Coronavirus, il bollettino di oggi venerdì 31 luglio: 9 morti e 379 nuovi casi, ecco la mappa dei focolai

Gli aggiornamenti sull'emergenza coronavirus in Italia nel bollettino del ministero della Salute di oggi venerdì 31 luglio 2020. I nuovi casi, i decessi e i numeri dei ricoveri in terapia intensiva: aggiornamenti in diretta dalle regioni

Il bollettino coronavirus di oggi: tutti i focolai in Italia

Coronavirus, dopo il balzo dei casi di contagio registrati negli ultimi giorni si registra la conferma del preoccupante trend nel consueto bollettino coronavirus del Ministero della Salute di oggi venerdì 31 luglio 2020. Solo una regione - la Valle d'Aosta - resta immune dai nuovi focolai mentre in tutto il paese si registrano ben 379 nuovi casi. Purtroppo anche oggi sono 9 i decessi, 4 dei quali registrati in Lombardia. Negli ospedali sono 716 i pazienti covid (-32), 41 in condizione critica e ricoverati nelle terapie intensive (-6), in isolamento con lieve sintomatologia 11.665 dei 12.422 attualmente positivi (+192).

Ecco quindi le ultime notizie in arrivo dalle regioni per far luce sui nuovi focolai di coronavirus e le ultime notizie sull'epidemia di Covid-19 in Italia 

Coronavirus, il bollettino di oggi venerdì 31 luglio 2020

  • Attualmente positivi: 12.422 
  • Deceduti: 35.141 (+9, +0,03%)
  • Dimessi/Guariti: 199.974 (+178, +0,09%)
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: 41 (-6)
  • Tamponi: 6.820.613 (+68.444)
  • Totale casi: 247.537 (+379, +0,15%)

Il bollettino coronavirus di oggi 31 luglio 2020 (Pdf)

bollettino coronavirus oggi 31 luglio 2020-3

Quanto alle evidenze regionali si registrano:

  • Lombardia: 96.219 casi totali, +77 rispetto a ieri (6.011 attualmente positivi)
  • Piemonte: 31.667 casi totali, +31 rispetto a ieri (799)
  • Emilia-Romagna: 29.670 casi totali, +36 rispetto a ieri (1.496)
  • Veneto: 20.120 casi totali, +117 rispetto a ieri (1.000)
  • Toscana: 10.483 casi totali, +14 rispetto a ieri (387)
  • Liguria: 10.214 casi totali, +4 rispetto a ieri (200)
  • Lazio: 8.647 casi totali, +18 rispetto a ieri (945)
  • Marche: 6.884 casi totali, +21 rispetto a ieri (147)
  • Campania: 4.999 casi totali, +9 rispetto a ieri (395)
  • P.A. Trento: 4.975 casi totali, +2 rispetto a ieri (100)
  • Puglia: 4.611 casi totali, +2 rispetto a ieri (95)
  • Friuli Venezia Giulia: 3.394 casi totali, +3 rispetto a ieri (122)
  • Abruzzo: 3.382 casi totali, +5 rispetto a ieri (111)
  • Sicilia: 3.288 casi totali, +16 rispetto a ieri (275)
  • P.A. Bolzano: 2.717 casi totali, +15 rispetto a ieri (102)
  • Umbria: 1.466 casi totali, +1 rispetto a ieri (18)
  • Sardegna: 1.404 casi totali, +10 rispetto a ieri (33)
  • Calabria: 1.266 casi totali, +4 rispetto a ieri (97)
  • Valle d'Aosta: 1.208 casi totali, +0 rispetto a ieri (12)
  • Molise: 471 casi totali, +1 rispetto a ieri (27)
  • Basilicata: 452 casi totali, +3 rispetto a ieri (50)

++ articolo in aggiornamento, clicca qui per aggiornare la pagina ++

I nuovi casi

I ricoverati in ospedale

I focolai di coronavirus: i dati regione per regione

In attesa di conoscere intorno alle 17:00 i numeri del bollettino coronavirus comunicati dal Ministero della Salute, vediamo gli aggiornamenti in diretta dalle singole regioni.

In Lombardia oggi si contano 4 morti e 77 nuovi casi, di cui 25 'debolmente positivi' e 24 emersi a seguito di test sierologici. Nessun nuovo caso a Lecco e Sondrio mentre la provincia di Milano quella in cui c'è stato il maggior numero di contagiati da ieri: sono 33, di cui 20 a Milano città. Seguono Bergamo (+17), Mantova (+7) e Brescia (+6).

In Veneto si registrano 117 positivi in più rispetto a ieri mattina: la forte crescita legata al focolaio trevigiano. In isolamento 3.740 persone, 136 in più rispetto a ieri, i ricoverati sono 117, 6 i pazienti in terapia intensiva 6 persone, mentre si registra una nuova vittima. Secondo il bollettino diffuso dalla Regione sono 1000 gli attualmente positivi.

