1 di Imperia, di cui due contatti di caso e un rientro dall'estero.

Le persone attualmente positive al coronavirus in Friuli Venezia Giulia sono 409 (15 più di ieri). Tre pazienti sono in cura in terapia intensiva, mentre 12 sono ricoverati in altri reparti e non sono stati registrati nuovi decessi (349 in totale).

A Trento c'è un nuovo focolaio di Covid-19 con 98 contagiati, operai della Furlani Carni. Dopo i 26 casi emersi ieri, oggi il presidente della Provincia Autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, ha comunicato che dei 100 tamponi esaminati mercoledì dall'azienda sanitaria, 72 sono risultati positivi: sono dipendenti di una cooperativa che fornisce personale all'azienda di lavorazione delle carni, giovani originari di Ghana e Sri Lanka. I tamponi proseguiranno oggi pomeriggio. "Oltre all'azienda di carni", ha aggiunto Fugatti, "oggi ci sono altri nuovi 19 casi su 2.317 tamponi esaminati". In Trentino i casi complessivi di Covid-19 sono quasi 5.900. Ci sono invece 4 nuovi positivi in Alto Adige.

In Emilia-Romagna dall'inizio dell'epidemia si sono registrati 32.246 casi di positività, 118 in più rispetto a ieri con età media 39 anni, di cui 68 asintomatici individuati nell'ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Il numero di tamponi effettuati supera i 10.200. Sono 28 i nuovi contagi collegati a rientri dall'estero e 20 quelli rientrati da altre regioni.

In Toscana 113 nuovi casi di coronavirus, un decesso e 17 guarigioni, secondo quanto emerge dal bollettino giornaliero trasmesso dalla regione alla protezione civile nazionale secondo il quale dall'inizio dell'emergenza salgono a 12.080 I casi positivi, a 9.206 I guariti e a 1.143 I deceduti. 

Sono complessivamente 3828 i casi positivi al coronavirus registrati in Abruzzo dall'inizio dell'emergenza. Rispetto a ieri si registrano 24 nuovi casi (di età compresa tra 10 e 73 anni), mentre il numero dei pazienti deceduti resta fermo a 472. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 2902 dimessi/guariti (invariato rispetto a ieri, di cui 14 che da sintomatici con manifestazioni cliniche associate al Covid-19, sono diventati asintomatici e 2888 che hanno cioè risolto i sintomi dell'infezione e sono risultati negativi in due test consecutivi).

"Su oltre 11mila tamponi oggi nel Lazio si registrano 154 casi, di questi 111 sono a Roma e un decesso. Si conferma una prevalenza dei casi di rientro e continuano i link dalla Sardegna". Così l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato."Valore RT previsto è 0.76 - prosegue D'Amato -. Il Ministero e l'Istituto Superiore di Sanità (Iss) indicano una buona capacità di tracciamento".

Scende il numero dei nuovi positivi al Covid-19 in Umbria: sono nove quelli accertati nelle ultime 24 ore, su 1.108 tamponi eseguiti: è quanto emerge dai dati ufficiali pubblicati nel sito della Regione ed aggiornati al 3 settembre. Sono 1.839 i casi totali dall'inizio della pandemia. Salgono i guariti, da 1.447 a 1.452. Si registrano però due nuovi ricoveri, nelle ultime 24 ore: sono 12, due dei quali in terapia intensiva.

Sono 193 i nuovi casi di coronavirus emersi oggi in Campania dall'analisi di 6.164 tamponi. Dei 193 nuovi casi, 65 sono relativi a viaggiatori rientrati dalla Sardegna (37) e da Paesi esteri (28). Il totale dei positivi al coronavirus in Campania dall'inizio dell'emergenza è 7.478,mentre sono 436.399 i tamponi complessivamente esaminati. L'Unità di crisi della Regione Campania fa sapere che non ci sono nuovi decessi legati al coronavirus (il totale resta 446) mentre ci sono 15 guariti.

In Puglia 80 nuovi casi di contagio Covid-19 sono stati rilevati su un totale di 3886 tamponi eseguiti. Si registrano tre decessi: uno in provincia di Bari, due in quella di Lecce.

Quindici nuovi casi positivi di coronavirus in Basilicata dove ieri sono stati processati 816 tamponi per la ricerca di contagio. Lo fa sapere la task force regionale. Con questo aggiornamento i lucani positivi sono 36 di cui 33 in isolamento domiciliare.

Salgono a 2.355 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall'inizio dell'emergenza: nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale si registrano 39 nuovi casi, 32 da attività di screening e 7 da sospetto diagnostico. Invariato il numero delle vittime, 135. In totale sono stati eseguiti 141.041 tamponi, con un incremento di 1.768 test rispetto all'ultimo aggiornamento.

Sono 54 i nuovi casi di coronavirus in Sicilia nelle ultime 24 ore. Un decesso a Catania. Attualmente ci sono 1.125 positivi di cui 81 ricoverati in ospedale, 12  in terapia intensiva e 1169 in isolamento domiciliare, per un totale di 4487 casi dall'inizio dell'epidemia. I guariti salgono a 2.947. I decessi sono 288.

In Calabria ad oggi sono stati effettuati 158.698 tamponi. Le persone risultate positive al coronavirus sono 1.558 (+13 rispetto a ieri).

Coronavirus, le ultime notizie

Secondo quanto riporta l'Oms nei dati aggiornati al 2 settembre, lo Stato che ha fatto registrare il maggior incremento giornaliero di contagi è di nuovo l’India, con oltre 78mila casi. Segue il Brasile, secondo Paese con più casi e più vittime nel mondo. In Europa preoccupa la Russia che ha superato il milione di contagiati. La metà delle nazioni più colpite di trova in Sud America.

E come si sta sviluppando in Italia l'epidemia di coronavirus? Il monitoraggio indipendente della Fondazione GIMBE registra nella settimana 26 agosto-1 settembre, rispetto alla precedente, un incremento del 37,9% dei nuovi casi (9.015 vs 6.538) e del 52,2% dei casi attualmente positivi (7.040 vs 4.625). Aumentano anche i pazienti ricoverati con sintomi (1.380 vs 1.058) e quelli in terapia intensiva (107 vs 66). C'è stato anche un lieve incremento dei decessi (46 vs 40). I dati li analizza come sempre Nino Cartabellotta, Presidente della Fondazione GIMBE: "Nell’ultima settimana continua l’ascesa del numero di nuovi casi e delle persone attualmente positive, conseguente sia all’incremento dei casi testati, sia al costante aumento del rapporto positivi/casi testati. Inoltre, si consolida il trend in aumento delle ospedalizzazioni con sintomi e si impenna quello dei pazienti in terapia intensiva. Si tratta di segnali che vanno tutti nella direzione di una ripresa dell’epidemia nel nostro Paese, sia in termini epidemiologici che di manifestazioni cliniche, proprio alla vigilia del momento cruciale della riapertura delle scuole».

I tamponi? Secondo i numeri diffusi dal ministero della Salute, il Veneto è prima per test: 63 ogni mille abitanti. Seguono Trentino, Friuli Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Umbria. Nelle ultime posizioni troviamo Sardegna, Basilicata, Puglia, Campania e infine Sicilia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il bollettino di oggi giovedì 3 settembre 2020: 1.397 nuovi casi, dieci morti

Today è in caricamento