Giovedì, 13 Maggio 2021
Le ultime notizie sulla pandemia

Coronavirus, il bollettino di oggi 30 marzo: 529 morti e 16.017 nuovi casi. "Variante inglese nell'86% dei contagi"

Gli aggiornamenti sull'emergenza coronavirus in Italia nel bollettino del ministero della Salute di oggi martedì 30 marzo 2021. I nuovi casi, i decessi e i numeri dei ricoveri e dei vaccinati: aggiornamenti in diretta dalle regioni

Il bollettino del Coronavirus di oggi martedì 30 marzo 2021

Coronavirus, il nuovo bollettino coronavirus del Ministero della Salute di oggi martedì 30 marzo 2021 registra oggi 16.017 nuovi casi su 154649 tamponi molecolari (9.02% positivi) e 146802 test rapidini (1.42% positivi). Sono purtroppo 529 i decessi registati nelle ultime 24 ore. In Lombardia sono stati rilevati 3.271 casi, in Piemonte 1.861 e nel Lazio 1.593. Gli attualmente contagiati sono 529.885 (-3.161) con 29.231 ricoverati con sintomi nei reparti ordinari (+95) e 3.716 in terapia intensiva (-5). Restano in isolamento domiciliare 529mila pazienti mentre sono 18.678 le persone dimesse o guarite. 

La prevalenza della cosiddetta 'variante inglese' del virus Sars-CoV-2 è intanto arrivata al 86,7%, mentre quella 'brasiliana' oscilla tra regioni allo 0% e alcune dove l'incidenza raggiunge il 32,0%. Lo conferma una stima della nuova indagine rapida condotta dall'Iss e dal Ministero della Salute insieme ai laboratori regionali e alla Fondazione Bruno Kessler.

varianti regioni-2

Intanto dal ministero della salute è arrivata l'attesa ordinanza che dispone la quarantena anche per arrivi e rientri dai Paesi dell’Unione Europea. Come già previsto per tutti i Paesi extra Eu è necessario un tampone negativo in partenza, una quarantena di 5 giorni e un ulteriore tampone alla fine dei 5 giorni. L'ordinanza segue le polemiche circa la possibilità di viaggiare all'estero a dispetto delle chiusure regionali previste invece in Italia.

L'Italia chiusa fino a fine aprile, tutte le regole

L'ultimo bollettino coronavirus di ieri lunedì 29 marzo registrava 12.916 contagi dall'analisi di 156.691 tamponi e 417 morti. In terapia intensiva si trovano oltre 3.721 persone (+42) con 192 nuovi ingressi. Si aggrava la situazione negli ospedali: continuano ad aumentare, da circa tre settimane, i ricoveri in terapia intensiva di pazienti Covid: la percentuale di posti letto occupati ha infatti raggiunto il 41% rispetto al 38% della scorsa settimana, ben al di sopra della soglia critica fissata al 30%. Lo rileva l'ultima analisi dell'Agenas (Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali) aggiornata al 29 marzo. Sale invece al 44% (rispetto alla soglia critica fissata al 40%) la percentuale di posti letto occupata da pazienti Covid−19 nei reparti ordinari. Dodici Regioni più la PA di Trento hanno superato la soglia critica del 30% per occupazione delle terapie intensive. Questo il tasso di occupazione delle terapie intensive e dei reparti ordinari di area medica non critica (malattie infettive, medicina generale e pneumologia) nelle varie Regioni e PPAA: Abruzzo (36% intensive, 41% reparti ordinari); Basilicata (14%, 39%); Calabria (24%, 42%); Campania (27%, 38%); Emilia Romagna (52%, 54%); Friuli Venezia Giulia (49%, 53%); Lazio (40%, 47%); Liguria (32%, 36%); Lombardia (61%, 51%); Marche (60%, 59%); Molise (38%, 33%); PA Bolzano (23%, 21%); PA Trento (51%, 37%); Piemonte (58%, 66%); Puglia (44%, 50%); Sardegna (15%, 12%); Sicilia (16%, 23%); Toscana (42%, 30%); Umbria (43%, 43%); Valle d'Aosta (30%, 17%); Veneto (28%, 27%).

Coronavirus, il bollettino di oggi martedì 30 marzo 2021

articolo aggiornato alle ore 18:06  clicca qui per aggiornare la pagina 

Il bollettino coronavirus di oggi 30 marzo 2021 (Pdf)

bollettino coronavirus oggi 30 marzo 2021-4

I focolai di coronavirus: i dati regione per regione

In attesa di conoscere intorno alle 17:00 i numeri del bollettino coronavirus comunicati dal Ministero della Salute, vediamo gli aggiornamenti in diretta dalle singole regioni iniziando dalle situazioni più calde.?

Di seguito le zone in area rossa*:

  • Valle d'Aosta: 134 nuovi casi e 3 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -1, ricoveri +7
  • Piemonte: 1.861 nuovi casi e 61 decessi. Saldo ospedalizzati: ti +5, ricoveri +18
  • Liguria: 489 nuovi casi e 14 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -2, ricoveri -2
  • Lombardia: 3271 nuovi casi. (651 nel varesotto) e 85 decessi. Saldo ospedalizzati: ti 8, ricoveri +115
  • Trentino: --
  • Veneto: 1130 nuovi casi e 52 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti +7, ricoveri +13 
  • Friuli Venezia Giulia: 447 nuovi casi e 15 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -6, ricoveri -9.
  • Emilia Romagna:1.187 nuovi casi e 67 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -6, ricoveri -54
  • Marche: 333 nuovi casi e 13 decessi. Saldo ospedalizzati: stabili
  • Toscana: 1180 nuovi casi e 32 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti +3, ricoveri +10
  • Campania: 1.573 nuovi casi e 64 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -6, ricoveri -14. Su 656 posti letto di terapia intensiva disponibili, 163 sono occupati mentre i posti letto di degenza disponibili, tra posti letto Covid e offerta privata 3.160, di cui 1.587 occupati.
  • Puglia: 1527 nuovi casi e 35 decessi.
  • Calabria: 300 nuovi casi e 13 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti +1, ricoveri -6

*Che cosa si può fare in zona rossa.
Gli spostamenti permessi solo per validi motivi dalle 5 alle 22, sempre con autocertificazione. Vietato anche andare i visita dagli amici/parenti. Chiuse anche le scuole materne ed elementari

Di seguito le zone in area arancione**:?

  • Alto Adige: 180 nuovi casi e 2 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -3, ricoveri +1. Cinque nuovi casi di variante sudafricana riguardano i comuni di Varna, Gais, Chienes, Bolzano e una persona non residente in Alto Adige. Inoltre, in 7 casi è stata riscontrata la cosiddetta variante "nigeriana".
  • Umbria: 186 nuovi casi e 5 decessi. Saldo ospedalizzati: ti stabili, ricoveri -18
  • Abruzzo: 153 nuovi casi e 25 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -9, ricoveri +2
  • Lazio: 1593 nuovi casi e 32 decessi. Saldo ospedalizzati: TI -1, ricoveri +16
  • Molise: 2 nuovi casi e 1 decesso. Saldo ospedalizzati: Ti +1, ricoveri -6
  • Basilicata: 135 nuovi casi e 2 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti +1, ricoveri -13
  • Sicilia: --. Girandola di arresti per il caso dei dati falsi sul Covid. Porto Empedocle zona rossa.
  • Sardegna: 205 nuovi casi e 4 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti +2, ricoveri +10. 11 i Comuni sardi in lockdown. "La zona bianca è stata una magnifica illusione"

**Che cosa si può fare in zona arancione.
Gli spostamenti sono permessi dalle 5 alle 22 ma con autocertificazione; sarà vietato uscire dal proprio comune. I bar e ristoranti sono chiusi tutto il giorno, consentito l'asporto. Aperti invece i negozi, i parrucchieri e i centri estetici. Consentito lo sport non di contatto come il tennis

Le zone in area gialla***:

***Che cosa si può fare in zona gialla.
Da lunedì 15 marzo e fino al 30 aprile la zona gialla è sospesa: valgono pertanto le prescrizioni della zona arancione. Per domani e Domenica, ultimi giorni in area gialla, sarà possibile muoversi dalle 5 alle 22. Nei bar consentito l'asporto fino alle 18. Ristoranti aperti fino alle 18 poi solo asporto o consegna a domicilio. Sarà possibile frequentare i musei ma non nei festivi (fino al 27 marzo). Consentito spostarti in visita a parenti e amici al massimo in due persone più gli under 14 e eventuali disabili a carico. Restano sospesi gli spostamenti tra le regioni anche dello stesso colore

Le zone in area bianca****:

****Che cosa si può fare in zona bianca.
Non vale la prescrizione del nuovo Dl 12 marzo. Inoltre secondo quanto prescritto dal Dpcm 2 marzo decade il coprifuoco. Le attività di ristorazione avranno la possibilità di apertura serale fino alle 23, i bar fino alle 21. Aperti nei fine settimana anche i centri commerciali. Riaprono musei, teatri, cinema, palestre, piscine e università.

Tutte le ultime notizie di oggi

Ricordiamo che il 3-4-5 aprile tutta Italia sarà zona rossa ad eccezione di eventuali regioni in zona bianca. Fino al 6 aprile bar, ristoranti e scuole medie e superiori saranno chiuse in tutta Italia, salvo i territori in zone bianca.

Le zone arancioni e rosse la settimana di Pasqua

colori regioni aprile-2

Qui potete scaricare il modulo di autocertificazione per gli spostamenti 

Cosa si può fare a Pasqua e cosa è vietato dal nuovo lockdown

Coronavirus, le ultime notizie

Le misure anti-Covid sono in scadenza il prossimo 6 aprile e il governo mercoledì firmerà la proroga dei divieti anti contagio almeno fino al 30 aprile. Si punta invece alla riaperture della scuola dell'infanzia e delle primarie nelle zone rosse. Qui tutto quello che c'è da sapere sul nuovo decreto legge.

Il premier Mario Draghi e la moglie (entrambi 73enni) si è vaccinato con Astrazeneca

Intanto si apre un nuovo fronte sul caso Astrazeneca: il Land di Berlino ha interrotto le vaccinazioni per le donne sotto i 60 anni. Lo ha annunciato la Senatrice responsabile della Sanità berlinese Dilek Kalayci, riferendo di nuovi dati sugli effetti collaterali. Secondo il Paul Ehrlich Institut, l'istituto nazionale per le vaccinazioni, sono 31 in Germania fino ad oggi i casi di trombosi cerebrale dopo il vaccino AstrAzeneca.

Astrazeneca cambia nome e aggiorna il bugiardino con gli effetti collaterali

La società farmaceutica intanto cambia il nome del suo vaccino (si chiamerà Vaxzevria) e aggiorna anche il bugiardino con un aggiornamento relativo agli effetti collaterali: "È stata osservata molto raramente una combinazione di trombosi e trombocitopenia, in alcuni casi accompagnata da sanguinamento, in seguito alla vaccinazione con Vaxzevria".

"Ciò include casi severi che si presentano come trombosi venosa, inclusi siti insoliti come trombosi del seno venoso cerebrale, trombosi della vena mesenterica e trombosi arteriosa, concomitante con trombocitopenia. La maggior parte di questi casi si è verificata entro i primi sette-quattordici giorni successivi alla vaccinazione e si èverificata in donne di età inferiore a 55 anni.  Alcuni casi hanno avuto esito fatale. Gli operatori sanitari devono prestare attenzione ai segni e ai sintomi di tromboembolia e/o trombocitopenia. I soggetti vaccinati devono essere istruiti a consultare immediatamente un medico se sviluppano sintomi quali respiro affannoso, dolore toracico, gonfiore alle gambe, dolore addominale persistente dopo la vaccinazione. Inoltre, chiunque manifesti sintomi neurologici tra cui cefalea severa o persistente o visione offuscata dopo la vaccinazione oppure ecchimosi (petecchie) in una sede diversa da quella della vaccinazione dopo alcuni giorni, deve consultare immediatamente un medico"

Perché il vaccino Astrazeneca è stato sospeso per le donne under 60 (e non solo a Berlino)

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il bollettino di oggi 30 marzo: 529 morti e 16.017 nuovi casi. "Variante inglese nell'86% dei contagi"

Today è in caricamento