In Piemonte si registra il decesso di persona positiva al test del Covid-19 e 21 nuovi casi di cui 15 asintomatici. I ricoverati in terapia intensiva sono 5, invariati rispetto a ieri. I ricoverati non in terapia intensiva sono 103 ( -21 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 691.

In Friuli Venezia Giulia le persone attualmente positive al Covid-19 sono 134. Due pazienti risultano in cura in terapia intensiva e 9 sono invece i ricoverati in altri reparti. Non sono stati registrati nuovi decessi (345 in totale). I nuovi contagi ammontano a 3 e sono tutti d'importazione.

In Emilia Romagna si sono registrati 36 nuovi casi di cui 21 persone asintomatiche individuate nell'ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. In particolare i nuovi casi sono stati registrati a Piacenza (+5, di cui 1 sintomatico), Parma (+1), Reggio Emilia (+4 sintomatici), Modena (+3, di cui 1 sintomatico), Bologna (+7, di cui 6 sintomatici); Imola (+4), Ferrara (+1 sintomatico); Ravenna (+5, di cui 2 sintomatici), Forlì (+2), e Rimini (+3). I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 1.496 (25 in più rispetto a ieri). Nessun nuovo decesso rispetto a ieri. Le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 1.433 (+31). Rimangono 4 i pazienti in terapia intensiva, calano a 59 (-6 rispetto a ieri) quelli ricoverati negli altri reparti Covid.

In Alto Adige si registrano 15 nuove infezioni da coronavirus, su 1.109 tamponi effettuati. Sono 614 le persone che attualmente si trovano in quarantena obbligatoria o in isolamento domiciliare.

Nel Lazio si registrano 18 nuovi casi: di questi 4 provengono da altre regioni e 5 sono casi di importazione. Intanto è iniziato lo screening per coloro che rientrano dalla Romania. Tra i nuovi casi una donna di rientro da Bormio, un uomo ricoverato di rientro dalla Polonia, una donna residente a Milano. Altre due persone appartengono alla stessa famiglia con link ad un caso positivo segnalato da Lecce. Un caso riguarda un uomo di rientro dall'Albania. Altri casi riguardano pazienti individuati dai tamponi predisposti preventivamente ai ricoveri in ospedale. A Sabaudia individuato un positivo in un chiosco sulla spiaggia a Sabaudia che è stato temporaneamente chiuso. Un secondo caso sempre in provincia di Latina riguarda di una donna di rientro dalla Moldavia già posta in isolamento. Preoccupazione per un possibile focolaio legato ai 334 migranti trasferiti dalla Sicilia: 15 sono positivi e 9 si sono resi irreperibili. Complessivamente nel Lazio sono 945 i positivi a Covid-19, di cui 183 ricoverati e 9 in terapia intensiva, mentre 753 sono in isolamento a casa. 

In Toscana si segnalano 14 casi in più rispetto a ieri: tre dei 14 casi odierni sono da ricollegarsi al focolaio evidenziatosi nella zona del Mugello. Complessivamente 10 casi sono stati registrati in provincia di Firenze, 1 a Prato, 1 a Massa, 1 a Pisa, 1 a Siena. Complessivamente, 370 persone sono in isolamento a casa, sono 1.330 coloro che si trovano in isolamente poiché contatti con persone contagiate. Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 17 (stabili rispetto a ieri), nessuno in terapia intensiva (stabili rispetto a ieri).

In Abruzzo si registrano 5 nuovi casi (2 a L'Aquila, 1 a Pescara) mentre scendono a 13 i pazienti ricoverati in ospedale in terapia non intensiva (-1 rispetto a ieri); 1 (invariato rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 97 (+6 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Gli attualmente positivi in Abruzzo sono 111, con un aumento di 5 unità rispetto a ieri.

In Campania oggi sono registrati 9 contagi risultato del tracciamento dei contatti di casi già noti. Si registra purtroppo un nuovo decesso di un paziente covid positivo.

In Puglia due casi positivi riguardano rispettivamente la provincia di Bari e la provincia di Foggia. Tra i nuovi positivi un bambino di 4 mesi asintomatico mentre i genitori sono risultati negativi al test. Purtroppo dopo tre giorni consecutivi senza decessi, oggi si registra un morto in provincia di Bari. Complessivamente in regione sono 95 i casi attualmente positivi (+1) dei quali 18 ricoverati (+1) e nessuno in terapia intensiva. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 4611 così suddivisi: 1.504 nella provincia di Bari; 382 nella provincia di Bat; 671 nella provincia di Brindisi; 1186 nella provincia di Foggia; 557 nella provincia di Lecce; 281 nella provincia di Taranto; 30 attribuiti a residenti fuori regione. 

In Calabria si registrano 4 nuovi casi. Territorialmente i casi positivi sono così distribuiti: Catanzaro: 2 in reparto; 2 in isolamento domiciliare; 183 guariti; 33 deceduti. Cosenza: 22 in isolamento domiciliare; 436 guariti; 34 deceduti. Reggio Calabria: 1 in reparto; 18 in isolamento domiciliare; 260 guariti; 19 deceduti. Crotone: 2 in isolamento domiciliare; 113 guariti; 6 deceduti. Vibo Valentia: 5 in isolamento domiciliare; 80 guariti; 5 deceduti.

In Sicilia si registrano 16 nuovi casi di cui undici migranti. Di questi tre sono a Lampedusa.

In Sardegna i dieci nuovi casi si riferiscono ai migranti sbarcati nell'Isola nei giorni scorsi e registrati a Cagliari. I pazienti ricoverati in ospedale sono 3, nessuno in terapia intensiva, mentre 30 sono le persone in isolamento domiciliare, 1.237 i guariti. 

++ sezione in aggiornamento, clicca qui per aggiornare la pagina ++

Coronavirus, le ultime notizie

Negli ultimi tre giorni sono tornate ad essere più le persone che ogni giorno si ammalano di covid-19 piuttosto che coloro che guariscono dalla malattia: l'ultimo bollettino coronavirus del ministero della salute riferito alla giornata di ieri indicava un forte aumento dei nuovi casi, ben 386 in 24 ore rispetto ai 289 registrati nella giornata di mercoledì. Il dato più alto dallo scorso 5 giugno ma pensantemente condizionato dai 130 migranti risultati positivi al tampone a Treviso nello stabile che ospita un centro di accoglienza per migranti e richiedenti asilo. Sempre in una comunità di accoglienza a Saluzzo (Cuneo) sono state registrate 20 persone positive. A Padova sono più di 10 le persone contagiate da una badante rientrata dalla Moldavia nella prima settimana di luglio. In provincia di Mantova oltre 50 persone sono state contagiate tra un macello e un salumificio situati a poca distanza tra loro. Legato al luogo di lavoro è un focolaio con decine di casi positivi a Rovereto, in Trentino.

Coronavirus, 736 focolai ma nessuna emergenza: aumentano casi ma non i ricoveri

È Gianni Rezza, direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute, a tracciare il quadro della situazione. "Il numero di casi di Covid-19 nel nostro Paese è in lieve aumento anche se resta comunque contenuto, con" un indice di contagiosità "R0 di poco al di sotto dell'unità. In molte regioni abbiamo diversi focolai soprattutto a partenza da casi importati. Ciò è abbastanza atteso dal momento che l'epidemia sta galoppando in diversi Paesi del mondo e siamo circondati da Paesi in cui il numero di casi in questo momento sta aumentando".

"Per fortuna - spiega commentando i dati del report settimanale sul monitoraggio Iss-ministero della Salute - al momento il nostro sistema sembra reggere bene, e i focolai vengono immediatamente identificati e contenuti". Tutto ciò, avverte l'esperto, "comporta comunque la necessità di continuare a tenere dei comportamenti prudenti in modo tale da mantenere il distanziamento fisico, utilizzare le mascherine in luoghi pubblici soprattuto al chiuso, e lavarsi frequentemente le mani".

Coronavirus, la Francia registra altri 1377 contagi: il governo corre ai ripari 

Allargano lo sguardo all'estero, in relazione al riacutizzarsi dell'ondata epidemica in Spagna, le autorità tedesche hanno deciso di classificare tre comunità autonome (regioni) spagnole come zone a particolare rischio di contagio da coronavirus: Catalogna, l'Aragona e la Navarra.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nuove misure restrittive sono state introdotte in Inghilterra per contrastare l'aumento dei casi: il premier britannico Boris Johnson ha incoraggiato cl'uso della mascherina nei musei, nei luoghi di culto, nei cinema" e "in altri luoghi".  Nel Nord dell'Inghilterra (Greater Manchester, West Yorkshire e East Lancashire) i residenti non potranno incontrarsi con altre famiglie in case private o giardini. 

Coronavirus, prorogate le restrizioni per chi arriva da Romania e Bulgaria

In hotel con la febbre alta, scappa per evitare il tampone per il coronavirus

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lotto e SuperEnalotto, estrazioni di oggi martedì 11 agosto 2020: numeri vincenti

  • Tour de France 2020, tutte le tappe: altimetria, calendario e percorso

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 8 agosto 2020

  • Giro d'Italia 2020, tutte le tappe: altimetria, calendario e percorso

  • Il cambiamento di Gianni Sperti: “Superare il pregiudizio è stata la vittoria più grande”

  • Belen e Stefano, piovono critiche su Ilenia Lazzarin. Lei: “Mai messo bocca sulla loro relazione”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento