Coronavirus, il bollettino di oggi: 88 morti e 177 nuovi contagi

Coronavirus, non si registrano morti in sei regioni. Otto le regioni che da 48 ore non registrano nuovi contagi. Gli aggiornamenti sulla situazione epidemiologica in Italia oggi giovedì 4 giugno 2020 nell'ultimo bollettino della protezione civile

Coronavirus, il bollettino di oggi giovedì 4 giugno 2020. Come ogni giorno, intorno alle 18, gli aggiornamenti sulla situazione epidemiologica in Italia. Nell'ultimo bollettino diffuso ieri erano stati segnalati alla protezione civile 71 decessi e 321 i nuovi casi di Covid-19, in aumento rispetto ai 318 casi di martedì e ai 178 di lunedì.

Coronavirus, il bollettino di oggi giovedì 4 giugno 2020

  • Attualmente positivi: 38.429
  • Deceduti: 33.689 (+88, +0,3%)
  • Dimessi/Guariti: 161.895 (+957, +0,6%) 
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: 338 (-15, -4,2%)
  • Tamponi: 4.049.544 (+49.953)
  • Totale casi: 234.013 (+177, +0,1%)

Il totale delle persone che hanno contratto il virus è di 234.013, con un incremento rispetto a ieri di 177 nuovi casi. Il numero totale di attualmente positivi è di 38.429, con una decrescita di 868 assistiti rispetto a ieri. Tra gli attualmente positivi, prosegue il calo delle terapie intensive (sono 338, -15 su ieri). 5.503 persone sono ricoverate con sintomi, con un decremento di 239 pazienti rispetto a ieri. 32.588 persone, pari all’85% degli attualmente positivi, sono in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi. Rispetto a ieri i deceduti sono 88 e portano il totale a 33.689. Il numero complessivo dei dimessi e guariti sale invece a 161.895, con un incremento di 957 persone rispetto a ieri.

Contagio coronavirus provincia per provincia 4 giugno 2020 (Pdf)

I tamponi effettuati superano i 4 milioni e sono 4.049.544 (nuovi 49.953), su 2.524.788 casi testati (+27.451). Proprio oggi il commissario Arcuri aveva affermato che la protezione civile potrebbe arrivare a testare quasi un italiano su tre entro fine anno.

Coronavirus, i dati regione per regione

Da ieri non si registrano morti in ben sei regioni (Friuli Venezia Giulia, Umbria, Sardegna, Valle d'Aosta, Calabria e Basilicata). Nove le regioni e province autonome che non registrano nuovi casi di contagio (Sicilia, Provincia autonoma di Trento, provincia autonoma di Bolzano Umbria, Sardegna, Valle d'Aosta, Calabria, Molise e Basilicata). Nel dettaglio:

  • Lombardia: 89.526 casi totali (20.224 attualmente positivi, +84)
  • Piemonte: 30.758 (4.556, +24)
  • Emilia-Romagna: 27.860 (2.688, +18)
  • Veneto: 19.168 (1.319, +4)
  • Toscana: 10.122 (883, +1)
  • Liguria: 9.772 (394, +21)
  • Lazio: 7.764 (2.754, +11)
  • Marche: 6.738 (1.303, +3)
  • Campania: 4.822 (830, +1)
  • Puglia: 4.503 (967, +4)
  • P.A. Trento: 4.433 (207, +0)
  • Sicilia: 3.447 (879, +0)
  • Friuli Venezia Giulia: 3.279 (213, +3)
  • Abruzzo: 3.255 (704, +3)
  • P.A. Bolzano: 2.598 (112, +0)
  • Umbria: 1.431 (31, +0)
  • Sardegna: 1.357 (108, +0)
  • Valle d'Aosta: 1.187 (10, +0)
  • Calabria: 1.158 (102, +0)
  • Molise: 436 (125, +0)
  • Basilicata: 399 (20, +0​)

bollettino coronavirus 4 giugno 2020-2

Nel dettaglio, i casi attualmente positivi sono 20.224 in Lombardia, 4.556 in Piemonte, 2.688 in Emilia-Romagna, 1.319 in Veneto, 883 in Toscana, 394 in Liguria, 2.754 nel Lazio, 1.303 nelle Marche, 830 in Campania, 967 in Puglia, 207 nella Provincia autonoma di Trento, 879 in Sicilia, 213 in Friuli Venezia Giulia, 704 in Abruzzo, 112 nella Provincia autonoma di Bolzano, 31 in Umbria, 108 in Sardegna, 10 in Valle d’Aosta, 102 in Calabria, 125 in Molise e 20 in Basilicata.

curva coronavirus 4 giugno 2020

In Lombardia 84 nuovi casi e 29 morti. Sono stabili a 20.224 gli "attualmente positivi" in Lombardia, mentre calano ancora i ricoveri, secondo gli ultimi dati della Regione. In Terapia intensiva i posti occupati dai pazienti covid19 sono 125, sei in meno di ieri, mentre i ricoveri meno gravi, non in rianimazione, scendono di 41 unità a 2.954 posti in tutti. I guariti o dimessi sono 55.

In Piemonte si registrano 12 decessi di persone positive al test del Covid-19. Per quanto riguarda i contagi, sono 30.758 (+24 rispetto a ieri, di cui 8 positività riscontrate in Rsa e 6 asintomatiche) le persone finora risultate positive al Covid-19 in Piemonte, 3.945 Alessandria, 1.850 Asti, 1.037 Biella, 2.787 Cuneo, 2.710 Novara, 15.662 Torino, 1.307 Vercelli, 1.111 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 257 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 92 casi sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale. I ricoverati in terapia intensiva sono 43 (-1 rispetto a ieri), i ricoverati non in terapia intensiva sono 808 (- 33 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 3.705. I tamponi diagnostici finora processati sono 331.241, di cui 183.611 risultati negativi. L'Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, sono 19.502(+335 rispetto a ieri), 2.067 (+37) Alessandria, 1.043 (+51) Asti, 757 (+8) Biella, 1.932 (+32) Cuneo, 1.722 (+87) Novara, 10.121 (+114) Torino, 831 (+4) Vercelli, 893 (+1) Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 136 (+1) provenienti da altre regioni. Altri 2.790 sono 'in via di guarigione',  ossia negativi al primo tampone di verifica, dopo la malattia e in attesa dell'esito del secondo.

In Liguria sono 2694 le persone attualmente positive al coronavirus, 97 in meno di ieri e 1477 le vittime dall'inizio dell'emergenza, 6 più di ieri. Lo ha reso noto la Regione Liguria, precisando che finora sono stati effettuati 111.587 test. I nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore sono 21, mentre al momento sono 155 le persone ricoverate in ospedale, 20 meno di ieri, di cui 6 in terapia intensiva. In tutto il territorio regionale, invece, sono 2300 i pazienti clinicamente guariti ma ancora positivi, 23 più di ieri e 5599 quelli guariti con due test consecutivi negativi, 112 più di ieri. Sono 700, infine, le persone sotto sorveglianza attiva nelle quattro province liguri.

In Emilia Romagna individuati 18 nuovi casi di cui 16 asintomatici. 7 i decessi, tre uomini e quattro donne: 2 si sono avuti in quella di Piacenza, 1 in quella di Parma, 2 in quella di Reggio Emilia, 1 in quella di Modena e 1 in quella di Bologna. Dall'inizio dell'epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 27.860 casi di positività.  I tamponi effettuati sono 5.080, che raggiungono così complessivamente quota 341.710. A questi si aggiungono 2.836 test sierologici. Le nuove guarigioni sono 162, per un totale di 21.018: il 75,4% sul totale dei contagi dall'inizio dell'epidemia. Continuano a calare i casi attivi, e cioè il numero di malati effettivi, che a oggi sono 2.688 (-151 rispetto a ieri).

Nel Lazio sono 11 i nuovi casi positivi mentre continuano a crescere i guariti che sono stati 72 nelle ultime 24ore. Purtroppo si registrano anche tre decessi. Un focolaio è stato scovato presso l'Irccs San Raffaele Pisana con 3 casi positivi in trasferimento dalla struttura ed è stata avviata l'indagine epidemiologica. La regione registra 2.754 pazienti attualmente positivi Covid positivi di cui: 2.215 sono in isolamento domiciliare, 488 sono ricoverati non in terapia intensiva, 51 in terapia intensiva. Sono 750 i pazienti deceduti e 4.260 le persone guarite

In Puglia aumenta notevolmente il numero di tamponi effettuati e salgono lievemente i nuovi casi positivi. È quanto emerge dal bollettino epidemiologico quotidiano reso noto dal presidente della Regione, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro. Si registrano infatti 4 nuovi contagi (1 in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi e 1 in provincia di Lecce), rispetto all'unico caso rilevato ieri quando, però, i tamponi erano stati 1046 mentre oggi sono molti di più: 2543. Costante il numero di morti, anche oggi tre come ieri. I decessi sono avvenuti 2 in provincia di Bari e 1 in provincia di Taranto. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 125.049 test. Sono 3.022 i pazienti guariti (+70 rispetto a ieri) e 967 i casi attualmente positivi (-69). I morti in totale sono 514. I ricoverati attuali sono 140. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia dall'inizio dell'emergenza è di 4.503 così divisi: 1.488 nella provincia di Bari; 380 nella provincia di Bat; 651 nella provincia di Brindisi; 1.157 nella provincia di Foggia; 517 nella provincia di Lecce; 281 nella provincia di Taranto; 29 attribuiti a residenti fuori regione. I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

In Friuli Venezia Giulia le persone attualmente positive al coronavirus sono 283, 18 in meno rispetto alla giornata di ieri. In terapia intensiva sono ricoverati 2 pazienti, mentre i ricoverati in altri reparti scendono a 34. Non si registrano ulteriori decessi (336 in totale). Lo ha comunicato il vicegovernatore con delega alla Salute e Protezione civile, Riccardo Riccardi. Oggi si registrano 3 nuovi contagi, quindi, analizzando i dati complessivi, dall'inizio dell'epidemia le persone risultate positive al virus rimangono 3.279: 1.389 a Trieste, 987 a Udine, 689 a Pordenone e 214 a Gorizia. I totalmente guariti invece ammontano a 2.660 (21 più di ieri), i clinicamente guariti a 70 e le persone in isolamento domiciliare sono 177. I deceduti rimangono 190 a Trieste, 73 a Udine, 68 a Pordenone e 5 a Gorizia.

In Campania sono 5 le persone decedute per Covid-19 e 35 le persone guarite. L'Unità di crisi della Regione ha comunicato che, in provincia di Napoli i contagiati salgono a 2.625 (+4) di cui 1.003 a Napoli città e 1.622 nel resto della provincia; nessun nuovo caso nelle altre province; nel salernitano (687), nel casertano (462); in provincia di Benevento (209); in provincia di Avellino (547). Sono 292 gli altri casi in fase di verifica da parte delle Asl.

In Toscana sono 10.122 i casi di positività al coronavirus, 1 in più rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono oggi 883, -9,2% rispetto a ieri. Si registrano 4 nuovi decessi: 1 uomo e 3 donne, con un'età media di 89,5 anni. La Toscana si conferma al 10° posto in Italia come numerosità di casi, con circa 271 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 387 x100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Massa Carrara con 538 casi x100.000 abitanti, Lucca con 352, Firenze con 343, la più bassa Siena con 164. Complessivamente, 794 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi (meno 78 rispetto a ieri, meno 8,9%). Sono 5.308 (meno 86 rispetto a ieri, meno 1,6%) le persone, anche loro isolate, in sorveglianza attiva, perché hanno avuto contatti con persone contagiate (Asl Centro 2.507, Nord Ovest 2.682, Sud Est 119). Si riducono ancora le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid, che oggi sono complessivamente 89, 12 in meno di ieri (meno 11,9%), di cui 24 in terapia intensiva (1 in meno rispetto a ieri, meno 4%). È il punto più basso dal 9 marzo 2020 per le terapie intensive. È il punto più basso raggiunto dal 7 marzo 2020 per i ricoveri totali.

Nessun nuovo contagio di coronavirus in Valle d'Aosta dove si registrano 5 nuovi pazienti capaci di superare l'infezione: sono 1005 i guariti mentre scendono a 39 i casi positivi, di cui 9 in ospedale e 30 in isolamento domiciliare.

Nessun nuovo contagio di coronavirus in Sicilia dove si registrno 24 guariti e una vittima. A fornire il quadro riepilogativo della situazione nell'Isola, aggiornato alle 15 di oggi e comunicato all'Unità di crisi nazionale, è la Presidenza della Regione siciliana. Dall'inizio dei controlli, i tamponi effettuati sono stati 157.868 (+2.995 rispetto a ieri) su 134.035 persone: di queste sono risultate positive 3.447 (0), mentre attualmente sono ancora contagiate 879 (-25), 2.292 sono guarite (+24) e 276 decedute (+1). Degli attuali 879 positivi, 63 pazienti (-4) sono ricoverati, di cui 6 in terapia intensiva (-1), mentre 816 (-21) sono in isolamento domiciliare. Il prossimo aggiornamento regionale avverrà domani.

In Basilicata si allunga a otto giorni consecutivi il periodo senza casi di contagio per i cittadini lucani. Tutti negativi i 388 tamponi esaminati ieri mentre altre tre persone sono guarite in Basilicata. In base al bollettino quotidiano della task force sanitaria, i casi attualmente positivi scendono a 18 (-3) mentre sono 27 le persone decedute e 352 (+3) i guariti. I ricoverati, tutti nell'ospedale di Potenza, sono 3 (-1) e nessuno è in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 15 (-2). In tutto dall'inizio dell'emergenza sono stati analizzati 31.096 tamponi, di cui 30.679 risultati negativi. Il tasso di letalità è del 6,8%, inferiore sia rispetto alla media del Sud Italia (9,1%) sia a quella nazionale (14,4%). A Matera i casi si sono azzerati. Negativo anche l'ultimo tampone effettuato sull'unico paziente ancora affetto da coronavirus che si trovava in isolamento domiciliare. ''E' una splendida notizia - ha commentato il sindaco Raffaello de Ruggieri - che ci fa guardare con più tranquillità al futuro. Da oggi nessun materano risulta essere contagiato dal virus ma dobbiamo continuare ad adottare quei comportamenti prudenti che ormai sono purtroppo diventati per noi usuali: mantenere le distanze interpersonali, utilizzare le mascherine in luoghi chiusi aperti al pubblico e in luoghi aperti quando si è a contatto con altre persone stando attenti ad evitare gli assembramenti''. In tutto a Matera i casi sono stati 76 (il Comune più colpito) e sono decedute due persone anziane con pregresse patologie.

In Calabria ottavo giorno consecutivo senza nuovi casi e il sesto senza morti. I casi positivi sono così distribuiti: Catanzaro: 14 in reparto; 4 in isolamento domiciliare; 165 guariti; 33 deceduti. Cosenza: 2 in reparto; 65 in isolamento domiciliare; 367 guariti; 34 deceduti. Reggio Calabria: 3 in reparto; 7 in isolamento domiciliare; 246 guariti; 19 deceduti. Crotone: 3 in isolamento domiciliare; 109 guariti; 6 deceduti. Vibo Valentia: 4 in isolamento domiciliare; 72 guariti; 5 deceduti". Il "totale dei casi di Catanzaro comprende soggetti provenienti da altre strutture e province che nel tempo sono stati dimessi. Il paziente della rianimazione ricoverato al Pugliese, ha eradicato l'infezione ed è stato inserito tra i guariti della sua Provincia (Crotone). Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro.

livelli rischio-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

++ Articolo in aggiornamento dalle ore 18:00, clicca qui per aggiornare la pagina ++ 

Coronavirus, le ultime notizie

Arcuri: "Entro fine anno tamponi per un italiano su tre"

Istat, ad Aprile il 33% di morti in più rispetto alla media

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SuperEnalotto, vinti 59 milioni di euro nell'estrazione di oggi martedì 7 luglio 2020

  • Coronavirus, in arrivo un altro Dpcm di Conte: ecco le nuove misure dal 14 luglio

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 9 luglio 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 11 luglio 2020

  • Giro d'Italia 2020, tutte le tappe: altimetria, calendario e percorso

  • Mamma controlla il cellulare del figlio e scopre l'orrore: denunciati 20 minorenni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento